BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scattano i rincari su luce e gas, l’Italia la più cara d’Europa

I prezzi dell’energia elettrica saranno, nel nostro Paese, più alti del 8,9% rispetto alle altre nazioni europee, quelli del gas addirittura del 18,7%. A pesare maggiormente sono tasse e imposte che arrivano a rappresentare il 37% della spesa totale.

Più informazioni su

Come comunicato dall’Autorità per l’Energia, da mercoledì 1 ottobre saranno in vigore le nuove tariffe di luce e gas che prevedono rincari, rispettivamente, del 1,7% e del 5,4% sulle bollette degli italiani.

Facile.it, principale sito di comparazione delle tariffe energia, ha messo a confronto i costi delle forniture in Italia con quelle applicate nel resto d’Europa evidenziando come le tariffe in vigore nel nostro Paese diventeranno così più alte del 8,9% per l’energia elettrica e del 18,7% per il gas rispetto alla media UE. Nello specifico i consumatori italiani pagano 19,71 centesimi di euro/kWh per l’energia elettrica (rispetto a 18,09c€/kWh della media UE) e 90,02 c€/standard metro cubo per il gas (rispetto a 75,83c€/smc della media UE). Se le tariffe unitarie fossero in linea con quelle del resto dell’Unione Europea il risparmio di una famiglia italiana sarebbe di oltre 200 euro circa all’anno. L’analisi ha però evidenziato anche come, se confrontate con le tariffe in vigore nelle quattro principali nazioni europee (Germania, Regno Unito, Francia e Spagna), quelle italiane siano notevolmente maggiori per quello che riguarda il gas (+15,3%), ma inferiori per quanto riguarda l’energia elettrica (-9,3%).

Sul mercato del gas, quindi, i consumatori italiani si confermano i meno favoriti, con delle tariffe superiori del 28% rispetto al Regno Unito, del 24% circa rispetto alla Francia, del 19% rispetto alla Germania e del 9% rispetto alla Spagna. Tutto ciò pur essendo il costo della materia prima e della distribuzione in linea, se non più bassi, di molti Paesi, come dichiarato dall’Autorità per l’Energia.

In Italia pesano eccessivamente tasse e imposte che rappresentano ben il 37% della spesa totale (contro, ad esempio, l’11% del Regno Unito). Contenere le spese è comunque possibile. "È importante considerare le offerte che arrivano dal mercato libero, grazie a cui si può arrivare a risparmiare, ogni anno, mediamente 150€ per il gas e 50€ per la luce – sostiene Paolo Rohr, responsabile Business Unit Energia di Facile.it -. Oltre a ciò, è possibile ridurre le spese monitorando i consumi dei propri elettrodomestici in casa, grazie a semplici dispositivi in commercio (a prezzi variabili da 15€ a 100€) che consentono di correggere abitudini di consumo errate, oppure ancora sostituendo elettrodomestici particolarmente energivori (in questo modo si può arrivare a risparmiare fino a 400€ all’anno)". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beluga

    Ora con la guerra in Siria aumenterà ancora tutto. COSA vi fa pensare?

  2. Scritto da mvf

    Era da sapere che con la crisi tra Ucraina/Russia i prezzi sarebbero aumentati. Se pensiamo che anche i prezzi dei carburanti sono tra i + alti d’Europa, non ci rimane che ringraziare ancora una volta questo paese di ladri, disonesti e cialtroni.

    1. Scritto da hans

      che ci possiamo fare se russia e ucraina fanno a botte?

      1. Scritto da Paolo

        Senza uno stato di ladroni, cialtroni e incapaci avremmo potuto avere un’economia florida con stipendi più alti (come in altri paesi dell’europa) e affrontare meglio le tariffe del gas e di tutto il resto….

  3. Scritto da Alberto

    La crisi è finita…

  4. Scritto da Sergio

    Sarà perché abbiamo gli stipendi più alti d’Europa ed i servizi migliori! Ma perché non intervengono le Forze dell’Ordine a proteggere i cittadini continuamente derubati da uno stato e da aziende canaglia? Ma cosa ci stanno a fare 4 corpi di polizia, se poi si occupano solo di rubagalline o di casi “comodi”?