BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Una pianta contro la fame” Anche in città la campagna Oxfam per vincere la povertà

Sabato 18 e domenica 19 ottobre, anche in città e provincia si potrà sostenere la lotta alla povertà di Oxfam. A fronte di un contributo minimo di 10 euro, si porterà a casa una pianta di speranza contro la fame. Ilaria D’Amico, ambasciatrice di Oxfam Italia, sarà la testimonial dell’iniziativa.

Oxfam Italia scende in piazza contro le ingiustizie del sistema alimentare e lancia per la prima volta l’iniziativa “Una pianta contro la fame”. Il weekend di sabato 18 e domenica 19 ottobre, Oxfam sarà infatti presente in piazza sant’Anna, piazza Pontida e altre 16 location della provincia di Bergamo per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi in sostegno dei progetti di lotta alla povertà che realizza nel Sud del mondo.

Per tutto il fine-settimana oltre 1.500 volontari in oltre 600 piazze in tutta Italia, distribuiranno 32 mila piante a fronte di un contributo minimo di 10 euro, offrendo a tutti la possibilità di sconfiggere la fame nel mondo. Testimonial dell’iniziativa sarà l’ambasciatrice di Oxfam Italia, Ilaria D’Amico: il video promo dell’iniziativa si può vedere al link https://www.youtube.com/watch?v=WsBT_8FemFE

Dare il proprio contributo alla campagna “Una campagna contro la fame” è un semplice gesto che cambia la vita di molti. La presidente di Oxfam Italia, Maurizia Iachino, afferma: “Nel mondo, una persona su nove è colpita da fame e malnutrizione. Circa 805 milioni di persone non hanno abbastanza da mangiare e la stragrande maggioranza di questi – 790 milioni – vive in paesi in via di sviluppo, dove il 13,5% della popolazione soffre di malnutrizione. Contesti in cui la scarsa alimentazione provoca la metà dei decessi dei bambini sotto i cinque anni, generando 3,1 milioni di piccole vittime ogni anno. C’è un modo però per rompere questo circolo vizioso: sostenere le donne. Se le donne avessero lo stesso accesso al cibo e alle risorse degli uomini, 150 milioni di persone in meno soffrirebbero la fame nel mondo”.

Più precisamente, sabato 18 e domenica 19 ottobre, in Bergamasca e in tutta la Lombardia, si potranno trovare ai banchetti di Oxfam due piante da appartamento, ben note al pubblico degli appassionati e conoscitori del verde, grazie alla loro resistenza e capacità di depurazione dell’aria: la Sansevieria trifasciata e la Dracena marginata, in forma di tronchetto. Il ricavato verrà utilizzato per garantire un presente e un futuro più giusti a chi ne ha un bisogno sempre più urgente.

In provincia di Bergamo i volontari di Oxfam saranno presenti nei comuni di: Bergamo (Quartiere borgo palazzo – piazza sant’Anna; piazza Pontida), Bottanuco (fronte chiesa), Brembate (fronte chiesa), Calcio (piazza san Vittore), Capriate san Gervasio (Crespi d’Adda – fronte chiesa; San Gervasio – fronte chiesa; piazza della Vittoria), Cisano Bergamasco (piazza del Comune), Curno (piazza Papa Giovanni XXIII), Filago (piazza del Comune), Grumello del Monte (piazza Camozzi), Pradalunga (piazza Mazzini), Romano di Lombardia (piazzale Roma), Seriate (piazza Donatori di sangue), Treviglio (piazza Manara), Villa di Serio (via Papa Giovanni XXIII, 6) e Zanica (piazza Repubblica).

Ma le sorprese non finiscono qui. PrivateGriffe.com, main partner dell’iniziativa insieme ad Alfemminile.com, il sito web dedicato alle donne che rappresenta nel mercato italiano il gruppo aufeminin, lancerà in questa occasione in tutte le 600 piazze, una raccolta fondi per i nuovi clienti con il meccanismo dello sconto solidale, tramite la distribuzione di una card contente un codice da inserire nel sito. Per ogni acquisto effettuato con lo sconto solidale, PrivateGriffe devolverà 5 Euro a Oxfam. L’evento è sostenuto da Private Griffe, Alfemmininile.com, Coin e Anso (Associazione Nazionale Stampa Online – www.anso.it).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.