BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rea, M5S: “Non i rifiuti ma la corruzione è il vero sporco”

Il Movimento 5 Stelle interviene con una nota dopo l'arresto dei vertici di Rea Dalmine con l'accusa di peculato: "Oggi, in Italia, i rifiuti sono un modo subdolo, per poche persone e per i loro amici, di far soldi "facili", facendo leva sulla paura della gente".

Il Movimento 5 Stelle Bergamo interviene con una nota dopo l’arresto dei vertici di Rea Dalmine con l’accusa di peculato. Ecco l’intervento del Movimento 5 Stelle.

"Non i rifiuti, ma la corruzione è il vero sporco! E’ di oggi la notizia bomba che la dirigenza della società Rea (che gestisce l’inceneritore di Dalmine) è stata arrestata con l’accusa di peculato: avrebbero fatto sparire ben 34 milioni di euro, un sacco di soldi “drenati dalle tasche dei cittadini con tariffe sempre più esose” che, anziché servire alla tutela dell’ambiente, sono finite nelle tasche dei "soliti". A noi del MoVimento 5 Stelle queste notizie non sorprendono più di tanto, come del resto non ci hanno sorpreso i continui arresti che, un giorno sì e l’altro anche, hanno decapitato i vertici di Expo Oggi, in Italia, i rifiuti sono un modo subdolo, per poche persone e per i loro amici, di far soldi "facili", facendo leva sulla paura della gente: nascondere i rifiuti dalla vista sotterrandoli o, peggio ancora, bruciandoli, non è certo il modo di risolvere il problema.

Noi del MoVimento 5 Stelle diciamo no agli inceneritori e sì ad una strategia che veda nei rifiuti una risorsa per la collettività, passando da una gestione passiva e delegata ad una gestione controllata e di responsabilità I rifiuti sono una risorsa, non bruciamola! Cominciare con l’interrompere la raccolta dei rifiuti finalizzata all’incenerimento che, come abbiamo visto, genera guadagni a favore di pochi e a discapito dell’ambiente, della salute e del portafoglio dei cittadini, è il primo passo da fare. E la strada da percorre c’è: è la Strategia Rifiuti".

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Filippo

    Il comune e Rea Dalmine c’entrano ben poco nella questione . Si parla di fondi arrivati in REA , per la bonifica denominata “post mortem” della discarica di Borgo Montello , tramite fideiussioni ricevute da Indeco, e poi girate a Multinazionali Lussemburghesi . Molto probabilmente , se non provato diversamente , solo per non far svalutare il denaro.
    Parlare ora , come fa il M5 stelle, di abolire gli inceneritori , significa solo sfruttare una notizia per fare campagna elettorale .

  2. Scritto da pippo

    i dalminesi stanno ancora aspettando le royalties dalla rea dopo l ampliamento che c è già stato anni fa, che ricordo non sono stati erogate, ne mai lo saranno. Di sicuro quello che si sono guadagnati finora è un peggioramento dell inquinamento e della qualità della vita.

    1. Scritto da vergogna su vergogna

      i dalminesi aspettano le royalties, il comune e il catasto l’ICI arretrata da cui Rea (non senza complicità a livello provinciale) si è auto-esentata a suo tempo. ma che attendersi da chi pur di non pagare ha eccepito la validità della convenzione a suo tempo ( malamente) scritta dalla lega?. Gente con un pelo così sullo stomaco e la coscienza sporca, non può preoccuparsi della salute dei cittadini. Ma la responsabilità è anche di Terzi & c che hanno loro retto il gioco::::::

  3. Scritto da CHESTER

    Gli scarti delle attività dell’uomo sono definiti ”materie prime seconde”; il ciclo ideale delle materie prime deve prevedere l’accurata separazione e la vendita sul mercato.Per quanto concerne il fattaccio in questione è doveroso indignarsi ma non possiamo che gioire in quanto i colpevoli sono già stati arrestati.

  4. Scritto da planets

    un paese che è indifferente a certe questioni importanti come il devasto ambientale e la sottrazione di fondi pubblici, merita tutte le malattie e gli esborsi economici relativi, chi accetta passivamente questa dilagante delinquenza merita di subire le conseguenze nefaste, perchè è complice

  5. Scritto da ciccio

    come sempre i 5 stelle fanno solo confusione e non capiscono bene: i soldi spariti non derivano dall’inceneritore ma dalle discariche … troppo semplice dire sempre di no e non dare mai soluzioni fattibili !!! (grillo torna pure ai tuoi spettacoli cosi ridere ha un senso)

  6. Scritto da nino cortesi

    In un periodo di crisi i corrotti sarebbero da fucilare, invece vengono promossi.
    Fin che non votate M5* non ne prendete più di topi.

  7. Scritto da nino cortesi

    Il paese ormai è corrotto per legge.