BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zonca-Briolini-Felli: “Ampliamo l’offerta, ma il cuore è a Bergamo”

Enrico Felli e Stefano Zonca, avvocati e soci dello studio Zbf Zonca Briolini Felli, commentano la fusione con lo studio R&P Legal: “Ampliamo l’offerta di servizi ai nostri clienti, ma lo stile e il cuore restano a Bergamo”.

L’emozione trapela appena, è più palpabile la soddisfazione di diventare grandi. “Un passo necessario e inevitabile” afferma Enrico Felli, il socio che trent’anni fa alla fondazione dello studio Zbf Zonca Briolini Felli era il più giovane e che oggi, a 55 anni, è il socio storico dei sei associati che compongono lo studio accanto a Stefano Zonca, Matteo Luzzana, Gian Carlo Morelli, Paola Minonzio e Sara Colli.

Lo studio nato ai primi anni Sessanta come associato per affrontare il futuro, da lunedì 22 settembre sposta ancora più in là le sue ambizioni e si fonda con R&P Legal.

La nuova realtà professionale potrà contare su oltre 130 avvocati distribuiti nelle sei sedi di Torino, Milano, Roma, Busto Arsizio, Aosta e Bergamo.

Cesare Zonca, classe 1935 e già presidente del Credito Bergamasco pare abbia commentato: “Se non lo fate, perdere un’opportunità”.

Cesare Zonca con Luisa Briolini non sono più soci dello studio che hanno fondato dal 31 dicembre 2013, ma rimangono – con la loro vasta competenza – consulenti anche nella nuova struttura. Il fatturato, i clienti, le fusioni seguite rimangono trincerate dietro la proverbiale discrezione dello studio.

Che Zbf puntasse ad allargarsi lo dimostra anche l’esperienza in terra bresciana, conclusa nel 2012, e quella milanese decisamente molto operativa.

“Con lo studio R&P Legal lavoriamo da quindici anni, la forte sintonia e lo stile che ci accomuna hanno fatto il resto” ammette Stefano Zonca. L’annuncio della fusione è avvenuto nella giornata di lunedì 22 settembre, da qui a dicembre la perfezione dell’accordo, anche se si conta di chiudere prima.

“L’accordo è avvenuto con una stretta di mano” aggiunge Zonca. E sul fatto di perdere un marchio come Zbf, Felli ribadisce: “I marchi non contano nulla se non c’è offerta e qualità, i nostri clienti avranno un’offerta più ampia e una serie di servizi in più, necessari a piccole e medie imprese bergamasche, ma non solo, che guardano sempre più al mondo dell’export”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lucky

    Per quello che ne so loro sanno benissimo dove stanno andando…

  2. Scritto da Sergio Nozza

    Il mondo degli avvocati sta affondando. Non sanno più’ dove andare per raccogliere ricavi. Ora si lavora sulla parte di costi. In particolare sul lato della visibilità e della rete. La verità è che il mondo è cambiato, e non tutti sanno dove andare.