BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Maite incontro con Giulietto Chiesa sulla crisi in Ucraina

Martedì 14 ottobre al circolo Maite è in programma una serata con il giornalista e politico Giulietto Chiesa, presidente dell’associazione politica “Alternativa” e fondatore di PandoraTv, community video-giornalistica dedicata, in modo particolare, alla politica estera. L’ospite si concentrerà sulla crisi Ucraina.

Il giornalista e politico Giulietto Chiesa verrà in città per partecipare a un incontro dedicato alla crisi Ucraina. L’appuntamento è martedì 14 ottobre alle 21 al circolo Maite di Bergamo, in vicolo sant’Agata, 6.

L’ospite, attento osservatore di politica estera e presidente dell’associazione politica “Alternativa”, spiegherà e analizzerà le cause e gli avvenimenti che hanno determinato le tensioni sul territorio ucraino, dando uno sguardo alle conseguenze di questi scontri sugli equilibri internazionali. Accanto a lui, ci sarà Massimo Cortesi, presidente di Arci Lombardia.

L’iniziativa, inoltre, si propone come un’opportunità per conoscere PandoraTv, community video-giornalistica e multipiattaforma di informazione indipendente concentrata, in modo particolare, sulla politica estera. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare le pagine web http://maite.it/events/giulietto-chiesa-scenari-post-crisi-ucraina/ e www.pandoratv.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cccp

    ….meglio con i filo-nazisti di Kiev….

  2. Scritto da Lorenz

    che tristezza che la sinistra si sia schierata con un dittatore sanguinario come Putin.