BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dorfles e “i cento libri” che trasformano l’Italia in una famiglia di lettori

Il critico letterario sforna questa splendida opera che, col suo stile semplice, discorsivo e mai estenuante, riesce a porsi da Vate tra l'opera e il lettore, conducendolo per mano, senza forzature, nel cuore delle opere che, secondo lui, non possono non essere lette. Un modo per far sentire il Paese una famiglia di lettori.

Titolo: I cento libri che rendono più ricca la nostra vita

Autore: Piero Dorfles

Editore: Garzanti

Pagine: 298

Anno: 2014

Costo: 14,90 euro

 

Piero Dorfles è un giornalista e critico letterario. Molti lo ricordano per la sua partecipazione al programma domenicale di Rai3, per un pugno di libri. Impossibile non essersi fermati almeno un istante, durante lo zapping festivo, per ascoltare questo "raro e prezioso artista delle parole".

E’ di queste settimane l’ultima moda cool che compare sulla piattaforma del social network Facebook. Si tratta di una sorta di catena di sant’Antonio, che consiste nel taggare (ndr nominare) amici e conoscenti facendo richiesta di esprimere una lista di 10 titoli di libri, che in qualche modo hanno influenzato la propria vita. Per quanti fossero stati colti dall’imbarazzo o meglio ancora avessero ridestato il proprio amore per le pagine dei libri, "i cento libri" è sicuramente il libro migliore per approcciarsi al ricco mondo della letteratura. Dorfles offre uno stilo semplice, discorsivo, preciso ma mai estenuante. Riesce a porsi da Vate tra l’opera e il lettore, conducendolo per mano, senza mai forzarlo, nel cuore delle opere.

Come ogni operato riconducibile a Dorfles, anche stavolta ci si rivolge al largo pubblico composto da chi legge poco, da chi vuole arricchire le proprie conoscenze o da chi semplicemente ha bisogno di un "ripasso". L’autore presenta questo saggio come una personalissima e discutibilissima selezione di 100 libri, che oggi, in Italia, è bene aver letto perchè sono entrati nell’immaginario letterario collettivo; quelli che permettono di stabilire in contatto con gli altri lettori perchè rappresentano un patrimonio comune ineludibile. L’approccio a questi 100 libri viene strutturato seguendo una regia tematica: "l’utopia negata"; "vivere la storia"; "l’avventura e la fuga"; "percorsi sociali"; "i romanzi – mondo"; "la frammentazione dell’io"; "al di là del principio di ragione"; "la solitudine della vita contemporanea"; "formazione e riti di passaggio"; "lo scarafaggio e il destino di un uomo". L’ultima fatica di Dorfles, uscita nel 2014, è sicuramente un inno all’amore per la lettura con la consapevolezza e l’augurio da parte dell’autore che si possa creare un sapere condiviso che permetta di vivere, se non in sintonia, almeno in compagnia degli altri.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.