BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calcioscommesse, Doni ai tifosi: “Un malinteso” Cola: “Mr? Io sono SC” video

Dopo gli sviluppi sull'inchiesta che lo riguardano, l'ex capitano nerazzurro è tornato a parlare: "E' in atto una strumentalizzazione nei miei confronti, le mie parole sono state fraintese". E Colantuono ci scherza su

"E’ in atto una strumentalizzazione nei miei confronti, le mie parole sono state fraintese". Dopo i nuovi sviluppi sull’inchiesta Calcioscommesse che lo riguardano, Cristiano Doni è tornato a parlare.

L’ex capitano nerazzurro ha inviato una lettera al sito dei tifosi Atalantini.com, per difendersi dagli articoli pubblicati nei giorni scorsi su alcuni giornali (tra cui Bergamonews, clicca QUI) in cui viene riportata una conversazione tra lo stesso Doni e Nicola Santoni alla viglia di Crotone-Atalanta del 22 aprile 2011 per -secondo gli inquirenti- accordare il risultato di quella partita.

Ecco la lettera di difesa inviata da Doni attraverso il proprio avvocato:

"Cristiano Doni non può esimersi dall’esprimere la propria amarezza e viva indignazione legate alla circostanza che il suo nome continua ad assurgere a pretesto per costruire fantasiose illazioni e speculazioni ormai prive di ogni contatto con la realtà dei fatti.

Di tale sistematica strumentalizzazione, unilateralmente consumata sulla persona di Doni, non costituisce che l’ultimo esempio l’articolo recentemente apparso sulla Gazzetta dello Sport, in cui, trattando degli esiti dell’incidente probatorio disposto dall’Autorità’ Giudiziaria di Cremona, si avanzano arbitrarie interpretazioni relative ad una presunta "combine" del match Crotone – Atalanta dell’aprile 2011.

Cristiano Doni si trova, suo malgrado, costretto a precisare con fermezza che la tesi suggerita nell’articolo e’ frutto di una impropria estrapolazione del contenuto di alcune conversazioni effettuate dallo stesso, che, se riferite al loro naturale ed originario contesto, assumono un significato del tutto diverso da quello attribuito dal quotidiano sportivo.

Solo l’esigenza di evitare che si alimentino – e che si amplifichino a dismisura, come troppe volte accaduto – equivoci sull’argomento, impone a Doni di rassicurare tutti gli appassionati di calcio circa la regolarità della partita con il Crotone.

E’ con la sicurezza di chi ha a propria tutela la verità dei fatti, e di chi si è in passato assunto le proprie responsabilità pagandone il prezzo sulla propria pelle, che Cristiano Doni si aspetta che i mezzi di comunicazione si astengano, d’ora in avanti, dal chiamare in causa la sua persona senza il conforto di alcun dato oggettivo". 

 

 Nella conversazione tra Doni e Santoni, viene nominato anche un "allenatore", detto poi "mr". L’ipotesi è quella che si tratti di uno dei mister di Crotone e Atalanta.

Stefano Colantuono, che già allora sedeva sulla panchina nerazzurra, nella conferenza stampa post Atalanta-Parma di ieri ha risposto a una domanda in merito:

"Ma cosa devo parlare, di una cosa che non esiste? Mr che è, Marco Rossi – ha scherzato il tecnico nerazzurro – Io sono S. C., tra le altre cose. Mr cosa è? Mister può essere pure Ms. Ma che ne so io. Neanche l’ho letta. Mi fa ridere", il commento di Colantuono prima di lasciare la sala stampa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.