BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Abb Italia a Dalmine apre le porte ai giovani studenti

Rafforzare il solido e proficuo rapporto con il mondo dell’università e della scuola, conoscere giovani con la giusta preparazione e farsi conoscere da loro nella prospettiva di possibili inserimenti, mantenere un adeguato livello di visibilità come motori di sviluppo del territorio sono tra le principali finalità di due eventi di rilievo che ospiterà l’Unità Operativa di Dalmine.

Dalmine apre le porte ai giovani Si chiamano rispettivamente” Electrical Engineer Day 2014” e “ITIS Day 2014” i due eventi che ABB Italia organizza presso la sua Unità Operativa di Dalmine rispettivamente il 29 e 30 settembre.

Il primo è rivolto ai laureandi in ingegneria elettrotecnica e elettronica delle università di Milano, Torino, Brescia, Padova, Bergamo e Genova accompagnati dai loro docenti e prevede una presenza di circa 180 persone mentre il secondo interessa i diplomandi a indirizzo elettrotecnico ed elettronico degli istituti di Bergamo e Provincia con una presenza di circa 220 persone tra studenti e docenti.

Nel fitto calendario di iniziative che in questi mesi l’Unità sta organizzando per consolidare le relazioni con i clienti, non potevano mancare momenti come questi, dedicati esclusivamente ai giovani. «Tra le varie iniziative che abbiamo preparato» dichiara Fabio Tagliaretti, responsabile della Divisione Italiana Power Products, «che comprendono anche alcuni importanti eventi dedicati ai clienti, abbiamo colto l’occasione per fornire al mondo accademico e della scuola un’opportunità speciale per avvicinare gli studenti al mondo ABB. In questo modo potranno capire che cosa significa lavorare in un Gruppo come ABB, certificato “Top Employer Italia 2014” e quali prospettive si aprano per un giovane con le giuste competenze e motivazioni».

«Offriamo ai ragazzi l’opportunità di conoscere da vicino un‘azienda leader mondiale nel campo dei sistemi energetici, la cui tecnologia sta contribuendo a costruire le smart grid del futuro grazie a prodotti, software e soluzioni applicati in ogni fase della catena dell‘energia» spiega Paolo Perani, responsabile Strategia e Business Development dell’Unità Operativa di Dalmine. Entrambi gli appuntamenti, ai quali, oltre ai padroni di casa della divisione Power Products, prenderanno parte anche rappresentanti delle divisioni Low Voltage Products e Discrete Automation and Motion, prevederanno presentazioni e momenti di approfondimento circa il ruolo di dell’Unità Operativa di Dalmine unitamente a un tour dello stabilimento che interesserà linee di produzione, laboratori e showroom.

Di particolare interesse la visita dello Smart Lab per l’attualità e il ruolo di punta che le reti intelligenti continuano ad assumere nella distribuzione elettrica di media tensione. Allestito con le più moderne tecnologie nel campo della comunicazione, nello Smart Lab è possibile simulare il comportamento dei sistemi di protezione e automazione per rilevare e selezionare i tratti di linea interessati da un guasto, riconfigurare la rete e convogliare i flussi di energia, in una manciata di millisecondi, per garantire sempre la massima continuità di servizio. Gli studenti avranno inoltre la possibilità di visitare uno showroom di oltre 800 metri quadrati allestito con apparecchiature ABB di bassa, media e alta tensione, trasformatori, sistemi di controllo, relè, ecc. che in massima parte rappresentano il made in Italy di ABB a più elevato contenuto tecnologico.

Comunicato stampa Queste due importanti giornate confermano una volta di più l’impegno di ABB Italia verso il mondo giovanile sia a livello accademico che a livello di istituti secondari. La Società vanta infatti importanti collaborazioni con primari atenei italiani come, ad esempio, quelli di Milano (SDA Bocconi, Politecnico), Bergamo, Padova e Genova. Tra il 2011 e il 2014 ABB Italia ha attivato 31 progetti di Ricerca e Sviluppo con varie università italiane,134 stage e dottorati presso le proprie sedi, ha incontrato studenti in oltre 60 eventi su tutto il territorio nazionale e assegnato 6 borse di studio su progetti innovativi di efficienza energetica. Ultima iniziativa in ordine di tempo, la recente adesione alla costituzione di un ITS (Istituto Tecnico Superiore) finalizzato alla formazione di giovani diplomati per la specializzazione nel campo della Meccatronica. Nel prossimo biennio, l’Istituto formerà 50 tecnici altamente qualificati realizzando 1.000 ore di formazione in aula presso le scuole aderenti alternati a stage nelle aziende.

L’inizio dei corsi è previsto per ottobre presso due istituti tecnici di Milano e Bergamo. Conclusa la due giorni dedicata ai giovani, Dalmine continuerà ad attirare ospiti con l’organizzazione di altri eventi i giovani saranno di nuovo protagonisti delle visite a Dalmine in occasione di “Bergamo Scienza” (date varie fra il 4 e il 17 ottobre) e per l’incontro con 22 studenti e i loro docenti della Senior High School of ABB Industrigymnasium svedese il 16 ottobre.

Le peculiarità dell’Unità di Dalmine, che si distingue anche per tutta una serie di attività rivolte ai suoi dipendenti, lo Smart Lab, patrimonio dell’intero Gruppo, la nuova sede di Bergamo di ABB Sace recentemente inaugurata, concepita all’insegna di moderni concetti di vivibilità e di efficienza energetica, con il suo laboratorio prove di corto circuito, rappresentano un’eccellenza per ABB Italia e per il territorio, eccellenza che si riversa anche nel rapporto con le nuove generazioni come testimoniano gli importanti appuntamenti dei prossimi giorni.

ABB (www.abb.it) è leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione che consentono alle utility, alle industrie e ai clienti dei settori dei trasporti e delle infrastrutture di migliorare le loro performance riducendo al contempo l’impatto ambientale. Le società del Gruppo ABB operano in oltre 100 Paesi e impiegano circa 145.000 dipendenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.