BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cori razzisti contro Enoch Balotelli, Daspo per 30enne bergamasco

Il tifoso del Darfo Boario è stato punito assieme a un 33enne di Iseo e non potrà seguire avvenimenti sportivi per i prossimi 6 anni. Era già noto alle forze dell'ordine per un Daspo di 12 mesi che gli era stato inflitto nel luglio del 2012.

Più informazioni su

Due tifosi del Darfo Boario hanno ricevuto il Daspo per gli insulti razzisti rivolti a Enoch Barwuah, fratello dell’attaccante del Liverpool Mario Balotelli in forza al Vallecamonica dall’ottobre del 2013. Uno dei due è un bergamasco classe 1984 che domenica 7 settembre, assieme a 33enne di Iseo, ha intonato cori dal contenuto discriminatorio per motivi razziali nel confronti dell’attaccante bresciano, scavalcando la recinzione che delimita il campo di gioco per cercare lo scontro con il calciatore a fine gara. Entrambi erano già noti alle forze dell’ordine e già destinatari di un analogo provvedimento emesso nel mese di luglio del 2012 della durata rispettivamente di uno e due anni.

Nel corso delle indagini è stato recuperato anche un manganello telescopico in metallo, del tipo utilizzato negli scontri tra ultras. Nei loro confronti sono stati pertanto emessi due provvedimenti Daspo, formulati alla luce delle recenti modifiche (decreto legge n.119/2014) che hanno inasprito i criteri di applicazione: per M.F., il bergamasco di 30 anni, il divieto è per la durata di 6 anni, mentre per B.I. il divieto ha la durata di 5 anni. In entrambi i casi è stato disposto anche l’obbligo di presentazione, misura ulteriore che deve essere sempre disposta per coloro che sono già stati destinatari in passato di divieti di accesso allo stadio. Gli stessi dovranno quindi comparire personalmente presso un ufficio di polizia in occasione di ogni incontro di calcio che la squadra del Darfo disputerà. Per l’obbligo di presentazione è prevista la procedura della convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.