BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega: “Profughi al Gleno? Roba da ricovero, buonismo a tutti i costi”

La fondazione Maria Ausiliatrice ha dato la disponibilità ad ospitare una cinquantina di profughi in caso di nuovi arrivi in Bergamasca. Lo stesso ha fatto il sindaco Giorgio Gori, che ha definito la risposta affermativa “un segnale di riconoscimento dell'emergenza in corso. C'è chi ritiene che si debbano chiudere le porte, ci vorrebbe più sensibilità”. La Lega Nord però non ci sta ed è pronta a rinfocolare la polemica con il segretario provinciale Daniele Belotti e il capogruppo a Palafrizzoni Alberto Ribolla.

Più informazioni su

La fondazione Maria Ausiliatrice ha dato la disponibilità ad ospitare una cinquantina di profughi in caso di nuovi arrivi in Bergamasca. Lo stesso ha fatto il sindaco Giorgio Gori, che ha definito la risposta affermativa “un segnale di riconoscimento dell’emergenza in corso. C’è chi ritiene che si debbano chiudere le porte, ci vorrebbe più sensibilità”. La Lega Nord però non ci sta ed è pronta a rinfocolare la polemica con il segretario provinciale Daniele Belotti e il capogruppo a Palafrizzoni Alberto Ribolla.

“Giù le mani dal Gleno, la casa di riposo di Bergamo – scrive su Facebook Belotti -: la prefettura vuole mettere 50 pseudo profughi nel vecchio edificio affianco a quello nuovo appena inaugurato. Solo pensare una cosa del genere è da ricovero, ma non in una rsa! Facciamo appello al buonsenso e al rispetto delle centinaia di bergamaschi che negli anni hanno fatto donazioni, anche ingenti, per dare serenità ai nostri anziani. Lo hanno fatto col cuore per loro e non per i clandestini !  Comunque siamo pronti a un’altra Cà Matta… Sabato tutti a Milano!! Basta invasione e chiudiamo le prefetture".

“Gori afferma che l’accoglienza dei profughi è una questione di sensibilità. Io dico che non vi è nessuna sensibilità nell’appoggiare un’operazione che permette alle organizzazioni criminali di sfruttare la disperazione altrui. Il sindaco lo dica alla maggioranza che compone il Governo e sostiene quella scellerata operazione che è Mare Nostrum – dichiara Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord a Palazzo Frizzoni -. Il buonismo a tutti i costi del sindaco e dei compagni del Partito Democratico –prosegue Ribolla – altro non è che fumo negli occhi di tutti i bergamaschi, che si trovano a pagare il prezzo di una politica scellerata: un prezzo salatissimo, sia dal punto di vista economico – considerando che ogni “ospite” ci costa 35 euro al giorno, per un totale di un miliardo e mezzo l’anno – sia dal punto di vista sociale”. “Tra coloro che verranno ospitati al Gleno quanti sono davvero i profughi  – chiede Ribolla -, considerato che solo il 20 per cento delle domande di asilo viene accettato? A Gori dico che in un momento come quello attuale, dove anche tantissimi bergamaschi non riescono ad arrivare alla fine del mese, il Comune dovrebbe avere quale priorità il sostegno e l’aiuto ai cittadini che regolarmente pagano le tasse e che non meritano di essere abbandonati da uno Stato ormai completamente assente”.  “Per opporci a questa immigrazione ormai fuori controllo che da gennaio a settembre di quest’anno ha portato allo sbarco di oltre 125 mila clandestini, la Lega Nord ha organizzato per sabato una manifestazione a Milano, alla quale invitiamo tutti a partecipare per dire basta a Mare Nostrum”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mhà

    Li ospitino le loro ambasciate.

  2. Scritto da Somarolombardo

    Siamo trattati come animali». È un coro unanime di protesta quello dei 27 migranti ospitati in un agriturismo di Tonara e da questa mattina in presidio davanti alla questura di Nuoro «Abbiamo già fatto tutti i controlli del caso – sottolinea il vice prefetto vicario Pietro Pintori – Abbiamo parlato col gestore dell’agriturismo e verificato noi stessi le condizioni. Hanno tutto come dal loro status di rifugiati: pasti caldi, letti puliti, telefonino, abbonamenti personali e Skype.

  3. Scritto da peter

    ieri sera ero a Calvagese (BS) alla fondazione piccini. lì sono arrivati 12 profughi (non sta a me ne al sig. Bettoni anteporre la parola “pseudo”). alla riunione erano presenti associazioni locali, polisportiva, ecc… la comunità si è mobilitata!
    il parroco ha detto che una “comunità solidale” può essere una nuova “primavera”. parole sante!

    1. Scritto da Mister Bean

      scusa, ma tutti i disoccupati, sottoccupati, pensionati minimi, sfrattati, ecc. che hanno pagato decenni di tasse esose e contributi e che adesso si trovano per strada?
      Non avrebbero diritto prima loro di essere aiutati?
      Quanti ne ha in casa il parroco? scommetto la mia pensione che ne ha il doppio di quelli che ne stai ospitando tu.

  4. Scritto da anna

    È ora di finirla di illudere questi poveri profughi e di ingannare chi vive e chi ha da sempre costruito il nostro paese . È ora di dire basta a questo buonismo senza senso !!! Basta. .

    1. Scritto da quindi

      signora Anna, lei dice “basta”… quindi? affondiamo i barconi o spariamo agli uomini ed alle donne quando sbarcano?
      visto che “voi” dite sempre “ospitateli a casa vostra”, io rilancio e vi dico: andate voi ad ammazzare gente disperata perchè io, pur non essendo cristiano come la maggior parte di voi, non ne avrei il coraggio.

      1. Scritto da Mister Bean

        Quindi facciamo come gli spagnoli, che hanno anche avuto il plauso della santa europa. O come i greci, i maltesi, gli austriaci, gli svizzeri, i francesi o i britannici; scegli tu. In alternativa, propongo a coloro che sono a favore di questa invasione di ospitarli TUTTI a casa propria, GRATIS. Sono stato da poco in etruria, di “boldrini” non ce n’era uno. Un commerciante mi ha detto, testualmente:”Qui non li lasciamo attecchire.” E io mi becco del razzista? Ipoctiti!!

    2. Scritto da faciile a dirsi

      ha ragione “è ora di finirla”. Le propongo di noleggiare un aereo, stampare 1,5 MILIARDI di volantini con scritto “Non venite in Italia, non c’è posto” e distribuirli su tutta l’AFRICA. Oppure pagare la pubblicità ad qualche migliaio di emittenti TV e RADIO africane, od anche assumere 100 mila esperti di pubbliche relazioni che girano tutta l’Africa … è semplice…

      1. Scritto da Ivan

        Maroni ci era riuscito,basterebbe chiedere a lui! Oppure basterebbe fare come fanno OGGI: Grecia,Spagna,Malta,Cipro,Francia. Non c’ è nulla da inventare,ci vuole semplicemente la volontà politica per farlo. Inoltre togliere il reato di immigrazuione clandestina non è stato poi un ottima trovata no?

    3. Scritto da jack

      E chi li illude? crede a quelle fanfaluche del tipo che è colpa della Kyenge? Loro partono ebasta.

  5. Scritto da incompreso

    sarebbe interessante capire quali misure proponga la lega nei confronti delle persone che sbarcano in italia: è evidente che il loro arrivo arricchisce chi vive della tratta delle persone, però il loro arrivo è un fatto. è più che lecito inveire contro le politiche in atto. ciò fatto, a parità di contesto – perché il contesto degli arrivi non cambia – qual è la soluzione, oggi, per il problema di oggi?

    1. Scritto da il polemico

      la lega ha sempre detto. che se i componenti di un determinato partito,associati a sindaci di un determinato partirto e appoggiati da una buona fetta di elettori di un determinato partito,si trovano favorevoli ad ospitare e mantenere chi arriva con le barche,che ci pensino loro personalmente a dare alloggio a queste persone cominciando ad aprire le loro case .se chi è di la sa che qui trova vitto e alloggio sicuro,dimmi chi non verrebbe…ma se non trovano nulla di nulla..

      1. Scritto da abc

        …e intanto l’ebola si espande…

        1. Scritto da incompreso

          ha notizie di casi di ebola trasportato in italia, magari via mare, da immigranti clandestini?

      2. Scritto da incompreso

        questa è una soluzione di medio periodo: se far sapere a chi è “di là” che “qui” non trova né vitto né alloggio fosse sufficiente a bloccare i flussi migratori, il problema si risolverebbe solo nel futuro. oggi, che facciamo?

    2. Scritto da Luca

      Chiedere alla Lega una soluzione ? Lasa pert. Sono specializzati in chiacchiere.

      1. Scritto da simona

        La soluzione sono i respingimenti. Come fanno gli altri paesi europei altrettanto cattolici dall’Italia: Spagna in testa, che ritengono che non sia obbligatorio farsi camminare sla pancia da tutti

      2. Scritto da Mister Bean

        Mi sa che stai parlando di renzi.

    3. Scritto da Giovanni

      Chiedi troppo, questi sono solo capaci di fare propaganda ma quanto a soluzioni brancolano nel buio. Ci verranno a dire che ai tempi di Maroni blabla, falso, l’immigrazione clandestina c’era eccome, in più avevano l’amico Gheddafi (ahahah) che gli dava una mano. Adesso non c’è più, la storia fa il suo corso.

      1. Scritto da Paolo

        Appunto la storia farà il suo corso….contento lei di farsi invadere! A me come è ridotta questa città fa schifo gia ora,si figure tra qualche anno.Riguardo ai bla bla bla dei leghisti I suoi non sono da meno: porti dati e numeri,altrimenti le sue sono chiacchiere da bar.