BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Officina dello storico torna per la settima edizione tra ricerca e arte

Percorsi storici interdisciplinari di educazione al patrimonio: venerdì 26 settembre incontri di formazione per docenti e presentazione del programma per l'anno scolastico 2014/2015.

Settima edizione dell’Officina dello storico: laboratorio di ricerca storica e di didattica delle fonti documentarie, artistiche e del territorio.

Venerdì 26 settembre dalle 15 alle 17.30 nell’aula magna dell’Istituto superiore “Vittorio Emanuele II” di Bergamo in via Lussana 2, si tiene un incontro di formazione per docenti in occasione dei 750 anni della fondazione della Misericordia Maggiore di Bergamo (MIA).

Tra i relatori alcuni studiosi che hanno collaborato alla realizzazione di pubblicazioni per ricostruire la storia e le attività della MIA: Attilio Bartoli Langeli esperto di paleografia diplomatica in diverse università ed autore di numerosi studi, sul tema: “A 750 anni dalla fondazione, le fonti della storia di Bergamo nel tesoro artistico-documentario della Misericordia Maggiore (MIA)”; Maria Teresa Brolis, ricercatrice e divulgatrice di storia medievale, collabora con diverse università ed ha all’attivo varie pubblicazioni, sul tema: “Microstorie nell’archivio della Misericordia”.

Nella seconda parte dell’incontro verrà presentato il programma delle attività della settima edizione 2014/2015 de “L’Officina dello storico” di Bergamo, sulla scorta del positivo riscontro ottenuto nelle scuole orobiche.

Si tratta di un laboratorio di ricerca storica e di didattica delle fonti documentarie, artistiche e del territorio, rivolto ai docenti e alle classi delle scuole primarie, medie e superiori.

Un’occasione in cui gli studenti sono chiamati a vivere in prima persona un’esperienza di ricerca storica, a diretto contatto con fonti di varia natura, vestendo i panni dell’archivista e dello storico e dando forma a diversificati prodotti finali; ai docenti sono offerte attività di formazione e di aggiornamento che mirano a rafforzare l’efficacia e la continuità nel tempo dell’esperienza laboratoriale. Tutte le attività non comportano oneri economici per i partecipanti.

Tre le piste di ricerca, che spaziano dal tardo Medioevo al Novecento, sono riconducibili a tre grandi nuclei tematici interdisciplinari: Storia della cultura e della società a Bergamo dall’età medievale ad oggi, Storia per biografie di protagonisti della storia bergamasca, Memoria del paesaggio e le trasformazioni del territorio. Nuovo percorso di quest’anno: “Ci provo anch’io! Oggi come ieri opere d’arte da salvare: la memoria della Grande Guerra nei provvedimenti in ambito locale”. C’è inoltre il laboratorio (per la scuola primaria) “Carta, penna e calamaio” per far conoscere tappe e termini della storia della scrittura e far capire nella pratica i motivi dei cambiamenti.

Il progetto originario nasce a Milano per iniziativa dell’Azienda di Servizi alla Persona “Golgi- Redaelli” (ASP), dal 2007 hanno aderito l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, l’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (l’ANSAS, ex IRRE Lombardia) e l’associazione Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia (IRIS); nel 2008 si sono aggiunti la Fondazione MIA – Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo e il Centro studi e ricerche Archivio Bergamasco, con l’attivazione di una sede parallela a Bergamo, con il supporto dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

Per informazioni: www.officinadellostorico.it; www.fondazionemia.it; www.archiviobergamasco.it; www.istruzione.lombardia.gov.it/bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.