BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lancette indietro: torna l’ora solare I rischi per la salute

Addio ora legale, torna l'ora solare. Lancette indietro di sessanta minuti nella notte tra sabato 25 e domenica 26 ottobre. Una misura per ridurre i consumi energetici, i possibili effetti negativi sul corpo.

Addio ora legale: nella notte tra sabato 25 e domenica 26 ottobre torna l’ora solare. Le lancette torneranno indietro di sessanta minuti e permetterà di riposare un’ora in più. Ma la staffetta dall’ora legale alla solare potrebbe anche portare qualche disturbo, per l’influenza sul cosiddetto orologio biologico.

Alcuni effetti del ritorno dell’ora solare sono rappresentati da irritabilità, stanchezza, difficoltà a concentrarsi, abbassamento dell’umore.

Si stima infatti che circa 12 milioni di italiani possano soffrire di qualche disagio legato al cambio dell’ora.

A risentirne di più del cambio dell’ora legale saranno le persone più mattiniere. Le minori ore di luce incideranno sull’umore, perché la luce aiuta il cervello a secernere la serotonina, l’ormone del buonumore. Il cambiamento d’ora inciderà di meno sugli anziani, perché sono i più resistenti alla riduzione delle ore di sonno e riescono a rendere meglio anche quando dormono poco.

UNA MISURA INTRODOTTA PER RISPARMIARE ENERGIA

L’ora legale è stata istituita con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici legati all’illuminazione artificiale. Nei sette mesi da aprile a ottobre, spostando in avanti le lancette di un’ora si ritarda l’utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento e le giornate sono più “lunghe”.

Il nome internazionale dell’ora legale è Daylight Saving Time – DST che esplicita la natura del cambio dell’ora, letteralmente “tempo per il risparmio della luce”. L’ora legale viene applicata nelle modalità indicate per l’Italia a tutti i paesi membri della Comunità Europea.

L’ora legale è stata introdotta per la prima volta in Italia il 3 giugno del 1916, dal 1980 si applica a tutta la comunità europea. La durata del periodo di ora legale si è modificata nel tempo: fino al 1980 durava 4 mesi, dalla fine di maggio alla fine di settembre; dal 1981 al 1995 durava 6 mesi, dall’ultima domenica di marzo all’ultima domenica di settembre;dal 1996 a oggi dura 7 mesi, dall’ultima domenica di marzo all’ultima domenica di ottobre.

L’ora legale tornerà in vigore il 29 marzo 2015.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vito

    Non c’è’ ora solare che tenga : per quanto mi riguarda decido io quante ore dormire, anche perché’ il cambio ora avviene sempre tra sabato e domenica. Buonanotte

  2. Scritto da piero

    ma quindi si dorme di più o di meno? dall’articolo non si capisce, e io stasera quando vado a letto devo saperlo.

    1. Scritto da davide

      “Addio ora legale: nella notte tra sabato 25 e domenica 26 ottobre torna l’ora solare. Le lancette torneranno indietro di sessanta minuti e permetterà di riposare un’ora in più.” È la prima frase dell’articolo.

      1. Scritto da el temperador

        E’ più corretto dire che il giorno 25 ottobre avrà un’estensione temporale convenzionale di 25 ore. Che poi si dorma di più, dubito, dovendo di fatto andar a letto con il pensiero di svegliarmi proprio nella fase rem per andar a cercare al buio ciabatte, occhiali, la sveglia, e poi tentonare con le rotelline delle lancette, avanti o indietro? e poi con tutti gli orologi di casa messi in fila sul tavolo di cucina, riallinearli al secondo, uno a uno, riappenderli…ciao sonno!