BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si arrampica al 3° piano e cade: ladro in fin di vita abbandonato dai 2 complici

Un giovane 21enne albanese è gravissimo dopo che venerdì sera ha tentato di introdursi in un appartamento di via Scotti. Con lui due uomini a bordo di una Mercedes, ora ricercati.

Si è arrampicato fino al terzo piano ma è caduto. Venerdì sera un 21enne albanese è stato abbandonato in fin di vita al pronto soccorso del Policlinico di Ponte San Pietro, da due uomini che sono scappati a bordo di una Mercedes Classe A.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il ragazzo, intorno alle 20.30, avrebbe cercato di introdursi in un appartamento al terzo piano del condominio San Bartolomeo di via Scotti 31 a Mapello.

Dopo aver raggiunto il balcone arrampicandosi su per la grondaia, il giovane si è aggrappato al davanzale che improvvisamente ha ceduto: inevitabile il volo nel vuoto, da un’altezza di dodici metri.

A soccorrerlo i due suoi complici: uno gli faceva da palo all’ingresso della palazzina, l’altro era a bordo della Mercedes con i quali i ladri si sono subito diretti verso l’ospedale di Ponte San Pietro, dove lo hanno abbandonato incosciente e gravemente ferito a causa della caduta: il ragazzo si trova ora in prognosi riservata all’ospedale Manzoni di Lecco, dove è stato trasferito. 

I carabinieri di Ponte San Pietro e della compagnia di Bergamo nel frattempo sono alla ricerca dei due complici, ma finora nessuna traccia della loro Mercedes bianca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cua de paja

    ESATTO: ALBANESI BRAVISSIMA GENTE…

  2. Scritto da Padania Celtica

    Ladro ex lavoratore disperato: poveraccio in fondo era un disgraziato
    Ladro ladro e basta: ben gli sta,uno di meno

  3. Scritto da romano

    Vi prego bergamonews tenetemi aggiornato su questa vicenda; non che mi interessi della salute del ladro ma per quello che succederà al proprietario della casa perchè io è già da tempo che ho svitato le viti delle grondaie . grazie .

  4. Scritto da catif

    Siete proprio bergamaschi! Qui tutti giustizialisti poi alle urne tutti pecoroni a dare la fiducia a renzie che vota x l’ indulto li lascia liberi e gli da 8€ al giorno di indennizzo…. Ve la meritate sta melma….

    1. Scritto da romano

      caro Catif probabilmente da te i ladri non sono mai venuti . Da me sono entrati tre volte . Vorrei vedere te quando ti toccano le cose a te piu care che siano persone o oggetti, poi mi dirai.

    2. Scritto da Pippo

      Parla per te. Non credo che qui abbiano tutti votato Renzi o FI…
      La realtà è che questo sistema BUONISTA con i crimminali và definitivamente cambiato. Altro che indulti o sermoni da parte del Papa.. Qui si devono fare nuove galere, fare dei trattati bilaterali con alcuni paesi (esempio Albania) secondo i quali chi viene a delinquere in Italia poi si sconta le pene nel suo paese di origine con le leggi del posto e a spese di questo ovviamente.
      ITALIA PAESE DI BUONISTI

    3. Scritto da Padania Celtica

      Assicurati di avere smaltito la sbornia del rave a cui hai partecipato ieri notte prima di dire ste str…avaganze. Cosa c’entra Bergamo e i Bergamaschi con un fatto di cronaca che poteva accadere ovunque. Un commento degno di Germagno Olmi il tuo

  5. Scritto da Vittorio

    Chi paga le spese sanitarie? In ospedale non dovrebbero curare una persona senza documenti. Chi fa richiesta di un servizio pubblico deve essere identificabile.

  6. Scritto da uno dei tanti

    Albanesi brava gente.

    1. Scritto da Padania Celtica

      Vero: ne conosco (parecchi) che delinquono e tantissimi che si spaccano la schiena per portare a casa il pane onestamente.
      Un po’ come i magnasaù ma con in più la categoria degli onesti

    2. Scritto da kappa

      Peccato che toccherà a noi come società pagargli anche ,oltre la meritata galera, ammesso che sopravviva , anche la riabilitazione , che del resto per le persone che hanno avuto un ictus è veramente ridotta a poco o nulla, ergo, preoccupiamoci dei nostri malati poi a chi fa furti facciamo pagar tutte le spese, anche quelle mediche….

      1. Scritto da mario

        Secondo il tuo ragionamento anche i fumatori gli alcolisti o chi si droga non dovrebbero essere curati perchè se la sono cercata….Bell’esempio di umanità….

      2. Scritto da Narno Pinotti

        Sono d’accordo. Però le spese mediche le paghino anche gli evasori fiscali. E se un evasore arriva in pronto soccorso con un infarto, prima dà l’IBAN, poi lo curano.

        1. Scritto da La verità fa male

          Mi vien da ridere a leggere certi commenti… eh già secondo lei uno che arriva al pronto soccorso ha scritto sulla fronte “sono un evasore fiscale” e uno che ha appena avuto un infarto è in grado di dire il proprio IBAN…. i medici per la professione che svolgono devono curare e se possibile tentare salvare la vita a chiunque, che sia una brava persona o un ladro o un evasore fiscale

        2. Scritto da Mister Bean

          Che commento illuminato! Lo sai che gli “evasori” pagano anche loro le imposte indirette? Lo sai in quali zone d’italia c’è la più alta percentuale di evasione? Lo sai dove ci sono più controlli e dove invece non ne fanno? E dove li fanno, sai che “saltano” quelli agli stranieri perchè “tanto poi loro chiudono e non portiamo a casa niente?”

      3. Scritto da funicello@alice.it

        ti correggo le cure mediche si ma quando riguarda la riabilitazione solo quella fatta in ospedale perche’ qui da noi non ci sono carceri con centro riabilitativo

  7. Scritto da Lorenzo

    Poverino, mi dispiace davvero tanto… per il proprietario del davanzale, che a breve verrà denunciato dal ladro o dai suoi complici per non aver provveduto a un’appropriata manutenzione dell’immobile finalizzata a garantire l’incolumità di intrusi e malintenzionati. Con ovvio risarcimento a favore del malcapitato…

  8. Scritto da davide

    povero ladro.. lui è la vittima del sistema.. che delinquente il proprietario del balcone… sono stati dei bravi amici quelli che lo hanno portato all’ospedale.. dovrebbero trovarli e premiarli.

    1. Scritto da uno dei tanti

      Esatto il proprietario del balcone doveva sistemarlo bene… Per colpa sua si è. Ferito un ladro

    2. Scritto da Leo

      certe scalate riescono solo alle banche e a certi politici.. mi dia retta davide!!

  9. Scritto da walter

    Stando a quanto scritto nell’articolo:”…Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il ragazzo,intorno alle 20.30…A soccorrerlo i due suoi complici:uno gli faceva da palo all’ingresso della palazzina, l’altro era a bordo della Mercedes con i quali i ladri si sono subito diretti verso l’ospedale di Ponte San Pietro…”Domanda:se non era presente nessuno “al fatto” come è possibile che sappiano tutto questo?? Quanti erano,colore dell’auto, forse anche la targa;se qualcuno me lo spiega,grazie.

    1. Scritto da Angelo

      “stando a quanto ricostruito”.. che ne sai che non ci fossero testimoni o telecamere o altri elementi non citati nell’articolo?

  10. Scritto da kamanera

    Meritano la galera per pagare di quello che hanno fatto e dopodiche l espulsione dal nostro paese.Ma ricordo a tutti e cari lettori che stiamo parlando di esseri umani e non si augura mai del male a nessuno.Evitamo commenti scontati da bestie.Grazie Sono un bergamasco onesto fiero di essero e non sopporto l illegalità e nemmeno chi commette qualsiasi reato italiano o straniero che sia,ma ripeto non fate le bestie

    1. Scritto da gio

      Grazie per queste normalissime, intelligenti e civili parole; mi rincuora sapere che ci siano ancora persone umane, come lei, e non bestie che si aggirano attorno ai cadaveri dei delinquenti per azzannarli.

  11. Scritto da benito

    pace per l’anima sua ,amen,

  12. Scritto da marco

    Il titolo è fuorviante. Hanno rischiato la galera per soccorrere il compagno, non è corretto scrivere “abbandonano”. C’è modo e modo di essere delle merde…

  13. Scritto da Luigi

    Adesso incolperanno e processeranno il suolo per essere troppo duro e non garantire una caduta morbida…..

  14. Scritto da me ne frego

    DIO VEDE E PROVVEDE

    1. Scritto da Luca Lazzaretti

      non nominare il nome di Dio invano….

  15. Scritto da bepi

    Ta ghét risù: ma ora il tizio è pure a carico nostro per le cure che gli dobiamo prestare…come siamo buoni…anzi buonisti…..magari le cure dureranno poci e la magistratura condannerà l’installatore dei collari dei pluviali perché non hanno retto il peso del tizio

    1. Scritto da Ale

      I collari dei pluviali non sono e non devono essere adibiti a reggere il peso di una persona.

  16. Scritto da emilio

    se è italiano il ladro fargli pagare le cure mediche, così calano le liste di attesa, se si scopre che è straniero farle pagare alla sua ambasciata marchiarlo e mandarlo fuori dal paese se non si mettono pene più severe questi non demordono mai

  17. Scritto da Marco

    Dire che sono dispiaciuto è una bugia. Ben gli sta sinceramente. E speriamo che anche i suoi due cari amici complici si siano schiantati contro un muro

  18. Scritto da il polemico

    certo che i ladri prima di iniziare il turno di lavoro,dovrebbero scegliersi meglio i loro compagni di lavoro,questo abbandonato dai complici ferito,,l’albanese preso a fucilate dal monella,abbandonato sul ciglio della strada dai suoi compagni d’avventura e morto dissanguato con colpa ricaduta al 100% su chi li ha disturbati nelle loro intenzioni…

    1. Scritto da marco

      Questi lo hanno portato all’ospedale. Il titolo è fuorviante. Ladri, ma gentiluomini.

      1. Scritto da il polemico

        scaricarlo fuori dall’ospedale e andarsene senza sapere in che condizioni si trova il loro collega,dopo che forse gli hanno pure tolto i documenti per non farlo identificare è proprio da veri galantuomi,peccato solo per il lavoro che fanno,altrimenti una medaglia al valore non gliela leva nessuno….beh,almeno uno di loro per un pò non lavorerà…..