BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giornata dell’osteoporosi Le ricette salva-ossa al policlinico San Pietro

Il Policlinico San Pietro e il Policlinico San Marco aderiscono alla Giornata Mondiale contro l’osteoporosi del 20 ottobre, organizzata dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), con il patrocinio della Società Italiana di Reumatologia e la Società Italiana di Endocrinologia.

A cura dell’Ufficio stampa IOB

Il Policlinico San Pietro e il Policlinico San Marco, strutture bergamasche del Gruppo Ospedaliero San Donato (entrambe premiate con 2 bollini rosa per i servizi a misura di donne) aderiscono alla Giornata Mondiale contro l’osteoporosi del 20 ottobre, organizzata dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), con il patrocinio della Società Italiana di Reumatologia e la Società Italiana di Endocrinologia.

Il 20 ottobre, presso il Policlinico San Pietro si terrà “A scuola di cucina con le ricette salva-ossa” (dalle 20.00 alle 22.00), una serata aperta al pubblico durante la quale Luigi Passoni, chef, e la dottoressa Emanuela Russo, dietista del Policlinico, mostreranno alle partecipanti come realizzare ricette equilibrate, sane e gustose con alimenti e ingredienti preziosi per prevenire l’osteoporosi e garantire all’organismo la corretta dose di calcio necessaria per mantenere le ossa sane (prenotazione allo 035.604361).

Al Policlinico San Marco, invece, sempre il 20 ottobre, il dottor Marcello Filopanti, endocrinologo, sarà a disposizione per una consulenza gratuita e personalizzata (dalle 14 alle 17 senza bisogno di prenotazione) e per rispondere a dubbi e domande sul tema “osteoporosi, prevenzione e cura” di tutte le donne che si presenteranno.

“L’osteoporosi – spiega la Presidente di O.N.Da, Francesca Merzagora – è una patologia a largo impatto sociale, con diverse e comprovate conseguenze negative di matrice sanitaria, sociale ed economica, spesso però sottovalutata e affrontata con grave ritardo. Si tratta di una malattia silenziosa, che può progredire per diversi anni fino a quando viene confermata la diagnosi o finché non avviene una frattura. Fondamentali sono, da un lato, l’attenzione per la patologia nella fase di prevenzione e di prescrizione delle cure, dall’altro, la motivazione della paziente al proseguimento della terapia, spesso interrotta o non adeguatamente seguita, con un grave spreco economico. Scopo dell’iniziativa dell’H-Open Day, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, è quello di indirizzare le donne nei centri di riferimento della loro città per ricevere un’adeguata assistenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.