BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante di Zogno Errori tecnici? La Regione vuole vederci chiaro

Come è possibile un aumento di 24 milioni di euro su un appalto da 44 milioni? Se lo chiedono i cittadini e anche i tecnici regionali che hanno valutato la richiesta economica presentata dalla Provincia di Bergamo per concludere la variante di Zogno. L'apertura della strada non è in discussione. Lunedì il presidente Ettore Pirovano ha annunciato che via Tasso metterà altri 8 milioni e la Regione ben 16.

Come è possibile un aumento di 24 milioni di euro su un appalto da 44 milioni? Se lo chiedono i cittadini e anche i tecnici regionali che hanno valutato la richiesta economica presentata dalla Provincia di Bergamo per concludere la variante di Zogno. L’apertura della strada non è in discussione. Lunedì il presidente Ettore Pirovano ha annunciato che via Tasso metterà altri 8 milioni e la Regione ben 16. In totale l’infrastruttura che dovrebbe velocizzare il traffico in Valbrembana costerà 68 milioni di euro e non sarà conclusa entro il 2015. Il taglio del nastro sarà probabilmente a inizio 2016: manca il consolidamento strutturale di alcune parti in galleria, del versante della montagna, più tutte le rifiniture, gli impianti e ovviamente la cartellonistica.

Pirovano è comunque fiducioso. Anzi, si definisce “serenamente tranquillo” fin da venerdì scorso, quando è emersa la grana economica. A dire il vero la Regione avrebbe dovuto rifinanziare il cantiere già qualche settimana fa, ma l’assessorato alle Infrastrutture ha preso tempo per valutare meglio la questione. Sono stati commessi errori progettuali? Come mai è emerso solo ora un rincaro di questa portata? Le modifiche al progetto non potevano essere individuate prima dell’aggiudicazione dell’appalto? Alle domande dovranno rispondere i tecnici di Itinera e quelli provinciali. E non è escluso che i quesiti vengano posti non solo da Regione Lombardia, ma anche dalla Corte dei Conti.

L’altro problema riguarda le altre opere bergamasche. I 16 milioni regionali extra in arrivo per la variante di Zogno dovrebbero essere presi dal fondo costituito dall’assessorato per coprire l’aumento di costi dei progetti in fase di realizzazione sul territorio. Alla Bergamasca andrà gran parte dei soldi, come già avvenuto nel 2013 con l’apertura del cantiere in Valbrembana. Il rischio è che le altre province inizino ad alzare la voce e pretendere più attenzione. Il prossimo presidente, Matteo Rossi o Beppe Pezzoni, potrebbe vedersi diminuire le già poche risorse destinare a rattoppare le strade provinciali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Drin Drin

    “Polemico” , “La verità fa male” e “Mister bean” sono desiderati al telefono.

    1. Scritto da URKI

      …Gli utenti (citati) non sono momentaneamente disponibili. Passare dalla linea verde a quella rossa. Sarete più fortunati.

      1. Scritto da Mister Bean

        A gentile richiesta: 1) l’errore è tecnico. 2) fatto ai tempi di bettoni. 3) Se qualcuno sbaglia i progetti è giusto che ne risponda. 4) la telefonata era per voi, attaccati alla vostra ideologia come lo stercorario alla sua pallina.

        1. Scritto da pietro

          1) come sempre, con la verità è in tasca: lei ha già visionato il progetto ed ha la competenza per dire errore * 2) sempre vostro era * 3) allora perchè continua a difendere l’operato delle amministrazioni? perchè sono del suo partito? * 4) qui le ideologie non c’entrano. è solo mala amministrazione, in questo caso della Lega. Il fatto INCONFUTABILE che anche altri partiti si siano macchiati e continuino a macchiarsi delle stesse porcherie, non è una attenuante, come di solito sostenete.

          1. Scritto da Mister Bean

            1. E’ un fatto, non un’opinione. 2) La lega era all’opposizione. 3) L’errore è stato tecnico, non frutto di inciuci politici. 4) Cos’avrebbe fatto di male l’amm. leghista in questo caso? E certi commenti sarcastici sono specchio di ideologie ben definite, loro si con la verità in tasca e che non ammettono alcuna discussione. Io sono sempre pronto al confronto dialettico, molti altri invece sputano sentenze “suggerite” dal partito.

  2. Scritto da non ho capito

    la Regione Lombardia, presieduta dal leghista Roberto Maroni, vuole “vederci chiaro” sulla gestione della variante di Zogno, gestita dalla Provincia, presieduta dal leghista Ettore Pirovano… scusate, non ho capito: ma è una cosa seria o una barzelletta?

    1. Scritto da Non hai capito

      Si vede che non hai capito… Leggi l’articolo e vedi che sono i funzionari ad esprimersi (e non si sa neanche quali o chi…) non maroni. Quindi secondo te qualsiasi cosa detta da un funzionario di regione Lombardia vale come fosse uscita dalla bocca di maroni ?! Peggio di certi giornalisti

    2. Scritto da Aldo

      La barzelletta è stata già attuata, trovando con un colpo di bacchetta magica 24 milioni di euro (circa il 50% in più del previsto). Che poi un leghista faccia le pulci ad un altro leghista, non so a quanto serva…..

  3. Scritto da ellekappa

    Ettore Pirovano ha fatto il suo tempo e suoi danni non son possibili aumenti del genere, lui non ci metterà nulla, lo metteranno i cittadini anche purtroppo disoccupati…sveglia gente questa è la lega !