BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albino revoca l’adesione al progetto di accoglienza profughi

Il Comune di Albino non aderisce più al progetto di accoglienza profughi sottoscritto l'anno scorso e previsto fino al 2016. La Giunta comunale guidata dal sindaco Fabio Terzi ha revocato la delibera approvata dalla passata amministrazione di centrosinistra.

Il Comune di Albino non aderisce più al progetto di accoglienza profughi sottoscritto l’anno scorso e previsto fino al 2016. La Giunta comunale guidata dal sindaco Fabio Terzi ha revocato la delibera approvata dalla passata amministrazione di centrosinistra. La decisione è stata presa in seguito alla campagna politica lanciata dalla Lega Nord in tutti i Comuni bergamaschi in cui il Carroccio governa o batte i pugni sui banchi dell’opposizione. In tutti i Consigli comunali verrà presa in esame una mozione che chiede la “sospensione dell’operazione mare nostrum”. Anche ad Albino verrà discussa, durante il prossimo Consiglio comunale, ma nel frattempo la Giunta ha deciso fin da subito di revocare l’adesione al progetto profughi.

Le conseguenze? La prefettura è l’organo dello Stato che decide, anche sopra la testa dei Comuni, ma con una così netta posizione dell’amministrazione si andrebbe allo scontro. “Lo avevamo promesso in campagna elettorale e lo abbiamo fatto – spiega il vicesindaco di Albino Daniele Esposito -. La nostra è una decisione molto chiara, andremo avanti su questa strada”.

Proprio oggi, giovedì 2 ottobre, verrà sottoscritto in prefettura il protocollo di intesa con molti Comuni bergamaschi per permettere ai profughi di svolgere servizio di volontariato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    il governo attuale.con la giustificazione che mancano sempre i soldi,si è riservato il diritto di mantenere un gran numero di stranieri clandestini o profughi,dando mensilmente per ognuno di loro,il quadruplo di quello che da ad un invalido civile italiano….quando si dice avere a cuore la vita degli italiani….ma quali italiani?trovo piu assurdo l’atteggiamento dei isndaci di sponda pd,pronti a farsi in 4 per loro,ma non a muovere un dito per i cittadini bisognosi,.non ci sono soldi per loro

    1. Scritto da panfilo

      già il fatto che lei metta sullo stesso piano profughi e clandestini, fa pensare alla sua malafede… ma magari mi sbaglio e quindi le chiederei, se fosse così gentile, di voler spiegare a noi sprovveduti: qual è la pensione che spetta ad un invalido civile? quanti soldi arrivano nelle tasche dei profughi? grazie per la risposta.

      1. Scritto da il polemico

        280 euro per invalidità civile.ai profughi entrano 80 euro al mese per spese personali piu 30 euro per scheda telefonica,oltre a 3 pasti preparati con ingredienti di primissima qualità e secondo le varie usanze,acqua calda in abbondanza e lenzuola pulite.in pratica come alloggiare in un albergo,solo che l’italiano l’albergo lo paga,lo straniero no.iessendo un forum libero e se ti sta più a cuore aiutare lo straiero piuttosto che l’italiano,lo puoi dire senza tanti giri di parole

      2. Scritto da mario

        Hai perfettamente ragione!!!!!!Sarebbe utile spiegare quanto costano i profughi e quanto realmente danno loro.Purtroppo c’è molta gente che sugli equivoci ci marcia e vuole a tutti i costi far passare messaggi fasulli.Il polemico riporti i dati reali e non faccia polemica sterile.

        1. Scritto da Paolo

          Comunque saremmo in un momento di recessione e ristrettezze “per tutti” (meno che per i politici e gli statali). Equivoci mica tanto, i dati sulla crisi. Possiamo fare i samaritani fin che vuole, ma ci sono famiglie italiane senza lavoro e con mutui da onorare, sarebbe bello lanciare salvagenti anche a questi….