BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ancora calcioscommesse: nuove partite in Serie A, analizzati 200 telefoni

Emergono altre gare sospette dagli accertamenti dei periti informatici sugli apparecchi del centinaio di indagati nell'ambito dell'inchiesta di Cremona. Nel mirino anche il ct Conte. Mauri non fornisce il pin

Emergono altre partite sospette dagli accertamenti dei periti informatici incaricati di analizzare i duecento apparecchi del centinaio di indagati nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse condotta dalla Procura di Cremona sull’associazione a delinquere transnazionale che aveva il vertice a Singapore.

Parte dei risultati è stata consegnata durante l’incidente probatorio disposto dal gip Guido Salvini su richiesta del procuratore Roberto di Martino.

Dagli accertamenti è finora emerso che negli apparecchi di 27 indagati sono state trovate le parole chiave che il procuratore aveva chiesto di cercare.

Le perizie hanno rilevato altri particolari. Ad esempio, Stefano Mauri, capitano della Lazio, non avrebbe fornito il pin del suo telefonino e senza quel numero i periti, per ora, non hanno potuto esplorare l’apparecchio.

Stessa cosa sarebbe accaduta con Ivan Tischi, ex del Pescara, e Mauro Bressan, ex della Fiorentina, considerato il braccio destro di Amir Gegic, uno dei capi degli zingari e uomo chiave dell’inchiesta.

Le perizie sugli apparecchi di Massimo Erodiani, allibratore di Pescara, e di Mario Bruni, ex commercialista di Beppe Signori, avrebbero fatto emergere numerosi scambi di informazioni su partite vecchie e nuove.

Gli accertamenti sul pc di Bruni avrebbero invece svelato un enorme giro di denaro nell’ambito del calcioscommesse.

La copia forense relativa alle analisi sul pc di Antonio Conte, ora allenatore della Nazionale, è risultata illeggibile.

Le parole chiave che il procuratore del tribunale di Cremona Roberto Di Martino ha chiesto di cercare negli apparecchi informatici sequestrati a calciatore ed ex nell’ambito della maxi-inchiesta sul calcioscommesse sono diciannove: abbraccio, assegni, beppe, bolognesi, cambiale, cervia, civ, garanzia, gol-gol, handicap, makelele, over, ovetto, pareggio, under, uovo grande, uovo piccolo, vittoria, zingari-zingaro.

Le perizie devono ancora essere completate. I risultati verranno illustrati all’udienza del 29 ottobre

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gutembergem

    Mi piacerebbe per giustizia e che il calciatori icoinvolti pagassero come chi sappiamo … e che le società fossero penalizzate come Atalanta e Siena. Ma sappiamo tutti che la giustizia non è di questo mondo!!! Non è così nella società, figuriamoci in nel nostro calcio!!!

  2. Scritto da giobigol

    strano che mauri non abbia dato il pin del telefono….eppure continua a giocare e ha pagato meno di tutti…peccato che il nostro capitan Doni ha sempre giocato nell’atalanta pagando piu’ di tutti, altrimenti se avesse militato in lazio e juve, adesso segnerebbe ancora (si vede che manca nello spogliatoio…)

  3. Scritto da Beppe

    Personalmente, mi sentirei preso in giro e sfruttato e quindi non riuscirei a tenere accesa la passione per una squadra.
    Davvero, non capisco come fate, se nessuno di voi (Che siete il calcio) a seguito di fatti come questo si interessasse più della propria squadra cosa succederebbe?

  4. Scritto da Beppe

    A me non piace il calcio, uno dei motivi è proprio questo, è malato, marcio, un enorme giro di soldi e NULLA PIU’!
    Come fate, voi tifosi, ad emozionarvi, affezionarvi, arrivare a “vivere” per una squadra di calcio, quando dietro ai colori di una maglia altro non c’è che del marcio, marcio marcio…
    (Continua –>)