BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incidente a Mozzanica: muore a 58 anni un medico del paese

Giovedì sera il dottor Alessandro Filippi, medico di base di molte famiglie, stava tornando a casa dal lavoro in moto quando è finito contro un'auto. Lascia nel dolore la moglie e due figli. Era responsabile dell'Area Cardiovascolare della Società Italiana di Medicina Generale

Stava tornando a casa dal lavoro in moto quando, per cause ancora da chiarire, è finito contro un’auto ed è morto. Il drammatico scontro di giovedì sera a Mozzanica è costato la vita al dottor Alessandro Filippi, medico di base di molte famiglie del paese.

La tragedia si è consumata intorno alle 19.40 lungo l’ex strada statale 11, già teatro in passato di numerosi incidenti mortali. L’uomo stava rientrando a casa a bordo della sua moto, quando ha sbattuto contro una Reanault Megane ed è finito sotto la vettura. Una caduta violentissima, a causa della quale poco dopo ha trovato la morte.  

Sul posto è intervenuto il personale del pronto soccorso e i carabinieri di Treviglio per effettuare i rilievi e far defluire il traffico in un orario particolarmente delicato dal punto di vista viabilistico. 

Il dottor Filippi, molto conosciuto e ben voluto a Mozzanica, lascia nel dolore moglie e due figli. La salma è stata composta nella camera mortuaria del cimitero mozzanichese. Dopo la tragedia, sono stati numerosi i messaggi di cordoglio pubblicati su Facebook dagli abitanti della zona. 

Oltre che medico di base a Mozzanica e anche a Fornovo San Giovanni, era responsabile dell’Area Cardiovascolare della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG). 

“Non è sempre semplice per il medico di Medicina Generale, cioè il medico di famiglia, instaurare un dialogo terapeutico con un paziente – aveva dichiarato in un’intervista a un portale specializzato – . Il ruolo più importante, naturalmente, spetta al medico che deve instaurare un rapporto di “collaborazione attiva e consapevole” e cioè deve spiegare bene al paziente in che cosa consiste la cura, perché è importante, quali obiettivi si vogliono raggiungere e perché va protratta per tutta la vita". 

Il video di un suo intervento sull’ipertensione: 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.