BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rivoluzione Canone Rai In base al reddito costerà da 35 a 60 euro

Il decreto che il Governo è intenzionato a presentare entro ottobre prevede lo slittamento della rata di qualche mese e una sostanziale diminuzione dell'importo da pagare: costerà al massimo 60 euro.

Più informazioni su

Il Canone Rai si prepara alla grande rivoluzione. A cominciare proprio dall’abbonamento in scadenza nel prossimo gennaio 2015. La prima novità riguarderà rata, che slitterà di qualche mese. Il governo è intenzionato infatti a presentare entro ottobre un decreto con l’obiettivo di convertirlo in legge entro l’anno. Il modello, al quale hanno lavorato lo staff del sottosegretario allo Sviluppo Antonello Giacomelli e il Tesoro, prevede un criterio di calcolo innovativo. Non sarà uguale per tutti – attualmente è di 113,50 euro – e non dipenderà più dal possesso dell’apparecchio. Oscillerà fra 35 e 65 euro in base a reddito e consumi. 

Il governo mira così ad eliminare quasi del tutto l’evasione che si aggira intorno al 27%, con punte del 50% in Campania, Sicilia e Calabria. L’importo sarà più basso anche grazie agli introiti di Giochi e Lotterie. In Italia i ricavi del canone tv sono inferiori che in altri Paesi europei, ad esempio Francia e Inghilterra, compensati in parte dai ricavi pubblicitari superiori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tas giò

    Dovrebbero parametrare al reddito anche l’IMU sulle case non di abitazione. Spesso non si riesce a venderle e nemmeno affittare. Queste tasse intaccano sensibilmente gli introiti personali. Se sono alti, nessun problema a farle pagare. Ma se sono bassi? Un piccolo problema: non tutti i redditi emergono alla luce del sole.

  2. Scritto da Desperados

    Incredibile. Ma e’ mai possibile che chiunque governi sto cavolo di paese riesce sempre a metterci del suo con qualche nuova tassa. Sembra la favola di Selvino. Nuovo sindaco giovane (bene), tasi portata al 2 per mille, imu seconda casa aumentata al 10,6, tassa sui rifiuti peggio di prima (male). Alla faccia dei giovani amministratori. Imparato bene a mangiare.

  3. Scritto da milli

    Pagare tutti? Buttate la tv…io non l’ho mai pagata!

  4. Scritto da Patriota

    A me la televisione fa schifo, non ce l’ho, non desidero averla e quindi non voglio pagarla.
    Che si faccia una televisione a pagamento come Sky così chi la vuole si abbona,
    Questa è una truffa che mi spinge all’evasione sulle prossime spese dell’idraulico, dell’imbianchino ecc.
    niente fattura, così risparmio l’IVA che mi resterebbe sul gobbo, e sconto perchè così guadagno io, l’ idraulico e imbianchino.
    Alla faccia di quei rincoglioniti che hanno queste pensate

  5. Scritto da gigi

    vedrai quanti avvocati, gioiellieri, fruttivendoli piccoli industriali etc. pagheranno la tariffa ridotta. Mentre dipendenti e pensionati pagheranno per intero…
    Già, ma l’evasione fiscale non è tra le priorità delle riforme del Renzie. L’importante è togliere l’articolo 18

    1. Scritto da Paolo

      Ovazione. Aggiungerei l’enorme numero di evasori della tassa . La facessero pagare con la bolletta della corrente.

  6. Scritto da Rota Bruno

    calma gente calma ! la fregatura è certamente in agguato tra le righe del ddl !

  7. Scritto da Mike

    Assurdo, io non ho nemmeno il televisore!!!

  8. Scritto da sfrisù

    Sperem, pagare tutti, pagare meno!

    1. Scritto da Speranzoso

      Ci credi ancora ahahahaha