BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Legge di stabilità Renzi, “in Lombardia taglio per 930 milioni di euro”

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni lancia l'allarme: la legge di Stabilità del governo Renzi prevede tagli per quasi un miliardo di euro in Lombardia. I conti sono stati analizzati nella Giunta di venerdì 17 ottobre. La manovra incide sulle Regioni che a loro volta potrebbero erogare meno fondi alle Province e ai Comuni.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni lancia l’allarme: la legge di Stabilità del governo Renzi prevede tagli per quasi un miliardo di euro in Lombardia. I conti sono stati analizzati nella Giunta di venerdì 17 ottobre. La manovra incide sulle Regioni che a loro volta potrebbero erogare meno fondi alle Province e ai Comuni.

“Nel corso della seduta di Giunta abbiamo analizzato l’esito della Legge di Stabilità, abbiamo fatto i conti insieme all’assessore al Bilancio Massimo Garavaglia e sono conti drammatici. Il presidente del Consiglio ha fatto una manovra di 4 miliardi di tagli, addebitando alle Regioni sprechi che in Lombardia non esistono, applicando il criterio dei tagli lineari che penalizza la Lombardia più di altre Regioni e con questa manovra rischiamo di non fare più molte cose che facciamo – ha spiegato Maroni -. La Regione Lombardia è una Regione virtuosa e se la Manovra venisse approvata così, taglierebbe alla Lombardia 930 milioni di euro; di questi, 730 milioni sono nella sanità e sono quelli contenuti nel Patto della Salute, concordato a luglio tra Governo e Regioni, e che ora il Governo unilateralmente cancella. Questo taglio indiscriminato a una Regione virtuosa come la Lombardia avrebbe catastrofiche conseguenze quali la chiusura di almeno 10 ospedali, l’aumento dei ticket, l’aumento delle addizionali Irpef e Irap, lo stop a nuove opere e lo stop al finanziamento del Trasporto pubblico locale, inclusi i treni.

In queste condizioni, se la Legge di Stabilità dovesse essere approvata così, la Lombardia, che ha già ridotto i costi ed è una Regione virtuosa, si vedrebbe ridurre i trasferimenti di quasi 1 miliardo e si vedrebbe costretta a una serie di iniziative, che è giusto che i cittadini conoscano, quali chiudere una decina di ospedali, aumentare i ticket, aumentare le addizionali Irpef e Irap, cancellare tutte le nuove opere in programma e ridurre il contributo al trasporto pubblico locale. Io non voglio arrivare a questo e non sono disponibile a fare l’esecutore testamentario dell’eutanasia delle Regioni. Nelle prossime settimane – ha aggiunto Maroni – valuteremo se ci sono le condizioni per ottenere questa modifica, altrimenti ognuno farà le sue scelte, ma ripeto che non posso e non voglio fare il killer della Regione virtuosa che governo. Perché in queste condizioni diventa impossibile continuare a governare in modo virtuoso una Regione virtuosa".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rota Bruno

    invece degli ospedali perchè non chiude le ASL? perchè ci sono dentro tutti quelli promossi di parte e/o partiti !

  2. Scritto da tex

    giustissimo, anche i comuni devono smetterla di sprecare soldi dei cittadini per le loro megalomanie, il loro esibizionismo,……….. telecamere, dossi , aiulole bombolette spray ai vigili e quant’altro ……

    1. Scritto da Ex amministratore pubbkico

      Tex, vacci tu in comune a gestire il bene pubblico, invece di latrare.
      Ti accorgerai come é bello gestire l’interesse di migliaia di idioti che poi si esprimono come tu ti sei espresso.
      Qualunque cosa tu faccia ci sarâ sempre un Popolo beota che ragiona così

    2. Scritto da Jim

      Spiritoso, dai un’occhiata a quanto se ne va nei comuni in “studi” , “preventivi” , “progetti” di opere mai realizzate e non realizzabili , cifre immani , altro che bombolette !!!!!!!

  3. Scritto da stefano

    “Diverso l’assetto dei SSR, in particolare il differente mix pubblico/privato nelle strutture offerte: Lombardia, e altre regioni, presentano dati di incidenza della spesa per fattori della produzione interni alle aziende sanitarie inferiori alla media nazionale….data la rilevante presenza di strutture private accreditate.” (Osservatorio Aziende e Sistema Sanitario Italiano OASI 2013 – http://www.camera.it/temiap/temi17/Spesa%20sanitaria.pdf)
    Come diceva uno spot pubblicitario:”Meditate gente..”

    1. Scritto da Come No

      1) Già, peccato che quelle private siano in genere molto specializzate nelle attività di massa e meglio retribuite dal ssn lasciando il resto al ssn, . Vero ? 2) L’analisi è prima o dopo il discorso del noto megaospedale privato milanese ?

      1. Scritto da stefano

        certo che è vero, è proprio quello che volevo evidenziare!
        La voce di bilancio del SSR è inferiore perchè il privato è maggiormente utilizzato (e retribuito) ma indicato in altra voce di costo nel bilancio regionale.
        Se poi era prima del mega-ospedale non lo so, ma dopo a maggior ragione.

      2. Scritto da stefano

        E, infatti, sono d’accordo con te… la spesa è inferiore solo perchè è indicata in un diverso capitolo…le attività sono “delegate” (e ben retribuite) alle cliniche private.
        Pochi investimenti e attività marginali..ecco la situazione del SSR che spende poco.

  4. Scritto da giuseppe

    e perché non chiudere la Regione…?

    1. Scritto da Il conte

      Si, come hanno chiuso le province.
      La marcia su aroma con un colpo di stato ci vuole, se non non se ne viene fuori

      1. Scritto da Il Duca

        Sei fuori tempo massimo, la marcia su roma dovevi farla quando i tuoi amici di an,pdl, lega dopo anni di governo hanno messo la nazione con il sedere per terra.

        1. Scritto da Il conte

          Non si é mai fuori tempo massimo visto che l’alternativa a quelli che ci hanno messo il sedere per terra non son solo quelli che tu hai elencato, ma pure quelli che tu partecipi e che ora ci governano..
          Perció ben venga un colpo di stato come quello del ventennio fascista, cisì, per un po’ di anni si respira con un solo unto dal signore e non con un manipolo di idioti/ladri

  5. Scritto da Giuseppe

    Guardali qua i difensori della Patria di renzie, siete piu’ fessi di tutti.
    se dovessimo contare quanti soldi abbiamo dato fino adesso a ROMA LADRONA si pagherebbe il debito da solo,
    Ogni ANNO gli diamo tra i 50 /90 mld di euri e non bastano,
    che RENZIE cominci a chiudere LA SICILIA CALABRIA PUGLIA e altre perdite compresi i FORESTALI.

    1. Scritto da Joseph De Sciùlet

      Li han dati anche nei tanti , tanti anni in cui VOI siete stati a roma a governare & magnà pajate e saltimbocca.

      1. Scritto da BERGHEM

        Il problema di roma ladrona resta comunque … o comunque di una parte di sud che campa alle spalle della Padania. Lega o non lega … E comunque e’ vecchia la storiella della lega che governa.. perche’ non ha mai potuto governare (4% in parlamento non serve anche se si e’ in maggioranza). Da oltre vent’ anni governano il partito di berlusca, massoneria, banche e con i loro amici cioe’ Monti, Letta, Renzi.

        1. Scritto da Cadreghe al Vento

          Se vai al governo hai TUTTE le responsabilità di ciò che viene fatto, diversamente stai all’opposizione . Avete fatto anni e anni di cadreghe , abbacchi , emolumenti , gestione di appalti e appaltini, sottoscrivendo ogni vergogna . Risultato ? Te lo dico io o ci arrivi da solo ? E sulle cadreghe c’erano e ci sono sempre e solo gli stessi !!

  6. Scritto da Alà Barlafüs

    1/3 della cifra più o meno è il sovrapprezzo del SOLO nuovo ospedale di bergamo, pagati senza battere ciglio . Da anni scandali a non finire, piantatela di piangere, basta porcate e amministrate come si deve. La lombardia ha incassato e incassa tanti di quei soldi da far spavento !

    1. Scritto da Alberto

      Incassa da chi? Dai lombardi, magari?

      1. Scritto da Certo

        Certo , i lombardi pagano ed i leghisti amministrano : 20 anni di disastri coperti dalla sovrabbondanza di soldi di noi cittadini (non dei leghisti) che lavoriamo e produciamo ricchezza . Delle devastazioni di cui siete capaci avete dato ampia prova : andale !

    2. Scritto da Pietro

      Ma chi l’ha detto che il taglio debba riguardare la sanità? Il risparmio di spesa lo si può recuperare altrove; ad esempio tagliando gli sprechi amministrativi e le opere inutili. Maroni ha fatto questa sparata per pararsi i fondelli e giustificare la mediocrità in cui versa la sua ECCELLENZA di sanità lombarda. Per una visita specialistica o paghi oppure attesa di un anno.

    3. Scritto da Pietro

      Ma chi l’ha detto che il taglio debba riguardare la sanità? Il risparmio di spesa lo si può recuperare altrove; ad esempio tagliando gli sprechi amministrativi e le opere inutili. Maroni ha fatto questa sparata per pararsi i fondelli e giustificare la mediocrità in cui versa la sua ECCELLENZA di sanità lombarda. Per una visita specialistica o paghi oppure attesa di un anno.

  7. Scritto da Patrizio

    Credo che gli sprechi in Lombardia sono superiori a 930 milioni di euro. Per partire con il piede giusto portare gli stipendi del governatore, assessori e consiglieri a un massimo di 5.000 euro al mese. A me sembrano ancora tanti. Anche perchè non fanno niente di difficile o speciale. Per non pensare alla corruzione bustarelle e interessi propri. Eliminare gli uffici inutili, in regione provincie e comuni. Controllare tutte le spese per chilometro quadrato e quantità abitanti.

  8. Scritto da Luigi

    Concordo con i due commenti precedenti: possibile che per vivere i politici abbiano bisogno di certe cifre, mentre a noi predicano sempre di tirare cinghia e addirittura la Picierno ci becchetta che con 80 euro si può far la spesa per 2 settimane? Perché non campa lei con 800 euro al mese, se bastano 80 euro per far la spesa quindicinale? Le rimarrebbe ancora un bel po’ per gli sfizi…

  9. Scritto da Tontolotti

    Come godo! Quando i servizi verranno tagliati per questo taglio di trasferimenti, che altro non sono che denari del territorio, e non dello stato, il popolo tontolotto capirà chi è il guappo di Firenze

  10. Scritto da Luciano Avogadri

    Se riducendo il numero di ospedali si mantengono i servizi e si riducono i costi, perché non farlo?

    1. Scritto da Patrizio

      Sei fortunato, è un po che non hai bisogno degli ospedali quindi non sai quanta gente e attese ci sono.
      Tagli agli sprechi anche negli ospedali si possono fare ma i dirigenti devono essere molto competenti non aver ricevuto la spinta di qualsiasi partito. Non dobbiamo togliere gli ospedali, va eliminata al 100% la politica dagli ospedali. La sua frase mi fa girare. Ma dove vivi?

      1. Scritto da Luciano Avogadri

        Infatti il problema e’ avere Dirigenti che facciano i Dirigenti, vengano pagati e mantenuti a obiettivi raggiunti o cacciati. La Sanita’ pubblica(come in verita’ un po’ tutto quello che viene detto Pubblico) in Italia e’ un modo per mantenere i dipendenti. I malati vengono dopo. Infatti non sono Clienti, sono Pazienti, il che gia’ chiarisce.

  11. Scritto da dark

    Concordo con Andrea. Forbici che cadono dove? Ma ovvio sui servizi x tutti, mica sui costi di gestione. Non difendo Renzi, non ne ha bisogno, ma possibile che nessuno ammetta che ci siano margini da tagliare? E poi a riempirsi la bocca di “virtuoso”, “virtuosa”….

  12. Scritto da Andrea

    caro Maroni, i vostri stipendi però non vengono minimamente toccati :)