BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro tutte le guerre la colomba della Pace esposta in Comune a Curno

I consiglieri comunali di Curno hanno aderito alla proposta dell'Amministrazione Comunale e da sabato 18 ottobre sulla facciata del Municipio è appeso lo stendardo che raffigura la colomba di Pablo Picasso con la scritta "Pace".

Visto l’aggravarsi dei conflitti in diversi paesi del mondo, in cui popolazioni civili inermi subiscono la violenza della guerra, della distruzione, della deportazione, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha lanciato una proposta ai sindaci della provincia per manifestare insieme la volontà di pace dei cittadini e lanciare un appello unanime perché le istituzioni internazionali e i governi nazionali si impegnino in modo efficace per tutelare le popolazioni inermi e per trovare soluzioni pacifiche alle ingiustizie e ai conflitti.

I consiglieri comunali di Curno – pur con qualche distinguo da parte delle minoranze – hanno aderito alla proposta e da sabato 18 ottobre sulla facciata del Municipio è appeso lo stendardo che raffigura la colomba di Pablo Picasso e la parola Pace.

"E’ questo un modo per richiamare ciascuno di noi all’impegno a ricercare sempre soluzioni pacifiche ai conflitti e per chiedere con voce unanime sforzi maggiori ai governi e alle istituzioni internazionali – si legge in una nota diramata dal Comune di Curno -. La pace è un diritto, la guerra un male assoluto, le cui prime vittime sono bambini, donne, uomini che vedono distrutti famiglie, case, lavoro, speranze di futuro. Con l’esposizione dello stendardo vogliamo anche unirci a coloro che domenica 19 ottobre parteciperanno all’edizione 2014 della Marcia Perugia – Assisi per la pace e la fraternità".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aristide

    Volendo approfondire (neanche più che tanto) al riguardo si registrano almeno quattro posizioni: a) quella dei guerrafondai a fini di lucro, per fanatismo ideologico o per noia di vivere; b) quella dei pacifisti assoluti (vedi Capitini ecc.); c) quella dei pacifisti, ma con distinguo (vedi guerra nel Kosovo ecc.); d) quella dei pacifisti che, però, si vis pacem para bellum. Infine, guai ai politici che cavalcano l’argomento a fini di visibilità!

  2. Scritto da Merlino

    Ma questa bandiera con la colomba della pace da dove sbuca? Chi è il promotore? Io ricordo una bella bandiera della pace tutta colorata presente da anni in diverse manifestazioni, appesa da anni a tantissimi balconi anche di case private! Perché inventarne una nuova? Per far girare un po’ l’economia?

  3. Scritto da A.d.G.

    Iniziativa di grande utilità, considerando che è in guerra anche l’Italia. Bei tempi quando i (finti) pacifisti manifestavano in piazza. Dal Kosovo in poi (governo D’Alema!) non se ne sono più visti: Renzi non è guerrafondaio? Buffoni, comprati e appecorati!!

  4. Scritto da Vikingo62

    Mi sembra di essere all’asilo … Ovvio che tutti si auspicano un mondo dove la pace e la concordia tra i popoli regnino sovrani. Ma così non è ! E allora bisogna che qualcuno si “sporchi le mani” per contrastare fenomeni quali il terrorismo internazionale e fermare le stragi di innocenti. le colombine fuori il balcone sono un modo esibizionista, frettoloso e superficiale di liquidare il problema.

  5. Scritto da Mozzese

    Pluto, un’altra occasione persa per stare zitto.
    Un plauso invece all’intero consiglio comunale di Curno. Da parte del consiglio comunale di Mozzo non sarebbe, anzi non sarà, mai possibile. Partirebbero polemiche incrociate a non finire.
    Altra gente, altro spessore, altre sensibilità.

    1. Scritto da Artemide

      Mozzo, ahahaha!! a Mozzo non ci arrivano! Metteranno la bandiera dei G.A.S. Oppure quella di tutte le sacre associazioni.

    2. Scritto da pluto

      La bandiera della pace NON é DEGNA di essere grande come quella italiana o della Lombardia? Fossi in lei mi vergognerei per Mozzo piuttosto che mettere becco altrove.

      1. Scritto da Aristide

        Pluto soffia come un gatto padano: qui però, a proposto delle dimensioni dello stendardo, fa il Sor Pedante Pel-nell’uovo. Insomma, ha trovato un pretesto di ordinaria malmostosità.

  6. Scritto da Pluto

    Fossi stato nel sindaco l’avrei fatta ancora più piccola piccola per risparmiare. Una pace si, ma piccola piccola piccolina. Non troppo grande, neh!