BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La voce di Oreste Castagna e la musica di Trovesi per San Giovanni XXIII

Gianluigi Trovesi e Oreste Castagna in scena il 12 ottobre con “Giovanni XXIII: verso la luce”: parola, musica e illuminotecnica in Sant'Alessandro in Colonna.

Più informazioni su

Notti di luce giunge alla conclusione con lo spettacolo di punta della sua XVI edizione “Giovanni XXIII: verso la luce”, incluso nel programma di BergamoScienza.

In scena l’attore Oreste Castagna e Gianluigi Trovesi che ha composto tutte le musiche originali dello spettacolo per trio jazz e quartetto d’archi.

Si tratta di un evento interdisciplinare in cui parola, musica e tecnologia illuminotecnica si intrecciano intorno alla figura di Giovanni XXIII per raccontare il suo viaggio spirituale, di pensiero e d’azione verso la conquista della pace attraverso il dialogo, la tolleranza reciproca e l’apertura della Chiesa ad un mondo in profondo cambiamento.

Con Papa Giovanni XXIII ogni viaggio diventa coinvolgimento attivo, egli va a vedere da vicino, sorride, stringe le mani e cerca di capire in profondità, si interroga con umiltà e compassione sulle povertà e sull’indigenza delle genti che abitano le estreme periferie del pianeta.

Un percorso di luce inteso come consapevolezza delle possibilità di bene da parte dell’uomo che pareva aver smarrito, in quegli anni, il significato della sua esistenza, distratto dalla corsa verso il potere con il supporto di una scienza depauperata dei valori etici essenziali.

Contemporaneamente allo spettacolo, all’esterno della Basilica, verrà proiettato sulla facciata il videomapping “Le tarsie dipinte” di Adriano Merigo, realizzato in collaborazione con Domenico Egizi e la Fondazione MIA per Notti di luce.

Viene riproposto ora a rappresentare un ideale collegamento tra i capolavori di Lorenzo Lotto, le tarsie che si trovano all’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore e l’opera (un Compianto) presente all’interno della Basilica di S. Alessandro in Colonna. L’ingresso allo spettacolo è gratuito.

Per chi non avesse potuto prenotare sul sito di BergamoScienza (www.bergamoscienza.it), si ricorda che sono comunque disponibili posti liberi sino ad esaurimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.