BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pezzotta: Bonanni? No comment, io fui oggetto di una congiura di palazzo

Savino Pezzotta, già segretario nazionale della Cisl, affida a Facebook il suo commento sulle dimissioni di Raffaele Bonanni. Esordisce con un "no comment" ma aggiunge: "Io che sono stato oggetto di una congiura di palazzo e che in questi anni ho dovuto subire uno strisciante ostracismo".

"No comment". Ma poi l’aggiunta è al vetriolo. Savino Pezzotta, già segretario nazionale della Cisl, affida a Facebook la sua posizione sulle dimissioni del suo successore Raffaele Bonanni dal vertice del sindacato.

"Agli amici che mi hanno chiesto di commentare le dimissioni di Bonanni – scrive Savino Pezzotta – rispondo che non lo farò, convinto che recriminare sul passato non serve a nulla. Lo dico io che sono stato oggetto di una congiura di palazzo e che in questi anni ho dovuto subire uno strisciante ostracismo. Abbiamo oggi il dovere di difendere la Cisl, quella di Pastore, Storti, Carniti e di migliaia di militanti che ogni giorno tengono alti i valori fondativi del nostro sindacato e gli interessi morali e materiali delle persone che lavorano. Spero solo che i nuovi dirigenti riprendano la tradizione di innovazione".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vikingo62

    Francamente non ne faccio una questione ne di persone ne di sigla sindacale, osservo solo che i sindacati hanno creato fenomeni quali pensioni baby e caste super-previlegiate ed ora non sono per nulla credibili nei panni di chi vuol contribuire a risolvere i problemi del paese. Loro contano solo le tessere e proteggono solo chi un lavoro ce l’ha già e i pensionati, dei giovani se ne fregano. Per cui bene fa Renzi a non considerarli puù di tanto.

  2. Scritto da landini

    Dispiace che Pezzotta venga ricordato come colui che accusava di politicismo gli altri sindacati per poi entrare in politica. Non conosco la nuova probabile candidata ma sarebbe positivo non fosse una pensionata e

  3. Scritto da Mario Mazzoleni

    Dispiace presumere che molti dei commenti acidi e ingenerosi nei confronti di Savino Pezzotta provengano verosimilmente da persone che non l’hanno mai conosciuto, neppure come controparte.

  4. Scritto da La verità fa male

    Ma quali “congiure di palazzo”! i vari Pezzotta, Cofferati, D’Antoni, Epifani, Marini e altri ancora sono passati direttamente dal posto di segretari confederali dei sindacati ai palazzi ben retribuiti della politica. Si accontentino dei loro privilegi e si ritirino a vita privata lasciando finalmente spazio a quelli più giovani e meritevoli. Queste dichiarazioni confermano che i vertici del sindacato sono casta di privilegiati esattamente come i politicanti romani

    1. Scritto da paolino

      quali politicanti romani?bossi?calderoli?castelli?stucchi?e tutto il resto della lega che sta godendo dei privilegi di roma ladrona????mi sa che hai ragione tu stavolta : sono proprio una bella casta

  5. Scritto da gio

    Milioni di lavoratori onesti iscritti alla Cisl, come alla Uil e Cgil, così come migliaia di delegati onesti che militano nel Sindacato. Peccato che contano nulla difronte agli interessi di potere dei loro tre dirigenti massimi, in quanto si sarebbe già fatta prima di tutto l’Unità sindacale e non la lotta di potere politico ancora dominante, solo per dominare la scena politica. come si vede..

  6. Scritto da Luigi

    Eh beh, fa parte anche lui di quelli che sono solidali coi poveracci senza lavoro, e si sono battuti per migliorare il potere d’acquisto delle famiglie di lavoratori, il buon Savino….. Speriamo che l’amarezza dell’ostracismo strisciante che lo bersaglia gli venga addolcita dalla diaria di politico…

  7. Scritto da mario59

    Quando c’è di mezzo la prima poltrona si scannano anche tra di loro..succede in qualsiasi organizzazione pubblica o privata.

    1. Scritto da dark

      purtroppo vero, vero…PUBBLICO E PRIVATO. Meditate meditate verità del male e altri blogger analogici. qui di casa