BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lo sport bergamasco per Yara Gambirasio “Che sia palestra di vita”

E' stata presentata mercoledì 24 settembre la seconda edizione de "Lo Sport contro la violenza", la manifestazione che, divisa tra Bergamo e Brembate Sopra, vuole sensibilizzare la comunità sui valori dell'attività sportiva.

"No alla violenza di genere, assolutamente da condannare, ma anche un secco no a quegli sport che innescano violenza. E ci sono". Questo il messaggio lanciato mercoledì presso la sede del CONI Bergamo, in occasione della conferenza stampa di presentazione della 2^ edizione de "Lo Sport contro la violenza", manifestazione dedicata a Yara Gambirasio, che si svolgerà a Bergamo e Brembate Sopra da sabato 27 settembre a domenica 5 ottobre. A pronunciare queste parole, che toccano non poco lo sport bergamasco, lasciandolo riflettere sugli atteggiamenti e gli stili di vita da tenere per praticare una sana attività sportiva, sono stati il delegato provinciale CONI Bergamo Giuseppe Pezzoli e l’assessore allo Sport del Comune di Bergamo Loredana Poli, che hanno introdotto i partecipanti all’illustrazione del programma dell’evento. Interverranno Pier Luigi Marzorati, presidente del Comitato Regionale CONI Lombardia; e Diego Locatelli, sindaco del Comune di Brembate Sopra.

"La volontà del CONI Bergamo – ha spiegato Pezzoli – è quella di sensibilizzare la comunità di bergamasca sui sani valori dell’attività sportiva, perché spesso lo sport è palestra di vita, è luogo di educazione. Lo sport, quindi, ma soprattutto gli ambiti sociali in cui viene praticato, devono diventare lo strumento per intraprendere una lotta serrata contro qualsiasi tipo di violenza, esaltando di contro la lealtà, la generosità e la solidarietà. Tante le iniziative in cartellone, segno di una forte sensibilità manifestata dalle federazioni sportive che hanno lavorato a questo evento, ma anche di un lavoro di rete che è riuscito a coagulare mezzi, energie e risorse, per un fine nobile".

"Grande sostegno all’evento, nostra fattiva partecipazione agli aspetti organizzativi – ha aggiunto Loredana Poli –. Soprattutto come donna, la violenza di genere è assolutamente da condannare; bisogna dare, in tal senso, messaggi chiari e forti, non solo all’esterno, ma anche all’interno del mondo sportivo: infatti, esistono sport violenti o che innescano atti violenti. Per favorire la promozione di questo messaggio, abbiamo lavorato affinchè la diffusione dell’evento avvenisse in tanti luoghi diversi, per colpire maggiormente più ambiti e realtà sociali".

E’ intervenuta, poi, Nicla Gambirasio, zia di Yara, a nome anche del Comune di Brembate di Sopra: "Rispetto allo scorso anno, quando si è svolta la prima edizione, il carnet di iniziative si è raddoppiato, ma soprattutto si è ulteriormente qualificato, con nuove partecipazioni di federazioni ed enti sportivi. L’evento si apre e si chiude simbolicamente a Brembate di Sopra, e di questo sono orgogliosa. Ora tocca ad ogni associazione o gruppo sportivo fare la sua parte, sensibilizzando sui temi dell’evento".

La manifestazione si configura come un contenitore di eventi sportivi, culturali e solidali. Su tutti spicca, lunedì 29 settembre, alle 18, presso la Sala Tremaglia del Teatro Donizetti, a Bergamo, il convegno "Quale futuro per i prossimi 100 anni del CONI". Da segnalare, sabato 27 settembre alle 15 a Brembate di Sopra, il campionato provinciale individuale di atletica leggera. domenica 28 settembre, dalle 14.30 alle 19, a Bergamo, apertura gratuita al pubblico della Piscina e della Palestra Italcementi, con esibizioni di Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato, Tuffi e Staffette di Nuoto. Giovedì 2 ottobre, alle 20.30, presso l’Auditorium di Piazza della Libertà, l’incontro "Corpo a corpo: educare attraverso lo sport", organizzato dall’assessorato allo Sport di Bergamo. Domenica 5 ottobre, a Bergamo, il 64° Gran Premio "Città di Bergamo" di ciclismo, riservato alla categoria allievi, e l’edizione numero 108 del Giro di Lombardia, una delle classiche del ciclismo italiano. Domenica 5 ottobre, a Brembate di Sopra, presso il Centro Sportivo Comunale, si svolgeranno, dalle 10 alle 18.00, attività ed esibizioni sportive, tra le quali: sfilata in moto per "Lo sport contro la violenza", prove di spinning (R), mini-circuito stradale per bambini, attività varie nella piscina con ingresso gratuito, esibizioni di ginnastica ritmica, attività di pugilato tecnico, come difesa personale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.