BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cisl, Petteni va a Roma Tramonta il passaggio di Piccinini in Lombardia

E' ufficiale: il bergamasco Gigi Petteni, lascia la Cisl Lombardia ed entra nella segreteria nazionale. Non sarà segretario aggiunto. Tramonta invece la possibilità di Piccinini di entrare nella segreteria della Cisl Lombardia. Dopo un primo passaggio a Osvaldo Domaneschi, ora segretario Organizzativo, alla guida di Cisl Lombardia andrebbe il bergamasco d'adozione Roberto Benaglia, già alla guida Fim Lombardia.

Il sindacalista bergamasco Gigi Petteni entra nella segreteria nazionale della Cisl.

"E’ di innovazione e coraggio che abbiamo bisogno. Coraggio e innovazione tipiche della Lombardia. Per questo, oltre al cesto di melograni che mi avete regalato, a Roma mi porterò anche Gigi Petteni", così Annamaria Furlan, neo-segretaria nazionale della Cisl giovedì 23 ottobre a Milano ha sciolto le sue riserve davanti ad una platea di 3.000 delegati.

A succedere a Petteni pare sarà un altro bergamasco, anche se d’adozione, Roberto Benaglia già alla guida dei metalmeccanici della Cisl Lombardia. Tramonta di fatto, a meno di nuovo sorprese, il passaggio di Ferdinando Piccinini, segretario Cisl Bergamo alla guida del sindacato lombardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lecchi pietro

    la mia opinione su Petteni: concordo che non è un giovane, ma un vento nuovo a Roma lo porterà. Landini (fiom) oltre a dire no ha mai firmato un contratto sindacale? non scomodiamo Lama e Carniti!!!
    Chi vuole offendere una persona (solo opinioni) senza mostrare volto, non merita attenzione. Spero nella correttezza

  2. Scritto da c.b.

    Se innovare significa portare a Roma una persona che è pagato dal sindacato da circa 30 anni vuol dire che le parole non hanno più significato. Questa scelta è coerente con la crescente perdita di credibilità del sindacato e della sua classe dirigente burocratizzata. Sono stato nel sindacato ai tempi di Lama e Carniti e mi dispiace vederlo ridotto in queste condizioni.

  3. Scritto da Mefistofele

    Coraggio e innovazione…quindi Petteni sarebbe un innovatore e coraggioso. Mah…
    Le vere scelte innovative e coraggiose sarebbero quelle di non tutelare le proprie posizioni di rendita, di non difendere a spada tratta lazzaroni e fannulloni, di non usare il sindacato per costruire la propria carriera politica e frequentare i palazzi del potere…
    Queste le scelte coraggiose e innovative, anche per petteni, anzi per lui in primis

  4. Scritto da mario59

    Me lo ricordo 20 anni fa quando era un semplice sindacalista dei tessili..un gran chiacchierone tutto fumo e niente arrosto, sempre pronto a mettere in atto qualche intrallazzo con la direzione aziendale, naturalmente a scapito di chi pagava la tessera.
    Adesso va a Roma… proprio il posto giusto per gli intrallazzi.

    1. Scritto da mefistofele

      L’ennesimo fanfarone ora diventato dirigente. Chiacchiere (inciuci) e distintivo. Cercate su youtube i suoi interventi…il nulla! “bisogna fare di più”, “Facciamo un tavolo” (ben imbandito!), “c’è la crisi” (sic!)…
      Per carità, con la terza media non è che si può pretendere molto di più

      1. Scritto da Tom

        Anche io come Mario lo ricordo ai bei tempi dei Tessili molti anni fa ormai,e ho lo stesso suo ricordo del”buon”Gigi,tante parole ma poi… E non penso sia un problema di terza media,ho conosciuto gente con la quinta elementare capacissima e onesta.