BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Meno uno al “Tasi day” All’appello mancano migliaia di bergamaschi

Il Tasi day è alle porte: manca solo un giorno alla scadenza fissata per versare l'acconto della tassa sui servizi indivisibili. I contribuenti bergamaschi hanno avuto più di un mese di tempo per calcolare la cifra esatta (oltre a detrazioni, se previste) e versare il dovuto alle 242 amministrazioni comunali. All'appello mancano ancora migliaia di cittadini, chiamati a rimediare nel breve tempo rimasto. In città sono oltre 4300 le persone che si sono rivolte agli uffici comunali per chiedere informazioni sulla compilazione dell'F24.

Il Tasi day è alle porte: manca solo un giorno alla scadenza fissata per versare l’acconto della tassa sui servizi indivisibili. I contribuenti bergamaschi hanno avuto più di un mese di tempo per calcolare la cifra esatta (oltre a detrazioni, se previste) e versare il dovuto alle 242 amministrazioni comunali. All’appello mancano ancora migliaia di cittadini, chiamati a rimediare nel breve tempo rimasto. In città sono oltre 4300 le persone che si sono rivolte agli uffici comunali per chiedere informazioni sulla compilazione dell’F24. Molte hanno risolto l’intoppo sul sito internet del Comune oppure chiamando il numero attivato dall’amministrazione. Quasi 20 mila hanno già pagato a giugno, altrettanti ne erano attesi tra settembre e ottobre, ma non è possibile fare una stima dei ritardatari. In tutta la Bergamasca si stimano migliaia di contribuenti che dovranno correre per evitare sanzioni. Ogni Comune ha deciso aliquote diverse e soprattutto detrazioni diverse, causando non pochi problemi di calcolo per Centri di assistenza e commercialisti.

Ecco tutte le delibere, regolamenti ed esenzioni della Tasi 2014 approvate dai Comuni bergamaschi.

Come si calcola la Tasi? Ecco un Calcolatore online in cui inserire tutti i dati e stampare direttamente l’F24.

Secondo i dati forniti da Confedlizia, l’appuntamento al 16 ottobre con la scadenza dell’acconto TASI riguarda 5220 Comuni. E’ questo infatti il numero delle città che hanno sfruttato la seconda – e ultima – scadenza utile per comunicare le aliquote adottate, fissata al 10 settembre, evitando così l’applicazione dell’aliquota base dell’1 per mille, con relativo slittamento del versamento al 16 dicembre prossimo (in un’unica soluzione). Sono invece 537 i comuni in Italia ‘graziati’ dall’acconto Tasi; quelli che non hanno deliberato l’aliquota i cui cittadini , circa 312mila pari all’1,8% del totale , saranno chiamati a pagare la nuova imposta sui servizi indivisibili, con aliquota base dell’1 per mille in un’unica soluzione entro il prossimo 16 dicembre.

LA TASI IN CITTA’ A BERGAMO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.