BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Telgate, tasse sulla casa Sindaco dopo la protesta: “Non obbligo a stare qui”

Il sindaco di Telgate replica al Comitato Antirazzista 500 euro che ha manifestato nuovamente contro gli aumenti sull'idoneità alloggiativa: “Ci sono regole da rispettare. Non obbligo nessuno a restare, venire qui o andarsene”.

Continua la protesta a Telgate del Comitato Antirazzista 500 euro: l’obiettivo ormai è noto, la delibera numero 55 approvata il 17 giugno scorso che ha alzato a 325 euro i diritti di segreteria per il documento di idoneità alloggiativa che permette ai cittadini stranieri, ad esempio, di ottenere il contratto di soggiorno con il datore di lavoro, o espletare le pratiche di ricongiungimento familiare.

Sabato 18 ottobre il comitato si è riunito in piazza Vittorio Veneto, di fronte al Comune, per manifestare il proprio dissenso al sindaco Fabrizio Sala: “Era una protesta diretta – fanno sapere dal Comitato – Il sindaco, non contento dei provvedimenti discriminatori e razzisti presi, cerca oltretutto di limitare la libertà di riunione degli aderenti al Comitato, consigliando di non concedere le sale agli ‘stranieri’ per le riunioni”.

Il fronte della battaglia, dunque, sembra ampliarsi.

Dal canto suo, però, il sindaco Sala rimane fermo sulle proprie posizioni: “A Telgate ci sono diritti e doveri uguali per tutti: il Comitato ha tutto il diritto di manifestare, anche contro il sottoscritto. Dispiace però che ancora una volta non abbiamo avuto comunicazione di questo presidio. Io sto amministrando rispettando un programma che è stato votato dai cittadini. Per il resto non obbligo nessuno a restare, a venire qui e nemmeno ad andarsene: chi non vuole sottostare alle nostre regole è libero di trovare una sistemazione più appropriata alle sue esigenze”.

E sulla concessione delle sale replica: “Non è mai stata protocollata nessuna richiesta di utilizzo di spazi da parte del Comitato 500 euro, quindi la loro dichiarazione mi sorprende”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.