BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sessa si sfoga in tv: “Tagli ai Comuni? Chiamiamolo massacro”

Il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa è tornato in televisione per urlare tutto il suo sdegno contro i tagli operati dal governo Renzi agli enti locali. Il primo cittadino è salito alla ribalta delle trasmissioni nazionali dopo aver esposto alcuni cartelli in municipio contro la Tasi ed essersi piazzato come uomo sandwich di fronte alla Persico durante l'assemblea di Confindustria a cui ha partecipato anche il premier. Domenica sera Sessa è stato ospite a “La Gabbia”, combattivo programma di La7.

Il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa è tornato in televisione per urlare tutto il suo sdegno contro i tagli operati dal governo Renzi agli enti locali. Il primo cittadino è salito alla ribalta delle trasmissioni nazionali dopo aver esposto alcuni cartelli in municipio contro la Tasi ed essersi piazzato come uomo sandwich di fronte alla Persico durante l’assemblea di Confindustria a cui ha partecipato anche il premier. Domenica sera Sessa è stato ospite a “La Gabbia”, combattivo programma di La7.

“A settembre ci è arrivata un’altra tartassata, un altro taglio per finanziare gli ottanta euro targati Renzi – ha spiegato -. Non c’era la copertura e quindi hanno preso soldi agli enti locali: sei milioni di euro in Bergamasca, nel mio caso 29 mila euro. Tutti quanti abbiamo contribuito a coprire il buco degli ottanta euro. Li hanno pagati tutti. Ho messo il cartello perché mi sono arrabbiato tantissimo. Nessuno ha avuto il coraggio di fare tagli come questo governo. La Tasi è una tassa dello stato, non dei sindaci, ho dovuto spiegarlo a un pensionato che è arrivato in Comune con le lacrime agli occhi. Diciamo le cose come stanno: agli enti locali non è stata fatta una è riduzione, ma un massacro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rossana

    ma perche’ non la toglie la tasi come altri comuni hanno saputo fare? Operi dei tagli anche lui . Cosa fanni gli altri sindaci meno piagnoni ?

    1. Scritto da alessandra

      I Comuni che son riusciti a non far pagare la TASI,son riusciti a recuperare i soldi da altre entrate(es:vendite di immobili di proprietà del Comune)Ma non credo che il prossimo anno faranno lo stesso.insomma,non avranno per sempre queste entrate alternative.Se un comune solitamente riceve 1 milione per far fronte alle spese dei servizi e poi ne riceve solo 30.000 euro di punto in bianco, deve far pagare la TASI per sopravvivere e garantire la luce delle strade,la pulizia,le forze dell’ordine..

      1. Scritto da Jim

        Risposta che fa ridere i polli . Mi citi l’elenco dei comuni che non hanno applicato la Tasi facendo ricorso alla liquidazione del patrimonio. Basta con le barzellette della lega che quando è al governo è il peggio del peggio e quando non è al governo attacca i temi che lei NON HA FATTO in anni e anni che hanno portato al disastro economico. Un minimo di pudore !

        1. Scritto da Padania Celtica

          C’è un metodo più semplice: si prende una piccolissima parte dei 65 M-I-L-I-A-R-D-I che regione Lombardia butta nel c….. pardon: invia a roma come residuo fiscale (come avere ogni anno SESSANTACINQUE MARE-NOSTRUM da finanziare) e li si da ai comuni. Semplice no?

        2. Scritto da Alessandra

          Non so cosa c’entri la lega con me, comunque,gli immobili erano un esempio,alcuni grazie al fotovoltaio, altri grazie alle tasse di soggiorno,insomma utilizzando altre entrate evidentemente sono riusciti a risparmiare o a recuperare denaro. Tanto di cappello. Ma e’ impossibile pretendere che tutti i comuni abbiamo così tanti soldi da parte, perciò,se non ci sono,mica la si può azzerare… credo sarebbe piaciuto ad ogni Sindaco, se ci fosse stata la possibilità economica, azzerarla!!

  2. Scritto da Simo

    X Roger e Guido … ma sapete leggere l’articolo o no? … Questa persona sta urlando la sua rabbia contro chi ha fatto i tagli non x farsi pubblicità … proprio x difendere i diritti di chi paga le tasse! Alle ultime elezioni si è presentato con una lista civica proprio perché non condivideva idee di partiti politici … non è esponente di nessun partito … informatevi prima di sparare fregnacce !!!

  3. Scritto da il polemico

    purtroppo la gestione dell’euro si sta dimostrando un fallimento totale,pure la ricca francia se ne sta accorgendo,mentre l ‘inghilterra che non aveva l’illuminato economista prodi nel suo governo,si è guardata bene dall’entrarvi.ora si continua a rastrellare e togliere soldi a destra e sinistra,senza avere un minimo miglioramento generale,dimostra sempre piu che la moneta euro non ha motivo di esistere,tranne ovviamente per il pd e per i suo elettori,che sembra non soffrano della crisi

    1. Scritto da Padania Celtica

      Londra non è mai entrata nell’eurozona (anche) perchè aveva le colonie da cui storicamente drenava e drena risorse (un po’ come il talebanistan con la colonia Padania). Mi dice questo insulso paese quali colonie aveva per potersi permettere di stare fuori dall’eurozona,l’Abissinia?

    2. Scritto da Polemico di sta f.....

      Quindi l’Inghilterra non è in crisi avendo la sterlina? Cosa cavolo centra l’Euro, non diciamo stupidaggini. Il problema sono le politiche liberiste introdotte in Europa dai trattati di Libona e Maastricht. Tutti acclamati da PD, PdL e Lega. Anzi sottoscritti da governi di centrodestra PdL e Lega, ora rompete le scatole sul dettaglio dell’euro per fare dimenticare al popolino che anche voi leghisti avete sottoscritto quegli accordi che hanno fatto la miseria del paese.

  4. Scritto da sobrietà

    Basta,Sessa, con queste accuse! Parli troppo, con i tuoi proclami vuoi addossare ad altri la tua TASI al 3 per mille. O miri a diventare famoso, per la prossima poltrona fra coloro che legiferano? Vedemo come risolverai il problema del debito pubblico….

  5. Scritto da A.Z.BG

    Bravo sindaco,hai perfettamente ragione.Da quando è stato defenestrato l’ultimo governo eletto dal popolo per mettere al governo dei pupazzi servi di bruxelles e di Washington è enormemente aumentato il debito pubblico per non tagliare le loro prebende,dati soldi alle banche amiche(MPS),tolte le pensioni alla gente comune,non certo a ciampi(+ di 60.000€/mese),Amato(+di 30.000€mese),segretario della camera(+ di 70.000€/mese),ecc.tolti soldi a disabili,ee.ll.e ff.oo.e dati a invasori vari!

    1. Scritto da Z.A.Z.A.zzzzzzzzzz.

      Veramente il debito pubblico si è formato grazie alle liberalizzazioni liberiste di Andreatta nel 1982. Un disastro voluto da uomini come gli ex socialisti ora liberisti che sono la spina dorsale di FI. Le bricciole di cui parla servono solo a non fare vedere gli 80 MILIARDI di Euro che diamo in regalo agli speculatori finanziari ogni anno, quelli li affamano l’Italia, i piccoli ladrocini italici peggiorano solo pochissimo il quadro, evitiamoli ma certo non si esce così dalla crisi.

  6. Scritto da roger

    Questo sindaco imperversa sui media alla ricerca spasmodica di una visibilità e si dimentica che in quanto esponente di partiti che hanno governato l’Italia è corresponsabile dello stato delle cose.
    Quindi faccia così: si dia una martellata in testa per punizione e poi gli crediamo, ma ci ha preso per cretini? Questo è quasi più ridicolo dei pianti della Fornero.

  7. Scritto da Guido

    Invece di sfogarsi in tv dovrebbe sfogarsi e prendere le dovute misure con i politici che hanno gestito e governato il Paese. Vorrà mica urlare contro i cittadini questo stato di cose. I cittadini, più che pagare ed essere tartassati per tutta la vita da degli amministratori che hanno usato malissimo (nella migliore delle ipotesi) la carica di amministratori e dirigenti pubblici, non possono fare. Si ribelli al sistema capestro, se ne ha voglia.

  8. Scritto da Facce Ride

    Che dica queste cose un appartenente al partito che, insieme al pdl ha portato l’italia al disastro , fa semplicemente ridere i polli !!!!

    1. Scritto da No euro

      Il disastro in Italia l’ha portato chi ci ha portato in Europa, dove versiamo milioni di Euro senza capire perché. E di certo non é stato Berlusconi a portarci in Europa, anche se pure lui ci sguazza.

      1. Scritto da precisiamo

        A non sarà stato solo Berlusconi, indubbiamente il PD ha le sue colpe. Ma lui, col sostegno leghista, ha firmato tutti i trattati da quello di Lisbona a quello di Maastricht. Ora lui e la Lega li rinnegano, la Lega addirittura vuole uscire dall’Euro! Non so se sono più penosi questi o il povero Sessa, io li definirei coccodrilli imbroglioni.

      2. Scritto da Si Neuro

        Cosa c’entra l’euro ? La corruzione, la malagestione e l’incompetenza hanno rovinato l’italia , non l’euro !!

    2. Scritto da Sergio

      E’ da tutto il dopoguerra che questi personaggi contano (e fino ad oggi i fatti gli danno ragione) sulla memoria corta e sulla farsa della sovranità popolare col voto, dei cittadini…… Sveglia!!!