BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Boakye a peso d’oro I suoi gol valgono 6 punti Ma Denis è irriconoscibile fotogallery

Il ghanese coi suoi gol ha fruttato sei dei sette punti in classifica dell'Atalanta che aspetta ancora il primo sussulto di German Denis: il Tanque inizia a soffrire l'astinenza, come testimonia il nervosismo al momento del cambio con Bianchi.

Più informazioni su

L’urlo di gioia del Comunale è stato liberatorio, così come emblematica è stata l’esultanza della panchina nerazzurra al gol di Richmond Boakye al 90′ di un’Atalanta-Parma che sembrava stregata: tanto gioco, tanto possesso palla ma precisione ai minimi termini lasciavano intendere che il digiuno nerazzurro sarebbe durato ancora.

Ci ha pensato il ghanese, entrato da un quarto d’ora al posto dell’ottimo D’Alessandro, a spezzare l’incantesimo: primo gol dell’Atalanta davanti al proprio pubblico, il primo dopo quasi 500 minuti a bocca asciutta e quattro sconfitte consecutive.

Era una gara ad alta tensione quella tra Atalanta e Parma perchè, anche se solo alla settima giornata, uscire senza punti avrebbe significato notte fonda per entrambe: fortunatamente lo è solo per il Parma, schiavo delle prestazioni di Cassano e di un Mirante ancora disastroso.

A Colantuono questa volta non si può imputare difensivismo e mancanza di coraggio: scelte decise sin dall’inizio con 4-4-2 e 4-4-1-1 accantonati, anche per necessità, e largo al 4-3-3 con Maxi Moralez e D’Alessandro ai lati di Denis. E coraggio anche nei cambi a partita in corso. 

Se dai due esterni, e dall’ex Cesena in particolare, sono arrivati segnali incoraggianti, lo stesso non si può dire per il Tanque che, oltre a non essersi sbloccato e aver fallito un’altra facile palla gol, ha mostrato segnali di preoccupante nervosismo al momento della sostituzione con Bianchi: fascia strappata con forza, borbottamenti vari e calcio alla bottiglietta prima di sedersi in panchina. Un Denis così, a Bergamo, non l’avevano mai visto.

È lui il giocatore che Colantuono vuole e deve recuperare a tutti i costi ma contro il Parma era troppo importante provare a fare risultato a tutti i costi, anche a scapito dell’umore di Denis: al suo posto è entrato Bianchi che come il Tanque non ha ancora avuto modo di esultare davanti ai tifosi bergamaschi ma che ci ha messo del suo per scardinare la difesa dei ducali.

E poi c’è Boakye, la miniera d’oro a disposizione di Colantuono, l’uomo dai gol pesantissimi: dopo Cagliari, quello col Parma è il secondo gol da tre punti siglato dal ghanese che è sempre apparso l’attaccante più in forma in questo primo scampolo di stagione e i numeri gli danno ragione visto che c’è la sua firma decisiva su sei dei sette punti conquistati fin qui.

Oltre che sugli uomini, la prossima settimana si dovrà per forza di cose ragionare anche sul modulo: domenica prossima rientrerà Gomez e D’Alessandro potrebbe tornare ad agire da esterno di centrocampo ma entrambi possono giocare nel tridente, così come Maxi Moralez. Ed è forse il tridente tutto argentino l’idea più stuzzicante, con il Papu e il Frasquito ai lati del Tanque: tutto molto suggestivo ma tenere fuori Boakye sarà davvero dura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.