“Napolitano? Ho tolto la foto perché non ha mantenuto le promesse” - BergamoNews
Pirovano

“Napolitano? Ho tolto la foto perché non ha mantenuto le promesse”

“La foto del presidente della Repubblica? L'ho tolta perché non ha rispettato le promesse”. Ettore Pirovano, ex presidente della Provincia di Bergamo, commenta così la decisione del suo successore Matteo Rossi di “rispolverare” la foto di Giorgio Napolitano tolta dall'ufficio. “Quando è venuto a Bergamo, durante la cerimonia al teatro Donizetti di fronte a tutti i sindaci bergamaschi, il presidente ha parlato di federalismo. Mi era piaciuto molto. Peccato che poi quando è tornato a Roma si è completamente dimenticato".

“La foto del presidente della Repubblica? L’ho tolta perché non ha rispettato le promesse”. Ettore Pirovano, ex presidente della Provincia di Bergamo, commenta così la decisione del suo successore Matteo Rossi di “rispolverare” la foto di Giorgio Napolitano tolta dall’ufficio. “Quando è venuto a Bergamo, durante la cerimonia al teatro Donizetti di fronte a tutti i sindaci bergamaschi, il presidente ha parlato di federalismo. Mi era piaciuto molto. Peccato che poi quando è tornato a Roma si è completamente dimenticato di quello che ha detto. Quindi nel mio ufficio è rimasto solo il chiodo, non il quadretto con la foto”.

Pirovano ora guarda al futuro e non nasconde la volontà di tornare in campo, magari a Caravaggio. “C’è tempo per parlarne, certo che mi stuzzica l’idea di tornare a fare il sindaco nel mio paese. Se Prevedini (l’attuale primo cittadino, ndr) non fosse al secondo mandato non ci penserei nemmeno. Per ora però mi dedico solo alla chitarra. Mi stanno tornando i calli, non la suonavo da un po’ di tempo”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it