BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Droga, boom in Bergamasca Provocazione di Pirovano: “Test a tutti i sindaci”

"Dovremo essere noi amministratori i primi a dare l'esempio. Per questo io proporrei il test anti-droga a tutti i sindaci". E' la provocazione del presidente della Provincia Ettore Pirovano, alla presentazione dei dati sul consumo di stupefacenti nella Bassa

 "Dovremo essere noi amministratori i primi a dare l’esempio. Per questo io proporrei il test anti-droga a tutti i sindaci".

E’ la provocazione del presidente della Provincia Ettore Pirovano, intervenuto nel corso della presentazione dei risultati della terza campagna di monitoraggio del consumo di stupefacenti nella Bassa Bergamasca promossa in collaborazione con l’assessorato ai Servizi alla Persona di Caravaggio, all’istituto di ricerche farmacologiche «Mario Negri» di Milano e alla società Cogeide di Mozzanica.

Dati allarmanti nei 17 Comuni della Bassa Bergamasca su cui la campagna di monitoraggio si è focalizzata analizzando le rispettive acque fognarie che confluiscono nel depuratore Cogeide di Mozzanica (il principio su cui basa la ricerca è che una droga, una volta consumata, viene escreta attraverso le urine).

In particolare per quanto riguarda il consumo della cannabis e dei suoi derivati, in crescita del 30 % negli ultimi tre anni. La cocaina si mantiene invece sugli stessi livelli, così come l’eroina. Mentre diminuiscono le metanfetamine.

 "Ringrazio la Cogeme per il vaoro svolto raccogliendo gli scarichi di 18 comuni della Bassa Bergamasca – ha commentato Pirovano – . Siamo al quarto anno ormai, e il consumo di droga risulta sempre più in aumento. La situazione è molto preoccupante".

"Un’idea per dare il buon esempio – ha proseguito il presidente della Provincia – sarebbe quella di organizzare un test anti-droga per tutti gli amministratori di questi comuni. Ma non attraverso le urine, che è molto più dispersivo, con la prova del capello. Quella è precisa anche a distanza di mesi. Io l’ho già fatto quando ero in parlamento, senza alcun problema. Spero che anche i sindaci bergamaschi siano dello stesso avviso". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Meglio ai Cittaddini

    che eleggono i sindaci e il presidente di provincia (fino allo scorso giro, adesso se lo elegge direttamente la casta)…. Probabilmente si capirebbero molte cose. Oltre ai consumi record naturalmente…

  2. Scritto da Degru

    Il problema è che consumare droga in Italia non è reato quindi anche fare i test a cosa servirebbe. Le solite regole fatte a metà.
    Non puoi comprare droga, non puoi produrla, non puoi possederla, ma…puoi consumarla! Probabilemnte pensavano che nel caso in cui ti si materializzasse magicamente della droga sul tavolo fosse doversoso consumarla…

  3. Scritto da parlamentariinclusi

    d’accordissimo con Pirovano anche se non sono leghista. Ed anche ai parlamentari in primis… chissa’ che sorprese avrebbe l’ettore anche tra le fila padane…. c’e’ gente in parlamento che ha i piedi in lombardia ed il naso talmente lungo che arriva a roma……

    1. Scritto da peter

      quindi secondo lei, e secondo Pirovano, il popolo italiano che “perdona” ai candidati le imputazioni e condanne penali, tangenti ed inciuci vari, cambierebbe idea scoprendo che un parlamentare si fuma qualche spinello? oppure la proposta è di sospendere dai propri incarica chi fuma spinelli, continuando a “perdonare” chi ha commesso reati ben più gravi che danneggiano la comunità? in ogni caso, non è una proposta ma una buffonata..

  4. Scritto da bene

    Visto che I proventi sono usati per il calcolo del PIL..i bergasmaschi come al solito voglio contibuire piu’ di tutti.

  5. Scritto da giuan de ghisa

    Ecco il risultato di tanti anni di malgoverno senza pensare al futuro dei nostri giovani.

    1. Scritto da Alà

      Ma che dice? Ma i suoi figli li ha educati lei o i governi che si sono succeduti? Scommetto che è ancora colpa del Trota e di Belsito.

      1. Scritto da giuan de ghisa

        Esatto, lei è intelligente: colpa di questi che anzichè pensare al futuro dei giovani pensavano a rubare.Io mio figlio l’ho educato bene e non ruba.

        1. Scritto da La verità fa male

          Ho votato Lega recentemente. Lei non ci crederà ma nella mia vita, quando devo prendere una decisione, non mi baso su ciò che fanno il Trota o il Belsito, anche perchè mi sembra che molti esponenti di altri partiti (compreso quelli del “mitico” PD degli onesti) sono stati coinvolti in vicende un po’ più gravi della laurea albanese del Trota

          1. Scritto da giuan de ghisa

            Ha ragione: quando si vota bisogna farlo bene e ” chi è causa del suo mal pianga se stesso”.

          2. Scritto da peter

            quindi voi leghisti siete convinti di votare bene e che il “mal” in cui siamo dipende solo dagli altri, eh?

  6. Scritto da CHESTER

    Propongo un test psico-etico-attitudinale.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Quel test lo devono fare gli elettori. E a lungo andare i livelli psico-etico-attitudinali degli eletti non possono che essere lo specchio fedele di chi li vota.

      1. Scritto da La verità fa male

        Esatto. Eletti ed elettori in generale si assomigliano, anche perchè fanno parte della medesima categoria (quella dei cittadini italiani), con tutti i loro pregi e difetti. E accade talvolta che quelli dei partiti di sinistra, sempre così bravi a fare la morale agli altri e a ritenersi superiori, finiscono per scivolare sulla classica “buccia di banana” (oppure sui “casi personali” come li chiamano loro). Ma si sa, quasi tutti (prima o poi) cadono in tentazione…

        1. Scritto da paride

          ma per fortuna che ci siete voi, elettori della Lega, che con grande coerenza e caparbietà, vi sforzate di indicare al mondo la retta via. grazie

  7. Scritto da pino

    oltre ai sindaci la proporrei anche ai vice sindaci!

  8. Scritto da Maf

    Prove d’intelligenza, prova etilica, prova ,per uso di stupefacenti, prova per valutare dove si sono dplomati e laureati viste le menti che da anni ci Governano, qui in Italia in carriera ……. sono solo gli amici degli amici Finiamola di prenderci in giro basta vedere chi ci Governa per capire Tantissimo

    1. Scritto da Narno Pinotti

      L’intelligenza e il valore di diploma o laurea possono essere messi alla prova dagli elettori. Prima di votare, però.

    2. Scritto da Aldo

      Condivido! E le Forze dell’Ordine e la Magistratura dovrebbero intervenire! non è possibile che si continuino a replicare gli stessi sistemi malandrini, e la Giustizia se ne stia in silenzio…..

  9. Scritto da Paolo

    Un’altra bellissima proposta del signor P.. Che genio!!!!
    Una la propongo anche io: un test di intelligenza per gli amministratori. Chissà quante sorprese!!!

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Sarebbe una sorpresa, piuttosto, che elettori ignoranti, disinformati e disonesti eleggessero un amministratore colto, informato e onesto.

      1. Scritto da La verità fa male

        A volte capita che anche l’elettore intelligente, onesto e informato possa commettere un errore, credendo di eleggere un bravo amministratore; altre volte, più semplicemente, si sceglie il meno peggio tra quello che passa il convento. Ad esempio alle regionali del 2010 la scelta del presidente era tra Formigoni e Penati e altri candidati senza speranza di vincere, lei chi ha votato? (io non ho problemi a dirlo, ho votato Formigoni: il convento passava questi candidati, non altri…)

  10. Scritto da Andrea

    Una proposta stupefacente!!

  11. Scritto da Paolo

    “Dati allarmanti nei 17 Comuni della Bassa Bergamasca….” ma se la droga non fa male, che problema e che allarme c’è???

  12. Scritto da angelo m

    Visto che la fogna la meta’ va ancora nei fossi e poi nel serio …….il consumo di droga e’ sicuramente doppio ,come doppio e’ quello che pagano di smaltimento.