BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sicurezza, dalla Regione 800 mila euro alle unioni di Comuni

Regione Lombardia ha stanziato 800 mila euro per progetti infotelematici di sicurezza da assegnare, tramite bando, a favore dei Comuni “fusi”, che non hanno usufruito di contributi regionali con legge di fusione, o di Unioni di Comuni. Il sottosegretario alle riforme istituzionali ed enti locali Daniele Nava: “Promuoviamo processi virtuosi di integrazione tra enti”.

Più informazioni su

Uno stanziamento di 800 mila euro per progetti infotelematici di sicurezza da assegnare, tramite bando, a favore dei Comuni “fusi”, che non hanno usufruito di contributi regionali con legge di fusione, o di Unioni di Comuni. È con questo provvedimento che prende corpo il progetto "Voucher digitale – Infosecurity", adottato dalla giunta regionale lombarda in materia di sicurezza.

Più precisamente, lo stanziamento prevede 2 tranches, entrambe del’importo di 400 mila euro: la prima per il 2014 e la seconda per il 2015. Le aree di applicazioni sono ampie, ma tutte rivolte a operazioni di configurazione dei sistemi e dei loro componenti (infrastrutture, reti dati e fonia, apparati, banche dati, applicativi software e approvvigionamento licenze), tese a uniformarli al meglio e a minimizzare il potenziale impatto di vulnerabilità.

I partecipanti potranno chiedere un contributo fino al 50 per cento delle spese sostenute e ammissibili, per un massimo di 40 mila euro. È inoltre previsto per gli enti, in collaborazione con ‘Eupolis Lombardia – Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione’, un percorso di formazione per garantire l’uniformità operativa, la buona gestione e conduzione delle dotazioni tecnologiche strumentali e digitali, e alla quale potranno accedere anche addetti di Enti non finanziati.

Il sottosegretario alle riforme istituzionali, enti locali, sedi territoriali e programmazione Daniele Nava dichiara: “Regione Lombardia, con questa come altre iniziative simili continua a proporsi come soggetto promotore di un processo virtuoso di integrazione fra le pubbliche amministrazioni. Un percorso condiviso, quindi, che vuole favorire la progressiva semplificazione e innovazione amministrativa, attraverso la digitalizzazione dei processi e delle procedure, mantenendo la capacità di governance degli enti. Tutto ciò con l’obiettivo di rispondere sempre meglio e in tempi ridotti alle esigenze dei cittadini e delle imprese, e di garantire il contenimento dei costi".

Il bando sarà pubblicato nelle prossime settimane sul Bollettino ufficiale e sul portale della Regione Lombardia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.