BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Foppa, ora si fa sul serio “Ci serve tranquillità, così possiamo vincere”

Il tecnico Lavarini sul primo impegno ufficiale della nuova stagione, quello di questa sera con Busto Arsizio: "Finora abbiamo svolto un buon lavoro, dobbiamo solo trovare più consapevolezza e tranquillità".

Più informazioni su

Foppa, ecco la prima gara infuocata: al PalaGeorge di Montichiari, Foppapedretti Bergamo e Unendo Yamamay Busto Arsizio si giocheranno un posto alla finalissima di Supercoppa Italiana. Per andare a contendersi il primo trofeo di stagione contro le campionesse d’Italia di Piacenza, sabato a Monza, orobiche e bustocche dovranno incrociare le armi nello spareggio in programma alle 20.30.

Per presentare la sfida, nessuno meglio del tecnico rossoblù Stefano Lavarini, che ha vissuto i progressi del gruppo al lavoro dal primo settembre.

A che punto di condizione fisica e di affiatamento si presenta la Foppapedretti allo Spareggio?

"Stiamo abbastanza bene e siamo in buone condizioni di forma, nonostante Federica Tasca, che da qualche giorno non può lavorare per un fastidio alla schiena, e Miriam Sylla che ha ripreso dopo essere stata fermata da un fastidio muscolare. A livello di affiatamento dobbiamo invece ancora crescere molto come squadra. Una settimana fa abbiamo avuto un innesto importante con Celeste Plak e stiamo lavorando per inserirla al meglio. Per questo ci vuole solo tempo e tanto vissuto insieme. Se diamo un’occhiata a quanto fatto sabato sera in occasione del Trofeo Passione Volley, possiamo dire di aver fatto due buoni set e buone cose nel terzo. Significa quindi che quando affrontiamo le situazioni nel modo giusto, possiamo proporre un discreto gioco. Abbiamo avuto delle insicurezze che sono da stabilizzare e abbiamo perso la bussola, ma penso sia così per tutti a inizio stagione. Credo che siamo competitivi nonostante questo, perché in questo momento tutte le squadre vivono la stessa situazione. Perciò considero il lavoro a un buon punto. Dobbiamo trovare più consapevolezza e tranquillità".

Che Busto si aspetta e che gara si devono aspettare gli spettatori?

"Penso che anche Busto possa dover far fronte all’esigenza di trovare continuità e automatismi. Ha comunque un tasso tecnico importante, così come importanti sono le individualità. Mi aspetto in ogni caso una gara di qualità nonostante sia il primo appuntamento di stagione. Perché è una gara secca, importante, che permette di giocarti subito il primo trofeo dell’anno".

Del gruppo che scenderà in campo al PalaGeorge farà parte anche Daniela Pillepich, centrale classe 1996 in forza al Settore Giovanile del Volley Bergamo e punto di forza della formazione che disputa il campionato di B1.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.