BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“L’amore condiviso”: la rassegna di Nepios sui problemi famigliari

Nona edizione per la rassegna cinematografica di Nepios che affronta i temi dell'infanzia e dell'adolescenza: quest'anno il tema è “L'amore condiviso” e il difficile equilibrio affettivo che caratterizza i rapporti tra fratelli e sorelle. Quattro i film proiettati: “Non pensarci”, “Rachel sta per sposarsi”, “Pulce non c'è”, “Elle s'appelle Sabine”.

La relazione tra fratelli e sorelle è un rapporto spesso complicato, soprattutto se nelle sue dinamiche interviene anche l’elemento della disabilità. Supportare le famiglie attraverso azioni mirate che aiutino i genitori nel difficile processo di educazione e crescita dei figli è l’obbiettivo perseguito dall’associazione onlus Nepios, che anche quest’anno propone la rassegna sul cinema per l’infanzia e per l’adolescenza.

Il tema affrontato in questa edizione, la nona, dal titolo “L’amore condiviso” è il difficile equilibrio affettivo che caratterizza i rapporti tra fratelli e sorelle, una scelta centrata, come ha sottolineato Maria Carolina Marchesi, assessore alle politiche sociali del Comune di Bergamo. Il cinema, infatti, è in grado di sensibilizzare le persone attraverso la sua potenza espressiva, permettendo di comprendere appieno le tensioni che possono crearsi nei nuclei famigliari e quali possano essere i modi per affrontarle. Anche il direttore generale dell’ASL di Bergamo Mara Azzi ha sottolineato la rilevanza degli argomenti affrontati dai film selezionati, motivando il sostegno alla rassegna con la condivisione dei principi alla base delle azioni dell’associazione Nepios.

Alla presentazione della rassegna ha partecipato anche il cantante Roby Facchinetti, socio e testimonial dell’associazione Nepios, che ha dimostrato il suo apprezzamento per quanto svolto in questi anni dalla onlus e ha evidenziato l’importanza dell’argomento di questa rassegna cinematografica, dichiarandosi particolarmente sensibile al tema in quanto genitore.

Per concretizzare quanto promosso attraverso la rassegna, la Nepios ha anticipato l’inaugurazione di uno spazio multifunzionale nel reparto di neuropsichiatria dell’azienda ospedaliera “Papa Giovanni XXIII” che offrirà interventi riabilitativi in età evolutiva mediante l’utilizzo di strumenti multimediali per favorire il miglioramento della qualità della vita del bambino disabile.

Tutti e quattro i film della rassegna verranno proiettati al Cinema Capitol di via Tasso e saranno seguiti da una discussione alla quale prenderanno parte alcuni esperti. Il primo appuntamento è per giovedì 9 ottobre alle 20:30 con il film “Non pensarci” di Gianni Zanasi, a cui seguiranno con cadenza settimanale gli altri film in programma: “Rachel sta per sposarsi” il 16 ottobre, “Pulce non c’è” il 23 ottobre e infine “Elle s’appelle Sabine” il 30 ottobre.

Erika Dossena

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.