BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonaventura in Azzurro Quando bastano i colori a convincere un ct

Che cosa è successo a Giacomo Bonaventura? Da promessa del calcio è diventato un campione pronto per scendere in campo titolare con la Nazionale? No, Jack è sempre lo stesso. Talento cristallino, sempre pronto ai sacrifici, testa giusta per non farsi distrarre da fama e soldi. Non è cambiato nulla, tranne che i colori della maglia. Da stella dell'Atalanta, Bonaventura è diventato un punto di riferimento nel Milan di Pippo Inzaghi. I giornali non fanno che esaltarne le doti. E puntuale è arrivata la chiamata.

Più informazioni su

Che cosa è successo a Giacomo Bonaventura? Da promessa del calcio è diventato un campione pronto per scendere in campo titolare con la Nazionale? No, Jack è sempre lo stesso. Talento cristallino, sempre pronto ai sacrifici, testa giusta per non farsi distrarre da fama e soldi. Non è cambiato nulla, tranne che i colori della maglia. Da stella dell’Atalanta, Bonaventura è diventato un punto di riferimento nel Milan di Pippo Inzaghi. I giornali non fanno che esaltarne le doti. E puntuale è arrivata la chiamata.

Il ct Antonio Conte ha deciso di convocarlo in Nazionale. Probabilmente l’ex nerazzurro avrà anche chance di giocare negli undici titolari contro Azerbaigian e Malta, i prossimi due impegni di qualificazione a Euro 2016. Finora ha indossato solo una volta la maglia azzurra, sotto la guida di Prandelli: amichevole Italia-San Marino, il 31 maggio 2013, finita 4-0.

I tifosi atalantini lo dicono da tempo: “Per vedere Jack in Nazionale deve essere venduto”. I fatti hanno dato loro ragione e forse anche lo stesso ex nerazzurro ne era consapevole. "La Nazionale? Sono contento, felicissimo – ha dichiarato -. Per tutti i sacrifici e la voglia che ci metto, e’ una bella convocazione. Io cerco di dare il mio contributo al Milan – aggiunge l’ex atalantino – spero di diventare un giocatore importante, perche’ questa e’ una squadra incredibile e fortissima. Abbiamo tutte le potenzialita’, spero di fare il mio al massimo. Dobbiamo migliorare ancora in tante cose, oggi abbiamo fatto bene, ma questa e’ una squadra con tanti giocatori nuovi. Io non conosco ancora tanto i meccanismi dei miei compagni".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da veronika

    Articolo bizzarro: prima si ricorda che Bonaventura venne convocato ed esordì da giocatore dell’Atalanta, poi si scrive “…I fatti hanno dato loro ragione…” riferito a chi sosteneva che per essere convocato doveva giocare in un altro club.
    Io sto ai fatti e i fatti dicono che Bonaventura fu convocato e giocò da atalantino ed ora è convocato da milanista.

  2. Scritto da toyo

    ricordiamoci che il mister conte a bg aveva messo in panchina un certo doni…(quello delle scommesse)
    da lì sono iniziati i suoi problemi

    1. Scritto da Luigi

      Albinoleffe – Bari 1 – 3, di qualche anno fa. Conte allenatore del Bari in testa al campionato di serie B, che poi passerà in serie A. Albinoleffe con Carobbio in campo. Guardati il filmato e poi dimmi se è una partita normale…..

  3. Scritto da andrew

    tesi smentita dalle recenti convocazioni… la maglia non fa differenza, l’ unica differenza sta nel fatto che Conte convoca anche quelli delle squadre non blasonate(Zaza, Rugani…) Prandelli se poteva evitava

    1. Scritto da simona

      beato TE che ci credi ancora alle favole nel calcio…
      ormai comandano procuratori ed affini !!!