BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fermati per uno spinello A casa scorte di droga Denunciati 23enne e 19enne

Un 23enne di Clusone e un 19enne di Onore sono stati denunciati dai Carabinieri di Clusone per detenzione e spaccio di stupefacenti: fermati per uno spinello, in macchina e in casa avevano scorte di droga, semi di canapa, bilancini di precisione e funghi allucinogeni.

Più informazioni su

Due giovani, un 23enne di Clusone e un 19enne di Onore, entrambi incensurati, sono stati denunciati nel tardo pomeriggio di mercoledì 15 ottobre dai carabinieri di Clusone per detenzione e spaccio di stupefacenti: nell’ambito di un’operazione mirata per la repressione dello spaccio, i militari hanno sorpreso i due ragazzi mentre stavano preparando uno spinello di marijuana all’interno di una Fiat Punto parcheggiata fuori dal cimitero di Onore.

Durante la perquisizione della vettura i carabinieri hanno trovato sul tappetino anteriore una busta di cellophane contenente 22 grammi di marijuana, mentre i due ragazzi avevano rispettivamente tre dosi di marijuana da un grammo ciascuna, conservata in un borsello, un pezzo di hashish di cinque grammi e un trita erba.

Successivamente i militari dell’Arma si sono recati a casa dei due ragazzi dove è stata rinvenuta una vera e propria scorta di sostanze stupefacenti: nell’abitazione di uno sono stati trovati 12 grammi di marijuana, confezionata in dosi da un grammo, un grammo di hashish, 40 semi di canapa indiana, un bilancino di precisione e alcuni appunti facilmente riconducibili all’attività di spaccio, mentre l’altro teneva 14 grammi di hashish, già suddivisi in dosi, un grammo di marijuana, un vasetto con dei funghi allucinogeni e un bilancino di precisione.

Le sostanze stupefacenti e tutto il materiale “tecnico” sono stati sequestrati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nessuno

    Ohhhh che bravi avete sventato una organizzazione criminale!!! Ma dai… invece di andare a rompere le balle a gente davvero pericolosa si perdono via con dei piccoli spacciatori che la vendono per farla saltare fuori per se… nei nostri paesi ci sono droghe molto ma molto peggiori che rovinano davvero… in mano a persone decisamente più pericolose di due ragazzini di paese….

  2. Scritto da Maggie

    Ma perché solo in Italia non abbiamo ancora capito che la marijuana non fa male? Che non la legalizzano perché ci sono interessi più grandi sotto (in primis per salvaguardare le case farmaceutiche)? Con questa “operazione” non cambierà nulla, tranne per questi poveri due ragazzi che avranno solo un sacco di menate per aver fumato qualcosa di naturale di cui al giorno d’oggi conosciamo più gli effetti positivi che negativi…,non è l’erba che fa male ma l’ignoranza!!!

  3. Scritto da luca

    ci sono criminali che uccidono ..gente che stupra in giro e voi state dietro a giovani che non fanno nulla e non rompono le scatole a nessuno….fumano semplicemente in pace ….bah

  4. Scritto da Gaetano Bresci

    manco fossero terroristi dell’IS! in molti stati americani ed europei sarebbero stati lasciati in pace a godersi la loro canna, ma nell’ italietta oscurantista…..solo se pippi nei salotti della ###### borghesia te la spassi senza problemi

  5. Scritto da pippo

    Ai carissimi lettori dei commenti precedenti, mi auguro che i vostri figli non finiscano mai in giri del genere e che soprattutto non siano i potenziali clienti, che come dice qualcuno pagano le tasse universitarie del povero 23enne!
    La valle seriana è piena di potenzialità e la potenzialità non deve essere il mercato della droga, sia essa di qualsiasi genere! Salvaguardiamo la vita dei nostri figli, fratelli/sorelle, amici e vicini di casa!

    1. Scritto da virgil

      Grazie don Pippo . Speriamo che tanti giovani leggano il tuo messaggio in modo che non si facciano più le siringhe di marijuana …

      1. Scritto da frizzy

        ben detto!!!!!!!!!! una volta al mio paese hanno trovato un giovane con lo spinello nel braccio!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        1. Scritto da virgil

          ; )

  6. Scritto da 420

    Un altro duro colpo inferto alle mafie del narcotraffico!
    Un altro grande passo avanti nella difficile ma indispensabile war on drugs!

  7. Scritto da mario

    ma basta con queste persecuzioni, è lo stato che rovina la vita alle persone, non la marijuana

    1. Scritto da jeferson

      ma veramente ooh!!!!!!

  8. Scritto da 1

    se sti due facevano 150/200 euro al mese era già tanto, magari il 23enne si pagava l’università, e non sarebbe il primo