BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovanni Battista Moroni Tredici suoi capolavori alla Royal Academy of Arts fotogallery

Prosegue la trasferta dei capolavori dell’Accademia Carrara nel mondo. Questa volta a volare a Londra sono le opere di Giovanni Battista Moroni che, dal 25 ottobre, per la prima volta nel Regno Unito, saranno in mostra all’interno della prestigiosa cornice della Royal Academy of Arts.

Prosegue la trasferta dei capolavori dell’Accademia Carrara nel mondo, ambasciatori dell’eccellenza e della qualità della collezione bergamasca. Questa volta a volare a Londra sono le opere di Giovanni Battista Moroni che, dal 25 ottobre, per la prima volta nel Regno Unito, saranno in mostra all’interno della prestigiosa cornice della Royal Academy of Arts. Accademia Carrara fa conoscere ancora i suoi capolavori al grande pubblico, attraverso generosi prestiti a musei nazionali e internazionali.

La mostra alla Royal Academy, è la maggiore retrospettiva mai dedicata a Giovanni Battista Moroni, grazie al consistente prestito di opere d’arte da parte dell’Accademia Carrara e della città di Bergamo, che vantano nelle loro collezioni il maggiore corpus di capolavori del maestro del Rinascimento.

Sei le opere provenienti dall’Accademia Carrara, sette dalla Diocesi di Bergamo, tra queste ricordiamo due famosi ritratti maturi del pittore, Ritratto di Bernardo Spini e Ritratto di Pace Rivola Spini che, colti in piedi, sono intenti a mostrare i loro abiti migliori, e ancora, Ritratto di vecchio seduto, immerso in uno sfondo grigio, si mostra nella sua naturalezza e spontaneità, cifre caratteristiche della pittura di Giovanni Battista Moroni.

“Siamo molto soddisfatti dell’alto livello qualitativo delle opere provenienti dall’Accademia Carrara e dalla Diocesi di Bergamo” queste le parole di Arturo Galansino (Royal Academy of Arts), curatore della mostra insieme a Simone Facchinetti (direttore Museo Adriano Bernareggi di Bergamo), “è un piacere presentare questi capolavorisoprattutto ora, in previsione della riapertura dell’Accademia Carrara. I capolavori bergamaschi saranno sicuramente i protagonisti assoluti della mostra alla Royal Academy”.

LA STORIA DELL’ACCADEMIA CARRARA

Accademia Carrara nasce per volontà di Giacomo Carrara, che nel 1796 donò la sua ricca collezione alla città di Bergamo. Nel corso di oltre duecento anni si è arricchita grazie a lasciti di grandi conoscitori come Guglielmo Lochis, Giovanni Morelli e Federico Zeri.

Memoria e simbolo del collezionismo italiano, Accademia Carrara ha preservato capolavori assoluti della storia dell’arte, testimonianze dei secoli compresi tra il XV e il XIX di artisti quali Pisanello, Mantegna, Giovanni Bellini, Botticelli, Raffaello, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto e Piccio. Tra le eccellenze, Accademia Carrara vanta i più importanti corpus di opere di Lorenzo Lotto e Giovanni Battista Moroni.

DOVE E QUANDO

Giovanni Battista Moroni

Londra, Royal Academy of Arts

25 ottobre I 25 gennaio 2015

a cura di Simone Facchinetti e Arturo Galansino

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.