BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pagine d’industria: lavoro, società e cultura come sono cambiati

Martedì 23 settembre aperitivo in giardino alla Fondazione Dalmine per ascoltare brani di opere letterarie ispirate al mondo dell’industria.

Martedì 23 settembre alle 18 alla Fondazione Dalmine, aperitivo in giardino, per ascoltare brani di opere letterarie ispirate al mondo dell’industria.

Conversazione con Giorgio Bigatti e Giuseppe Lupo, curatori di Fabbrica di carta. I libri che raccontano l’Italia industriale, guidati da Peppino Ortoleva, docente di storia dei media ed esperto di comunicazione.

Un’occasione per conoscere meglio la Fondazione Dalmine e la sua ricca biblioteca di storia dell’industria e del lavoro.

Dal 1999 la Fondazione Dalmine è impegnata nella diffusione della cultura industriale con progetti che prendono le mosse dal ricco patrimonio storico dell’archivio di TenarisDalmine.

Mostre, incontri e pubblicazioni dedicati all’arte, alla fotografia, all’architettura, alle arti visuali, hanno posto l’accento sul fenomeno-industria nei suoi riflessi sulla società.

Pagine d’industria è il primo di una serie di appuntamenti incentrati sul rapporto fra mondo della produzione e letteratura.

Con i suoi caratteristici luoghi, macchine, processi, prodotti, persone, l’industria ha segnato la vita e la cultura del Novecento. Fin dagli albori dell’industrializzazione, con forme e generi più vari, gli scrittori hanno vissuto, descritto, interpretato, rappresentato, immaginato – e spesso mitizzato – questo mondo e le sue rapide trasformazioni.

L’incontro prende spunto dal volume Fabbrica di carta. I libri che raccontano l’Italia industriale, frutto di un interessante progetto promosso lo scorso anno da Assolombarda.

Curata da Giorgio Bigatti, docente di storia economica e dell’industria e da Giuseppe Lupo, storico della letteratura e autore di romanzi e saggi, Fabbrica di carta è in primo luogo una “antologia” nel senso più classico del termine, che offre una selezione tematica della produzione letteraria italiana del Novecento.

Peppino Ortoleva, docente di storia dei media e studioso di comunicazione conduce l’incontro, conversando con i curatori, introducendo le letture e stimolando il pubblico dei lettori e degli amanti

Pagine d’industria è una stimolante occasione per avvicinare – anche attraverso l’ascolto di brevi brani – un pubblico più vasto all’opera di molti autori noti o meno noti, che hanno raccontato il mondo dell’industria e del lavoro.

L’appuntamento è alle 18 alla Fondazione Dalmine in via Vittorio Veneto. Ingresso libero, su prenotazione segreteria@fondazionedalmine.org

www.fondazione.dalmine.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.