BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giorgio Gori alla Leopolda “Renzi ha predicato meno e fatto più di Berlusconi”

“Non mi sento il punto di congiunzione tra Renzi e Berlusconi”. Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori è tra i protagonisti della Leopolda5, la kermesse organizzata ogni anno dai sostenitori di Matteo Renzi. Dopo due primarie, la campagna elettorale e la vittoria alle elezioni amministrative da esponente del Pd non dovrebbero esserci dubbi sulla provata fede politica di Giorgio Gori. Eppure la domanda sul suo passato in Mediaset spunta sempre.

Più informazioni su

“Non mi sento il punto di congiunzione tra Renzi e Berlusconi”. Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori è tra i protagonisti della Leopolda5, la kermesse organizzata ogni anno dai sostenitori di Matteo Renzi. Dopo due primarie, la campagna elettorale e la vittoria alle elezioni amministrative da esponente del Pd non dovrebbero esserci dubbi sulla provata fede politica di Gori. Eppure la domanda sul suo passato in Mediaset spunta sempre. "Nella mia vita mi sono trovato a frequentare l’uno per motivi esclusivamente professionali e l’altro per motivi esclusivamente politici – ha specificato -. Vedo molti punti di differenza, come punto di comunanza vedo invece una forte attitudine all’innovazione, che purtroppo il primo ha però tradito. Ha predicato il cambiamento della società italiana e poi non ha cambiato niente. Mi pare che Renzi abbia predicato molto meno e fatto molto di più”.

Nel giorno delle polemiche interne al Pd sulla contemporanea manifestazione della Cgil in piazza a Roma Gori non si sottrae e, anche se indirettamente, dice come la pensa: “Credo che sia abbastanza chiaro che ci sia un confronto fra un’Italia che ha voglia di fare, che guarda con fiducia e speranza al futuro, che per raggiungerlo sa che occorre questa condizione d’animo, e un’altra che è più abituata a lamentarsi, a protestare a dire "non si può fare". Mi riconosco per carattere nella prima. La manifestazione va rispettata, ma non si può essere sempre tutti d’accordo".  Con il sindaco di Bergamo ci sono anche il parlamentare Giovanni Sanga, il consigliere regionale Mario Barboni, consiglieri comunali di molti Comuni della provincia e renziani della prima ora.

STORIFY

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luciano Avogadri

    Il contrasto e’ tra chi continua a proporrre ricette che negli ultimi 30 anni ci stanno lasciando al palo, e chi cerca di provare con un percorso diverso. Dopo viene anche il contrasto tra chi spera che ci sia ancora qualche osso da spolpare (lo si chiami patrimoniale o lotta all’evasione fiscale, magari uno e’ un po’ piu’ nobile dell’altro, ma l’angolatura di visuale e’ la stessa) e chi finalmente vuole porsi il problema di come si riesce ad accumulare ricchezza.

    1. Scritto da Alberto

      E quale sarebbe questo percorso diverso, di grazia? Almeno l’ha letta l’ultima finanziaria (gli articoli di legge veri e propri, non quello che i giornali vogliono far credere al popolo beota)?

  2. Scritto da Alce

    I nuovi borghesi, multimilionari in salsa rigorosamente statale, votati dagli statali che non soffriranno mai crisi o licenziamenti. Anche soltanto la presa in giro dell’abolizione delle province con un trucchetto verbale, la dice lunga sulla considerazione che hanno dei cittadini contribuenti.

  3. Scritto da povero pd

    Purtroppo Renzi è peggio di Berlusconi: grandi sparate elettorali, grandi promesse poi smentite il giorno dopo (stai tranquillo Enrico, l’art. 18 non si tocca, mai con Berlusconi etc.) Idem Gori col cambio di passo e poi l’unica cosa che ha cambiato sono i poggiamani sulle panchine mentre sul rispetto dell’ambiente e delle norme di legge grande retromarcia (vedi aeroporto). Nei fatti la “grande voglia di fare” si traduce nel togliere soldi e diritti a chi ne ha già pochi…

  4. Scritto da il naggio

    Il cambio della società italiana? Certo! Togliendo fondi ai malati (100mln),agli alluvionati(50mln) destinandoli all’immigrazione.avanti che c’è posto per tutti.

    1. Scritto da federico

      Scambiare l’immigrazione come causa del fallimento di questa società è come affermare che la seconda guerra mondiale è stata causata dalla cattiva digestione di Mussolini.
      Cerchiamo di non renderci ridicoli e poi se c’è stato posto per uno come te ci sarà anche posto per altri.

      1. Scritto da Alessandro

        Hai ragione visto che c’e’ posto anche per quelli con le fette di salame sugli occhi come te……. apri gli occhi e guardati attorno

      2. Scritto da Paolo

        Comunque la burocrazia sta pesantemente peggiorando le cose ed i servizi, che per natura (con tecnologie sempre più avanzate e persone sempre più titolate dalle scuole) dovrebbero migliorare e semplificare la vita ai cittadini. Una visita specialistica col ssn minimo due mesi di attesa…. Qualche anno fa non era così…. Contento lei…..

  5. Scritto da Norberto

    Ancora oggi non riesco a capire chi li ha votati . Questo nuovo partito e’ composto solamente da multimilionari … dove sono finiti quelli di sinistra ?

  6. Scritto da Fabio Locatelli

    Per fortuna che io da persona di sinistra Gori non l’ho votato, questo non capisce neanche dove vive! E poi Sanga l’ex Dc, poi Bersaniano, ora Renziano e domani….. ma per piacere!
    Ridadeci i Komunisti…..

  7. Scritto da tex

    la verità è che renzi non è del pd, lui e la sua banda si sono impossessati di un partito di falliti ed inetti e lo usano a loro piacimento mentendo e tradendo i cittadini. Ciò che mi fa piacere è la conferma che il pd è il nulla, il vuoto più assoluto e renzi se l’è preso !!! grande renzi !!