BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo “cattura” l’Expo Arte, vini e show da maggio per 180 giorni

La regia è del Comune di Bergamo, ma in scena c'è tutta la città con i suoi teatri, musei, fondazioni, associazioni e imprese pronte ad animare i 180 giorni dell'Expo', da maggio ad ottobre.

Sei mesi filati, centottanta giorni e più di spettacoli, mostre, proiezioni, concerti, allestimenti. Bergamo "cattura" l’Expo e si prepara a salire in sella ad una grande opportunità per cavalcarla al meglio.

“Bergamo Per Expo: Update #1” è il primo di una serie di momenti pensati per informare i bergamaschi a riguardo del grande lavoro che le tante importanti realtà della città hanno raccolto in vista di Expo 2015" esordisce il sindaco Giorgio Gori. Il Comune di Bergamo siede alla regia, in scena sfilano tantissime associazioni, fondazioni, teatri – praticamente tutti quelli presenti in città – per rappresentare la propria parte in vista dell’Expo che si apre il prossimo primo maggio a Milano.

"In questo modo Bergamo con l’Expo ha l’occasione di affiancare alla propria tradizionale identità manifatturiera un nuovo e promettente profilo turistico – prosegue Gori -. I sei mesi dell’Expo saranno quindi ricchi di eventi e appuntamenti di profilo internazionale, sostenuti da uno sforzo di comunicazione del tutto nuovo per Bergamo. La prossimità dell’aeroporto di Orio e la vicinanza a Milano mettono la nostra città nella condizione di poter intercettare una parte dei flussi attesi".

“L’Amministrazione Comunale – aggiunge l’assessore alla Cultura e all’Expo Nadia Ghisalberti – sta lavorando con le istituzioni pubbliche e private della città per costruire eventi attrattivi per ogni giorno dei sei mesi di Expo, un palinsesto che renda Bergamo una città stimolante per i suoi cittadini e un polo attrattivo per i turisti”.

Il palcoscenico d’onore non può che essere Città Alta, ma con porta d’ingresso la riapertura dell’Accademia Carrara. Il prossimo 6 novembre alle 21 verrà annunciata la data di riapertura della prestigiosa pinacoteca bergamasca dopo 6 lunghi anni di lavori di ristrutturazione in occasione del “Grand Tour 2008-2014”, all’auditorium di Piazza della Libertà.

Non riaprirà solamente la pinacoteca, ma sarà anche il debutto del nuovo sito. Si sussurra che la Carrara riapra a primavera, quando in via San Tomaso, alla Gamec sarà in corso la prima grande retrospettiva promossa dalla Fondazione Credito Bergamasco e Università di Bergamo dedicata a Jacopo Negretti detto Palma il Vecchio, in calendario da marzo a giugno 2015. A cura della Gamec saranno invece i due appuntamenti che porterà a Bergamo uno degli artisti più influenti tra i New Media e uno dei più grandi artisti russi del Novecento.

Al Palazzo della Ragione ad aprile sarà il turno di Cory Arcangel, riconosciuto come uno dei più importanti e influenti artisti New Media, mentre l’altra grande mostra sarà quella antologica dedicata a Kazimir Malevic con oltre 73 opere del maestro e altre 37 opere di altri artisti russi. Sempre nel campo dei musei sono da annotare le iniziative dei musei diocesani, oltre al Museo Bernareggi e al Museo Tesoro del Duomo, anche il Museo “San Martino" di Alzano Lombardo.

E ancora il Museo Donizettiano che si prepara alla revisione dell’allestimento, oltre a interventi di restauro e manutenzione dei materiali storici e, infine, la redazione di nuovi supporti testuali anche in lingua straniera consentiranno di promuovere la sua figura in relazione alla comunità e al territorio.

“Cibo per il corpo, cibo per la mente” sarà invece il percorso proposto dal Museo archeologico di Bergamo che si lega al tema dell’alimentazione proposto da Expo. E su questo fronte l’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota” organizza una serie di progetti come "Astino: un sito espositivo naturale per Expo”. Per raggiungere Astino il Parco dei Colli sta studiano la realizzazione di una pista ciclo-pedonale che lo colleghi con la Madonna della Castagna e la sede di Valmarina (sede del Parco) per creare la “via dei Monasteri”.

Astino ospiterà la cantina di oltre mila bottiglie del grande enologo Luigi Veronelli, oltre alla grande mostra che fino al febbraio 2015 sarà ospitata alla Triennale di Milano. E proprio sul vino punta anche l’associazione Signum per creare un “Fuori Expo” del vino in terra bergamasca con il moscato di Scanzo e il Val Calepio. Il calendario si arricchisce dei concerti del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo e altri appuntamenti per riscoprire e valorizzare le musiche di Gaetano Donizetti.

Bergamo spalancherà i portoni che danno sui cortili dei palazzi storici anche per le proiezioni di film in lingua originale a cura del Lab 80 e di Bergamo Film Meeting.

Insomma, per essere il primo appuntamento di annunci, un po’ come se fosse un antipasto, c’è da annotare che il menù sarà sostanzioso, ma soprattutto di alto livello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergio

    Questo tutto bello. Ma se consideriamo che da via Broseta a Porta Nuova mi ci vogliono piu’ di trenta minuti dopo aver osservato il passare di tre o quattro autobus stracolmi e se si riesce ad entrare il secondo traguardo e riuscire a scendere. Altro problema trovare una toilette per uno strsniero impossibile.