BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla chiesa delle Grazie il debutto italiano di Martin Sturm

Anche quest’anno in città la chiesa di santa Maria Immacolata delle Grazie sarà teatro del debutto italiano di un giovane e brillante talento europeo, nell’ambito del festival organistico internazionale “Città di Bergamo”. L’appuntamento è venerdì 17 ottobre e vede protagonista il giovane organista tedesco Martin Sturm, compositore emergente.

Più informazioni su

Alla chiesa di santa Maria Immacolata delle Grazie di Bergamo è in programma il terzo appuntamento del festival organistico internazionale “Città di Bergamo”. L’appuntamento è venerdì 17 ottobre alle 21 con il concerto tradizionalmente dedicato al vincitore di un importante concorso internazionale.

Alla consolle dell’organo Balbiani 1924 siederà il giovanissimo tedesco Martin Sturm (classe 1992), che oltre a vincere lo scorso anno il 27.esimo Concorso d’improvvisazione a St. Albans (UK), s’è segnalato negli ultimi anni come uno dei compositori emergenti europei. L’esibizione, approntata in collaborazione con “Erca Group”, è ad ingresso libero e gratuito.

La grande multidisciplinarietà dell’artista è confermata dal bellissimo programma preparato per il suo debutto in Italia – un’impressionante mix d’improvvisazione, interpretazione, composizione, trascrizione, sperimentazione, attorno alla figura di Bach – che comprende fra l’altro musiche di Reger, Schöenberg, Bach e dello stesso Sturm.

Martin Sturm ha iniziato in tenera età a suonare e comporre. E’ il vincitore del 27.esimo Concorso internazionale d’improvvisazione di St. Albans (UK) 2013, l’anno del 50.esimo anniversario di questa prestigiosa istituzione musicale britannica. Due anni prima era stato fra i finalisti di "Orgues sans Frontiers", Lussemburgo. Ha frequentato masterclasses con Christoph Bossert, Laszlo Fassang, Cea Galan e Jan Dolezel. Studia alla Hochschule für Musik di Würzburg con Christoph Bossert, dove insegna anche improvvisazione. La sua eclettica attività concertistica è contrassegnata da una vasta commistione d’interpretazione, improvvisazione, composizione. La ‘casa’ spirituale della sua musica è radicata nella teologia e nella filosofia. Già negli anni 2005-2007 è stato premiato ai concorsi di composizione della " Jeunesses Musicales Deutschland". Nel 2012 ha scritto Choralvorspiel und Chorale su " Wir glauben all an einen Gott " prendendo parte al ben noto " John Cage Projekt" nella Cattedrale di Halberstadt per il centenario della nascita del grande compositore americano. Nel 2007 ha fondato il "The Walking Stick Jazz Ensemble", con il proposito di far dialogare in modo innovativo l’organo, per apportare nuove sonorità e nuove strutture musicali. Negli ultimi anni, sotto la sua direzione, il gruppo ha effettuato molte esecuzioni di musica da camera contemporanea, e d’opere per coro e orchestra, attorno alla figura di Bach. Da annotare, infine, che è responsabile di alcuni restauri d’importanti organi storici nell’est Baviera.

Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.organfestival.bg.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.