BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per gli azzurri di Conte arriva l’Azerbaigian: è ancora l’Italia di Zaza

L'ex atalantino sarà ancora titolare nell'attacco della Nazionale, probabilmente con Ciro Immobile. In mezzo la campo, dopo il ritorno a casa di Bonaventura, potrebbe riavere una maglia da titolare il bianconero Pirlo, rispolverato dall'ex tecnico della Juve.

Più informazioni su

Secondo impegno di qualificazione all’Europeo del 2016 per gli azzurri di Antonio Conte che, dopo la bella vittoria ottenuta contro la Norvegia, ospitano in quel di Palermo l’Azerbaigian. Sarà ancora una volta l’Italia di Simone Zaza, il talento ex Atalanta che con la casacca della Nazionale non ha ancora steccato, nonostante con il proprio club, il Sassuolo, sia stato protagonista di alti e bassi piuttosto clamorosi che l’hanno portato a disputare gare di altissimo livello e, pochi giorni dopo, partite nell’anonimato più assoluto.

Il tecnico pugliese, dopo l’ultima gara di campionato, si è trovato di fronte a un’emergenza infortuni inaspettata. Con l’ultimo allenamento di giovedì sono stati infatti costretti ad alzare bandiera bianca Thiago Motta ed Osvaldo: il primo ha accusato una tendinopatia inserzionale all’adduttore destro, il secondo uno stiramento di secondo grado all’adduttore sinistro. In precedenza Andrea Pirlo aveva sostituito Giacomo Bonaventura. Confermato invece Marco Verratti, a lungo in dubbio per una noia muscolare.

Quasi fatta, stando alle parole di Conte, l’Italia anti-Azerbaigian di Palermo: in porta intoccabile Buffon, dietro linea a tre con Chiellini, Bonucci e Ranocchia; in mezzo al campo riecco Pirlo, con Florenzi e Marchisio; sulle fasce Pasqual (a sinistra) e Candreva (o Darmian, l’unico dubbio), davanti Immobile-Zaza.

Tu che consiglio vorresti dare a Conte? Fai la tua formazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.