BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ morto il 15enne che si era lanciato dal 4°piano del Lussana

Nel pomeriggio di giovedì Marco Piazzalunga è stato dichiarato morto dai medici dell'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove era ricoverato dopo il suo inspiegabile gesto.

Più informazioni su

Non ce l’ha fatta Marco Piazzalunga, lo studente di 15 anni che lunedì scorso si è lanciato dal quarto piano del Liceo Lussana. Nel pomeriggio di giovedì è stato dichiarato morto dai medici dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove era ricoverato dopo il suo inspiegabile gesto. 

L’episodio è successo poco dopo le 8 di lunedì 15 settembre, primo giorno di scuola.

Lo studente, che abita a Stezzano con i genitori, si è presentato in classe, ha salutato i compagni e ha lasciato lo zaino vicino al suo banco.

Poco prima del suono della seconda campanella, quella che sancisce l’inizio delle lezioni, è uscito dall’aula, che si trova al secondo piano, e passando dalla scala di emergenza esterna ha raggiunto terrazzino della palestra che si trova il quarto piano.

Da lì si sarebbe lanciato nel vuoto, compiendo un volo di circa 16 metri. Che purtroppo gli è costato la vita. 

Il ragazzo è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico. Nei giorni scorsi le sue condizioni sono state sempre molto gravi. I compagni di classe gli sono rimasti vicino, facendo a turno nei corridoi del Papa Giovanni. Purtroppo giovedì è arrivata la triste notizia: Marco non ce l’ha fatta. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pietro

    Per evitare che risuccedano fatti del genere bisognerebbe capire come era integrato nella classe….di questo non se ne e’ parlato e voglio sperare che non sia questo il caso…ma spesso..dietro tali gesti…c’e’ la cattiveria di persone..anche coetanei stessi.. che in momenti e soggetti piu deboli hanno le parole giuste per darti la spinta verso il baratro. Le parole della gente cattiva fanno piu male di uno schiaffo! Un invito a meditare….

    1. Scritto da John Rambo

      Hai ragione. Vengo da un passato di bullismo in classe, dovevo lottare ogni giorno con sta gente tra insulti pesanti, mani e piedi…. Ed è stata dura resistere anni così dove i professori e il preside facevano finta di non vedere, prendendoti a loro volta in giro, e dovevi cavartela da solo…. Purtroppo esistono menti più deboli e menti più forti… Povero ragazzo, spero davvero non sia quella la ragione… Lo spero.

  2. Scritto da Marie Antoinette

    La depressione è una malattia terribile, non ti accorgi di averla, vedi solo nero, pensi che sia meglio chiudere tutto e smettere di soffrire. Non pensi mai “forse c’è qualcosa nella chimica della mia testa che non va più”, pensi solo che il mondo non sia fatto per te, che tutto sia dolore, un dolore sordo, sotterraneo, silenzioso. Parlarne con uno psichiatra. Non rimanere soli. Mai. Ciao ragazzo, riposa in pace.

  3. Scritto da lia

    Piccolo cucciolo, riposa sereno.

  4. Scritto da una nonna

    Vorrei che la sua morte non fosse vana.Vorrei che in tutte le scuole si facesse una riflessione su ciò che è successo.Vorrei che gli insegnanti affiancati ai genitori potessero far capire ai nostri ragazzi che non sono soli, che ogni loro problema con l’aiuto e la vicinanza è risolvibile.Prego per Marco ma sono vicina ai genitori. Il loro doloro diventerà più lieve se avrà portato un aiuto per capire le difficoltà ai coetanei di Marco

    1. Scritto da Nome (richiesto)vittoria

      Sono nonna anch’io e condivido le tue parole questi ragazzi hanno bisogno di aiuto ma anche di condivisione,ciao Angelo che lo abbia in gloria

    2. Scritto da Nome (richiesto)vittoria

      Sono nonna anch’io e condivido le tue parole questi ragazzi hanno bisogno di aiuto ma anche di condivisione,ciao Angelo che lo abbia in gloria

    3. Scritto da dark

      Mi unisco. Come i nostri antichi dicevano “Muor giovane chi è caro agli dei”

  5. Scritto da grazia angeloni

    E’ scorretto nei confronti della famiglia e soprattutto suoi
    che sia stato pubblicato il suo nome per intero

    1. Scritto da danix

      Non capisco …. a questo punto chieda a L’eco di BG di pubblicare il
      necrologio in forma anonima.
      Dai non facciamo polemica sterile per tutto.

      1. Scritto da Gianfranco

        Pienamente d’accordo con Te. Il classico commento di chi magari su Facebook posta ogni cosa a scandire la propria inutile giornata e poi invoca la privacy.

  6. Scritto da Gianna

    Riposa in Pace piccolo Angelo…e dai la forza necessaria ai tuoi genitori e a tua sorella..per andare avanti senza te…

  7. Scritto da Asthar

    Sta diventando una cosa frequente,negli ultimi anni sembrano aumentare sempre più questi fatti,ho pensato ne ho tratto alcune conclusioni. Mi dispiace pensavo si riprendeva col tempo.ciao marco

  8. Scritto da mt_thecap

    Riposi in pace nelle braccia di Dio.

  9. Scritto da Luigi

    Che gran peccato. Non si dovrebbe mai morire da giovani, troppe cose da fare, troppe bellezze da vedere. Riposa in pace Marco.

  10. Scritto da Eleanna

    …figli nn siete soli…contate sui vostri genitori: SIETE TUTTO PER NOI ❤️PERMETTETECI DI AMARVI E DI DONARVI LE NOSTRE ATTENZIONI DI PROTEGGERVI È LA NOSTRA PASSIONE POTERLO FARE!!!!

  11. Scritto da Andy baumwolle

    Tristezza infinita
    Perché?

  12. Scritto da Katia

    Giovani pregate per Marco !!!la Gloria di dio lo accolga nel suo regno

  13. Scritto da Una mamma

    Marco….vola con gli angeli e veglia sulla tua famiglia.

  14. Scritto da Deborah

    (3a parte)Mi hai cambiato il modo di vedere la vita e neanche ti conoscevo. Avevi di sicuro qualcosa di speciale. Continuo a rivederti passare davanti ai miei occhi. Non ti conoscevo ma mai ti denticheró. Spero che ora potrai avere quello che desideri e ti sentirai felice e spensierato come dovrebbe essere un ragazzo della tua età.

  15. Scritto da Deborah

    (2a parte)E poi dopo quasi 5 ore sei uscito, mi sei passato accanto su quel letto, eri distrutto. Un ragazzo di 15 anni distrutto così, mi si é fermato il cuore. Mi hai fatto una tenerezza assurda, ho pianto perché non potevo credere a quello che avevo visto. Ho sperato che ti riprendessi ma si vedeva che eri in condizioni disperate. Non riesco a capire, cosa ti tormentava? Perché hai preferito la morte? Perché non ne hai parlato?

  16. Scritto da Deborah

    (1a Parte)Non ti conoscevo ma mi hai sfiorato.
    Vederti lunedì scorso entrare in sala operatoria, di corsa, d’urgenza. Sono passata più di una volta mentre ti operavano, guardavo, non per curiosità, ma perché speravo di leggere sul volto dei chirurghi e degli infermieri quello che stava succedendo. Per più di 4 ore sei stato dentro, su quel lettino. Quante trasfusioni ti hanno fatto, troppo sangue avevi perso.

  17. Scritto da Piccante

    Mi dispiace molto. Ragazzi pensateci prima di buttarvi… la vita è preziosa e tutto si può recuperare.. anche per i più sensibili.

  18. Scritto da Conoscente

    Mi dispiace tantissimo…Marco rimani vicino ai tuoi famigliari e amici che non riescono a capacitarsi di questo tuo gesto…riposa in pace Piazza

  19. Scritto da Roberta

    Dolore e dispiacere. Il mio pensiero va alla famiglia.

  20. Scritto da Mauro Invernizzi

    Io, padre di un suicida, prego per lui

    1. Scritto da Dissi

      Tutto il mio rispetto e la mia sia pur limitata comprensione …la rabbia inevitabile sta nel non comprendere il perche’ …

    2. Scritto da danix

      poche parole intrise di un dolore immenso. Mi spiace tantissimo anche per lei.