BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nembro, Renzi promette di aiutare i disabili: il video de Le Iene

Intervista della trasmissione di Italia 1 al Premier nel corso del congresso di Confindustria di lunedì. Oggetto è l’aggiornamento del nomenclatore tariffario, una questione molto importante che riguarda due milioni e mezzo di disabili in tutta Italia.

La nuova promessa sui disabili fatta da Matteo Renzi a Le Iene è andata in scena a Nembro. Nella puntata della trasmissione di Italia 1 di mercoledì 15 ottobre è andato in onda un servizio girato al congresso di Confindustria di lunedì in cui Filippo Roma intervista il Premier Matteo Renzi. Oggetto è l’aggiornamento del nomenclatore tariffario, una questione molto importante che riguarda due milioni e mezzo di disabili in tutta Italia.

Guarda il video qui: http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/488582/roma-renzi-e-la-promessa-ai-disabili.html

In Italia esiste un documento del Ministero della Salute che si chiama, appunto, “nomenclatore tariffario”, che consiste nell’elenco dei dispositivi medici e delle protesi che le Asl forniscono gratuitamente ai disabili. Questo documento è stato introdotto nel 1999 e, nonostante la legge preveda che venga aggiornato al massimo ogni tre anni, questo non è mai accaduto.

Questo vuol dire che l’elenco di tutti i dispositivi che lo Stato passa gratis ai disabili italiani non prevede i dispositivi più avanzati che la tecnologia ha sviluppato negli ultimi anni, come il puntatore oculare, uno strumento che consente di comunicare con il mondo esterno con il solo movimento degli occhi.

Tre settimane fa la Iena si è recata dal Premier Matteo Renzi che ai microfoni di Filippo Roma ha dichiarato che si sarebbe occupato dell’avvio delle procedure per l’aggiornamento del nomenclatore tariffario, che ne avrebbe parlato con il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e che entro venti giorni sarebbe stato in grado di dare una risposta in merito.

La Iena aveva, inoltre, proposto al Presidente del Consiglio di scambiare il suo moderno smart phone con un cellulare obsoleto del ‘99 ma Renzi non aveva accettato. Dopo venti giorni, però, non solo le Iene non hanno ricevuto aggiornamenti da Matteo Renzi, ma il consigliere comunale Pd Marco Gentili, malato di Sla così come suo fratello, rivela alle Iene come il mancato aggiornamento del nomenclatore tariffario consentirebbe una truffa legalizzata ai danni dello Stato. Questo perché alcuni dispositivi medici costerebbero allo Stato il doppio di quanto vengono a costare ai disabili privatamente.

La Iena verifica, quindi, quanto detto da Marco recandosi in alcuni negozi che vendono ausili medici. Filippo Roma mostra come una carrozzina pieghevole, con delle caratteristiche ben precise, che secondo il nomenclatore costerebbe all’Asl, cioè allo Stato, 737,87 euro, al privato cittadino costa circa 400 euro. La Iena torna, quindi, da Matteo Renzi per avere spiegazioni in merito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cabaret

    Continuate a seguire il guappo di Firenze, e avrete successo: come cabaret, naturalmente

  2. Scritto da PromW2ys6esse

    Quello promette a tutti qualcosa. Anche a me ha promesso bistecche e champagne per tutta la vita, compreso una badante ventenne ucraina

    1. Scritto da gigi

      e il mitico milione di posti di lavoro…? Re Silvio si che mantiene le promesse, sono stati persi quei posti di lavoro

      1. Scritto da TT

        Appunto per questo hanno fondato la società del Nazzareno,una promessa per uno non fa male a nessuno!

        1. Scritto da Alberto

          Peccato che intanto Renzi stia segando il ramo sul quale siamo seduti. Sta spolpando tutte le riserve di denaro degli italiani per pagare il debito pubblico (fa debiti per pagare un debito, geniale). Le pensioni integrative dei cittadini e il tfr non sono capitali degli speculatori da tassare alla grande, sono il frutto di risparmi e lavoro… Vergognati Renzi!!! Altre gabole, triangolazioni bancarie, per dare un tfr in busta… che domani non ci sarà più! Basta giochetti delle tre carte!

  3. Scritto da gigi

    visto in tv spot con la Iena bionda per un marchio di telecomunicazioni, chissa’ quando dovranno affrontare tale argomento…