BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Romano, giustizia fai da te: insegue il ladro, recupera refurtiva e lo fa arrestare

Dopo aver subito il furto di due biciclette del valore di 400 euro nella propria abitazione, l'uomo ha inseguito il ladro, è riuscito a recuperare la refurtiva e grazie all'aiuto di alcuni passanti anche a farlo arrestare: è un 21enne moldavo residente a Brescia

Giustizia fai da te a Romano di Lombardia. Dopo aver subito un furto nella propria abitazione, un cittadino romanese ha inseguito il ladro, è riuscito a recuperare la refurtiva e grazie all’aiuto di alcuni passanti anche a farlo arrestare.

L’episodio è accaduto mercoledì sera intorno alle 22, quando l’abitante di una cascina, dopo aver udito alcuni rumori provenire dal porticato, si è accorto che un uomo si era introdotto nel suo cortile e gli aveva rubato due biciclette, del valore di circa 200 euro ciascuna, nonostante fossero chiuse con catena e lucchetto. 

Si è quindi immediatamente messo in auto al suo inseguimento. Una volta intercettato poco distante, ha prima tentato, invano, di farlo fermare, anche attraverso alcune intimidazioni. Poi ha pensato di farlo cadere dalla bici: recuperato il mezzo, il ladro è però fuggito a piedi. 

L’uomo derubato si è quindi diretto verso la caserma dei carabinieri per denunciare l’accaduto ma nel tragitto ha incrociato una pattuglia dei carabinieri di Martinengo e ha spiegato loro quanto accaduto. Nel frattempo altri cittadini hanno inseguito il ladro, che dopo l’arrivo dei militari è stato fermato e arrestato per furto aggravato. 

SI tratta di C. S., moldavo di 21 anni, residente a Brescia, studente incensurato. Dopo la perquisizione personale i carabinieri hanno trovato nello zaino che aveva con sè un quaderno con un elenco di bici e telefoni con cifre, oltre a un telefono cellulare ancora confezionato del valore di 500 euro e di dubbia provenienza.

I controlli sono così stati estesi all’interno della sua abitazione, dove i militari hanno recuperato una terza bici, oltre alla seconda sottratta poco prima, che era stata nascosta nelle vicinanze.

L’arresto è stato convalidato con la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Brescia (con permesso di raggiungere però la scuola a Milano) e obbligo di firma quotidiano. Il processo è stato aggiornato al 30 ottobre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.