BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro il governo Renzi Sabato in piazza a Roma Cgil: 14 bus da Bergamo

Sono già 14 i pullman di lavoratori della Cgil che sabato 25 ottobre saranno a Roma per protestare contro le politiche del lavoro del Governo Renzi. Franco Martini della segreteria Cgil nazionale oggi a Bergamo: "Chiediamo che si facciano investimenti, non tagli, per far ripartire l'occupazione. Renzi vuole dialogare con un sindacato che non c'è".

Sono 14 i pullman di lavoratori iscritti alla Cgil che la sera di venerdì 24 ottobre partiranno da Bergamo diretti a Roma dove sabato 25 si svolgerà la giornata di mobilitazione nazionale contro le politiche del lavoro del Governo Renzi.

“Lavoro, dignità, uguaglianza per cambiare l’Italia” saranno le parole d’ordine che la Cgil porterà in piazza a Roma. I cortei partiranno alle 9.30 da Piazzale Ostiense e da Piazza della Repubblica per confluire in Piazza San Giovanni dove Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, prenderà la parola dal palco. La mobilitazione ha già preso il via nei giorni scorsi sui social media e proseguirà in maniera virale con l’hashtag #tutogliioincludo.

"Abbiamo già raccolto 14 autubus, ma altri lavoratori scenderanno a Roma in treno o con i propri mezzi – afferma Luigi Bresciani, segretario della Cgil Bergamo -. Stimiamo che da Bergamo partiranno oltre un migliaio di manifestanti".

Franco Martini, della segreteria Cgil nazionale, intervenuto martedì 21 ottobre a Seriate all’Attivo Provinciale della Cgil rimarca: "Non chiediamo la caduta del governo Renzi, ma la revisione delle sue politiche che non porteranno a nulla. Non si può far ripartire il Paese pensando di annullare i diritti dei lavoratori, servono investimenti. Il Job Act potrebbe far ripartire l’occupazione solamente se il Pil crescesse di tre punti l’anno, così come è strutturato e con la nostra economia potremmo vedere benefici forse fra vent’anni. Noi non chiediamo la testa del Governo Renzi, ma al presidente del Consiglio chiediamo di dialogare con noi, non con un sindacato che non c’è".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lucio

    Che sono diventati mantenuti, parassiti, ciarlatani e anche loro hanno aumento le tasse.

  2. Scritto da lavoratore Lucchini

    Ho telefonato per salire sui pulman e mi hanno detto che non c’è più posto, aggiungete pulman. Voglio anch’io andare a Roma a protestare contro questo governo di palta che toglie ai poveracci per dare ai ricchi, fatemi salire.

  3. Scritto da PLUTO

    La Rivoluzione partirà da quella piazza il Popolo Italianoè stanco d’essere Governato da Buffoni, ora Chiediamo a Gran Voce la riduzione dei mega stipendi dei Politici pari ai Nostri stipendi, c’è la crisi, imparino a dare esempio di civiltà, BASTA MANTENUTI BASTA PARASSITI, BASTA CIARLATANI, BASTA TASSE

    1. Scritto da gigi

      questi discorsi li ho sentiti 25 anni fa dai leghisti, che e’ successo nel frattempo ?