BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sentinelle in piedi Veglia a Bergamo, un centinaio in piazza

Le Sentinelle in Piedi di Bergamo sono scese ancora in piazza per rivendicare la libertà di pensiero e di educazione della famiglia naturale, fatta da uomo e donna. Un centinaio di persone si sono ritrovate in piazza Sant'Anna, a Bergamo, e si sono schierate in piedi leggendo un libro o una rivista. Lo stesso è successo in oltre 100 piazze italiane. La piazza è stata sorvegliata dalle forze dell'ordine per impedire contestazioni, che non sono avvenute.

Più informazioni su

Le Sentinelle in Piedi di Bergamo sono scese ancora in piazza per rivendicare la libertà di pensiero e di educazione della famiglia naturale, fatta da uomo e donna. Un centinaio di persone si sono ritrovate in piazza Sant’Anna, a Bergamo, e si sono schierate in piedi leggendo un libro o una rivista. Lo stesso è successo in oltre 100 piazze italiane. La piazza è stata sorvegliata dalle forze dell’ordine per impedire contestazioni, che non sono avvenute.

"Qualche settimana fa – spiega un comunicato del coordinamento nazionale delle Sentinelle – il tribunale per i minorenni di Roma ha riconosciuto l’adozione di una bambina da parte della compagna della mamma, creando un precedente pericoloso: si tratta del primo caso in Italia di "stepchild adoption", ovvero dell’adozione da parte di coppie omosessuali. Nel frattempo, sempre a colpi di sentenze la magistratura ha aperto la via alla fecondazione eterologa, che di fatto dà la possibilità anche alle coppie formate da persone dello stesso sesso di "produrre" un bambino. Il tutto avviene mentre il Governo annuncia un progetto di legge sulle unioni civili che ricalca il modello tedesco, in cui in sostanza le unioni saranno equiparate al matrimonio in tutto e per tutto, adozione compresa. Dirsi contrari a tutto questo oggi è considerato un atto di "omofobia", un’accusa che potrebbe trasformarsi in reato se dovesse essere approvato al Senato il ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera, che con il pretesto di impedire atti di aggressione e violenza nei confronti di persone con tendenze omosessuali, in realtà limita la libertà di espressione, non specificando neppure che cosa si intenda per "omofobia"». La proposta di svolgere alcune silenziose e civili manifestazioni per esprimere pubblicamente la propria contrarietà a questa deriva ha rapidamente preso piede, e ha permesso di giungere al gran numero di iniziative di questa domenica. Le Sentinelle scendono in piazza «in silenzio, leggendo un libro come simbolo di formazione continua»: così «la nostra mobilitazione invaderà le piazze per ribadire che non è possibile zittire chi ha gli occhi aperti e la coscienza vigile».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sonoetero

    Ma con tutto lo schifo che c’è nel mondo dobbiamo sul serio perdere tempo su delle coppie omosessuali? Se siete etero fintanto che non cercano di, scusate il francesismo, farvi le chiappe, perché vi preoccupate?
    Sulla questione delle adozioni è tutto un problema mentale, e basterebbe sensibilizzare i bambini per fargli capire che non c’è nulla di male nell’essere gay.
    Compito arduo e che non verrà risolto nel giro di un anno, e che diventa impossibile se i genitori stessi gli vanno contro

  2. Scritto da darioflautista

    bullismo, ragazzini/e depressi e suicidi perchè perseguitati a causa di un non “perfetta” assimilazione ai tipi maschili e femminili dominanti… gli efferati assassini sono queste pretestuose sentinelle, e chi li protegge e foraggia. Diciamogli in faccia il loro vero nome di assassini di tanti giovani

  3. Scritto da gia42

    Voglio essere ottimista e vedere nell’operato della Digos non un intento repressivo, come le può capitare di avere, ma la volontà di salvaguardare una persona ironica e coraggiosa dalla violenza culturale, e non solo, delle così dette Sentinelle: Ma de che!

  4. Scritto da Stefan Danov

    L’idiozia più grande, oltre a quella di pregare per non dare diritto ai gay che la dice lunga su quanto sono benevoli i religiosi, ma è la preghiera in sé. Insomma, siccome Dio avrebbe fatto qualcosa di sbagliato, questi qua presumono arrogantemente di poterlo pregare di correggere i propri errori.

  5. Scritto da sara

    Io sono pro all’adozione dei bambini da parte di coppie omosessuali.
    Il bambino che sarà adottato da grande avrá la certezza di non essere uno “sbaglio”,il frutto di una sera di divertimento.

    1. Scritto da Mariolino

      La tua motivazione è a dir poco ridicola, a meno che tu stia pensando che tu stessa possa essere uno sbaglio

  6. Scritto da Amy

    Ho 21 anni e ho passato la mia adolescenza in preda a pensieri suicidi a causa vostra. Mettetevi una mano alla coscienza e pensate alle persone. Le coppie omosessuali sono UGUALI alle coppie eterosessuali. Tutti vogliamo avere figli per creare il nostro lascito vivente, tutti vogliamo dare e avere amore. Se un omosessuale é egoista a voler avere o adottare un bambino, lo siete anche voi, mi dispiace.

  7. Scritto da alessandra

    come la penserà da grande il bambino adottato dalle coppie gay?Si farà veramente l’interesse del bambino?

    1. Scritto da Luigi

      Come la pensano da grandi tutte quelle persone cresciute in un istituto?

  8. Scritto da Marina

    Manifestare è un diritto, giusto ?
    Quindi bene hanno fatto a comunicare il loro pensiero , tra l’altro in modo del tutto pacifico. Agghiacciante invece che ci fosse la polizia e i carabinieri in tenuta antisommossa, questo vuol solo dire che qualcuno ritiene di poter essere il solo a manifestare, gli altri no tanto che si temevano disordini. Sono con loro e li apprezzo.

    1. Scritto da Alice

      Quindi tu sei dalla parte di persone che credono che essendo religiose possano permettersi il lusso di giudicare altre persone con i loro medesimi desideri? Complimenti! Sbaglio, o Dio non ha mai dato a nessun uomo il diritto di giudicare il prossimo?
      Ma dico io: uno non può fare quello che gli pare? Della serie che se una persona omosessuale vuole adottare un bambino non può farlo perchè si ritrova ‘sti quattro bacucchi sotto casa?
      Mhà.

  9. Scritto da Aurora

    Ha ragione andrea,vogliono togliere l’articolo 18 e nessuno fiata,e quando c’è da fare sciopero tutti vanno lo stesso a lavoro per guadagnare due soldi in più,e poi tutti a manifestare contro i gay PECORONI!

  10. Scritto da Orlando

    Ma che cavolo state dicendo? Tutti hanno il diritto ad avere una famiglia, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale!
    Tutti dovrebbero avere il diritto di poter formare una famiglia, anche gli omosessuali, perché la prima cosa più importante per una famiglia è volersi bene! E non il proprio orientamento sessuale! L’Italia riguardo a tutto quello che riguarda l’omosessualità è un po’ arretrata mentalmente.

    1. Scritto da Vasco

      E se si permette matrimonio omosessuale come si potrà proibire quello zoofilo? Oppure matrimonio a 3, visto che il triangolo e la forma più diffusa di “amore”?

  11. Scritto da max

    libertà libertà equità e responsabilità, perchè una persona che ama un bambino è sempre una speranza.

  12. Scritto da Mario

    Le Sentinelle sono la realtà più bella del nostro Paese

  13. Scritto da Luana

    Forza Sentinelle siamo con voi

  14. Scritto da Silvana

    Davvero sconvolgente. I gay non solo impongono leggi liberticide ma aggrediscono chi manifesta silenziosamente nelle piazze. Feroci

    1. Scritto da vale

      Ma che cavolo dici? Ma ti prego ripigliati!

  15. Scritto da koba

    E di quel povero Cristo che manifestava solo contro di loro nessuno ne parla però loro possono fare i fascisti bigotti

    1. Scritto da Cecilia

      Ahahah cioè fammi capire, chi si dice contro l adozione da parte di coppie dello stesso sesso è fascista?!
      Ti invito a riflettere bene: secondo te i due gay o lesbiche che adottano o attuano l inseminazione, stanno pensando veramente al bene del bambino?! O è solo un capriccio personale cosicché “anche loro avranno un figlio” e “anche loro si potranno finalmente sentire una vera coppia” come gli etero?!
      Questo è solo ed esclusivamente PURO EGOISMO.

  16. Scritto da Andrea

    Strano paese il nostro: si protesta contro l’estensione di un diritto a tutti in questo caso il diritto agli omosesseali a farsi una famiglia, ovvero si fa di peggio, anzichè estendere l’articolo 18 lo si toglie a chi già ce l’ha!

  17. Scritto da peter

    “sono scese ancora in piazza per rivendicare la libertà di pensiero” immagino che questo sia il loro comunicato stampa… ogni cronista si renderebbe conto che questi fanno l’esatto contrario.

  18. Scritto da Fernanda

    Siete la vergogna dell’Italia :’)
    Spero vivamente che i vostri figli non prendano esempio da voi, mi vergogno di vivere nel vostro stesso paese. Sono etero e lo sarò sempre, ma non sono tanto ignorante da protestare contro persone con gusti diversi.

  19. Scritto da Dylan

    Ritengo inopportuno il commento dell’essere cool il fatto di essere gay perche dichiararsi una società dove ci sono persone come queste non é affatto facile. La libertà di pensiero non la condanno anzi. Mi fanno ridere invece molti che secondo me erano in piazza, magari padri di famiglia che poi vanno con uomini. Sul fatto delle adozioni secondo me non é giusto né ingiusto: ci sono molti bambini in “casa famiglia” quando invece ci sono coppie omosessuali che possono dare a loro amore.

  20. Scritto da Emanuele

    Perché vogliamo sempre andare contro natura? Pensiamo a quei bambini che potrebbero avere una famiglia…

    1. Scritto da Beata

      Lo sapevi che esistono 100.000 bambini in Italia che vivono in famiglie omogenitoriali? Sono bimbi che una famiglia già ce l’hanno anche se non riconosciuta.

  21. Scritto da tex

    quelli discriminati e penalizzati sono le famiglie normali, essere gay è molto cool ! l’importante è contrastarli per tenerli a bada, non ci vuole tanto, basta rendergli la vita difficoltosa nella quotidianità

    1. Scritto da Andrea

      Non sono sicuro che tu ti renda conto della gravita tua affermazione. Affermi che la vita degli omosessuali andrebbe volontariamente resa difficile, dici esplicitamente che una categoria di persone andrebbe discriminata solo in base ad una loro preferenza sessuale. Questa è omofobia, caro mio, non l’essere contro il matrimonio omosessuale. Sei la prova di un’Italia fondamentalmente ignorante.

    2. Scritto da giorgio

      Ah sei proprio furbo… non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.. ricorda! :)

    3. Scritto da Tom Mix

      Cioè,come”rendergli la vita difficoltosa”?
      Su albertano spiegaci come.

      1. Scritto da Mariolino

        Non concordo sul rendere la vita difficile. Assolutamente!
        Sono assolutamente d’accordo che gay/lesbica oggigiorno è molto cool e trendy. E sta diventando una lobby molto influente

  22. Scritto da giorgio

    Una manifestazione che vuole privare il diritto di dare amore a bimbi che crescono in case famiglia od orfanotrofi. Sono i genitori eterosessuali che abbandonano i figli. Nessun gay, e chi conosce la cultura gay ben sa, potrebbe mai abbandonare un figlio. Bergamo si apra al cambiamento e spezzi la catena di omertà che si nasconde dietro un libro letto in piazza in silenzio. Invito, invece, a leggere di più a casa e di farlo per davvero, affinché si disintegrino pregiudizi inutili.

    1. Scritto da GREATUY

      “nessun gay abbandonerebbe mai un figlio” quindi lei ha il controllo assoluto su tutti i gay di questo paese? ed è cosi xchè lo dice lei? complimenti. il punto non è essere gay o etero ogniuno vive come meglio crede nel rispetto degli altri e lo stesso riesptto è dovuto a tutti indistintamente. ma un bimbo dve avere un padre e una madre! e chi seiu tu xc negarglielo?

      1. Scritto da pier

        Possono anche esistere altri modelli di famiglia. C’è l’evoluzione Greatuy… ma non so se sai di cosa sto parlando!!

        1. Scritto da greatguy

          hai ragione non so di cosa stai parlando…ciò di cui parli tu non è evoluzione! è voler per forza e con la forza cambiare l’ordine naturale delle cose a proprio piacimento e sopratutto sulla pelle degli altri! ripeto fai ciò che ti pare dove e come ti pare ma lascia perdere i bambini!

          1. Scritto da Alice

            Quindi mi stai dicendo che preferiresti vedere bambini chiusi in orfanotrofio e tristi piuttosto che vederli con una famiglia omosessuale e felici?
            Sai cosa? E’ l’ignoranza della gente come te che mi fa odiare gli umani!

          2. Scritto da mattia

            Greatguy quindi secondo te un bambino starebbe meglio in un orfanotrofio? Quando potrebbe avere due persone che lo amano e gli vogliono bene. Pensa anche ai bambini e non solo al fatto di essere gay o non gay

      2. Scritto da laura

        E chi sei tu per dire che un bimbo deve per forza essere cresciuto da un padre e da una madre.

        p.s ognuno si scrive senza la lettera “i” tra la n e la u…

        1. Scritto da greatguy

          non lo dico io lo dice la storia dell’umanità!

        2. Scritto da Giovanni Dabano

          …”ogniuno” forma colta, antica …. e logica, se ne si considera gli originari vocaboli non contratti di ogni-uno. cfr: il Vocabolario della lingua italiana Zingarelli e altri. O intende correggere anche Boccaccio, santa Caterina da Siena, il Redi, il Villani, il Buti, il Cellini, il Berni, il Boiardo, il Guicciardini, il Machiavelli, l’Ariosto, il Vico, il Foscolo, il Leopardi e, son sicuro, anche il D’Annunzio non avrà voluto esser da meno nell’istoriar suoi versi.

  23. Scritto da nino cortesi

    Fascisti, con l’aggravante di essere anche poveri di spirito.