BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonanni: addio Cisl In pole Annamaria Furlan Petteni verso Roma

Il segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni lascia. Convocati per mercoledì 24 settembre a Roma tutti i segretari regionali e confederali. Per la successione Annamaria Furlan, in segreteria nazionale potrebbe entrare il bergamasco Gigi Petteni.

La battaglia sulla riforma del lavoro avrà un protagonista in meno. Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, annuncerà mercoledì le sue dimissioni davanti ai segretari regionali e confederali convocati a Roma. Il leader Cisl, che guida il sindacato dal 2006 ed è al suo terzo mandato, vuole accelerare il percorso di uscita previsto per la primavera 2015. In pole per la successione è Annamaria Furlan, segretaria generale aggiunta eletta lo scorso giugno.

Con le dimissioni di Bonanni comincia un percorso che dovrebbe portare alla sostituzione del leader Cisl e il rinnovamento della segreteria confederale con il Consiglio generale probabilmente nella prima decade di ottobre, e a Roma sarebbe previsto un posto anche per il bergamasco Gigi Petteni, segretario di Cisl Lombardia.

Anna Maria Furlan, 56 anni, genovese, ha iniziato la sua attività sindacale nel 1980 come delegata del Silulap, la categoria Cisl dei lavoratori postali di cui poi è divenuta Segretaria provinciale e regionale.

Successivamente Furlan ha guidato la Cisl di Genova e la Cisl regionale della Liguria. Dal 2002 è Segretario Confederale della Cisl dove si occupa del settore terziario e servizi, che comprende: commercio, turismo, banche, assicurazioni, telecomunicazioni, spettacolo, editoria, trasporti, poste, authority, politiche agroalimentari ed energetiche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Corriere della Sera : Mr Bonanni intasca 4300 euro netti al mese di pensione (per il calcolo della quale ignoriamo l’entità dei contributi figurativi) e circa 4000 netti al mese come dirigente sindacale (90.000 euro lordi/anno). Attribuendo ai soliti benefici (cellulare, pranzi, treni, aerei, assicurazioni varie ecc.) ed un valore di 2000 euro al mese, Mr Bonanni negli ultimi anni ha guadagnato circa 10.300 euro netti al mese. Mica male per il rappresentante dei salariati.

  2. Scritto da Mak

    Alro mantenuto, ora con pensione d’oro

  3. Scritto da peter

    chiedo ai commentatori così ben informati (sul futuro di bonanni, in questo caso), di non essere così sibillini… a cosa vi state riferendo? a quale promozione? cosa farà adesso?

    1. Scritto da Salvi

      Non sono beninformato: guardo la storia dei leaders sindacali e vedo che normalmente vanno tutti in parlamento. Dopo aver lasciato deprezzare il potere d’acquisto della busta paga degli operai come neanche esistessero i sindacati, si autopremiano con la poltrona (e la diaria) parlamentare. Può darsi che mi sbagli ma tanto ormai il paese è già stato devastato da chi l’ha preceduto, anche se Bonanni non facesse il politico.

  4. Scritto da Luigi

    Tutti che avanzano di poltrona, pur avendo tacitamente accettato la regressione in un mondo senza lavoro per i cittadini e per chi invece ce l’ha, sempre più ricattabile dal datore di lavoro. Ma perché per questi “signori” la promozione e la poltrona sono automatici senza dover esibire un risultato positivo del loro operato? Si sono accorti della perdita di potere d’acquisto delle famiglie mentre loro erano lì a fare i sindacalisti? E avanzano pure di carriera?

    1. Scritto da Carlo Pezzotta

      ………..aggiungo,ma sostituire Bonanni con una sindacalista delle poste?????? Con una donna che ha lavorato(?) negli uffici di stato???? Non avevano almeno un sindacalista che ha lavorato qualche anno in fabbrica????

  5. Scritto da Gigéto

    Notte fonda… Qualcuno vada a sentire i “discorsi” di Petteni…”bisogna fare di più”, “facciamo un tavolo di confronto”, “servono strategie di tipo strategico (sic) “,” ci sono le condizioni per mettere in campo energie” e altro nulla a vanvera. La cosa migliore era quando commentava a tutto Atalanta

  6. Scritto da Mario Rossi

    E se Petteni cominciasse a lavorare ?

  7. Scritto da MAURIZIO

    Bananni, provi a pubblicare se è capace 1. l’ammontare della sua pensione 2. l’ammontare e la provenienza di tutti i versamenti pensionistici effettuati nel corso della sua vita 3. l’ammontare di eventuali contributi figurativi a lei intestati.

  8. Scritto da roger

    A Roma sarebbe previsto un posto anche per il bergamasco Gigi Petteni? ne l’avevamo capito dopo il convegno a Vigano con Gori e Maroni, uno che fa un convegno a pro domo sua così è giusto che vada a Roma e speriamo ci resti.
    Una boccia persa in meno contro i lavoratori.

  9. Scritto da renzie

    anche lui folgorato sulla strada x damasco?

  10. Scritto da grrrrrrrrrrrrrrrrrr

    Credo che nessuno ne sentirà la mancanza, soprattutto i lavoratori!!!!!

  11. Scritto da Salvi

    Scommettiamo che sappiamo cosa andrà a fare Bonanni? Il nonno al parco coi nipotini? Naaaaaaa…….