BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Assopopolari: sono Popolari le banche con più elevata reputazione sul mercato

Questa volta è l’americano Reputation Institute, leader mondiale nella consulenza sulla reputazione aziendale, con il suo Report Italy Banking Rep Track ad assegnare alle banche popolari un posto di primo piano nel sistema creditizio italiano.

Questa volta è l’americano Reputation Institute, leader mondiale nella consulenza sulla reputazione aziendale, con il suo Report Italy Banking Rep Track ad assegnare alle banche popolari un posto di primo piano nel sistema creditizio italiano.

L’indagine, avviata all’inizio dell’anno su un campione di clienti bancari con età compresa fra i 18 e i 64 anni, ha collocato ai primi sette posti ben quattro Banche Popolari: al primo, al terzo, al sesto e settimo posto. Nelle opinioni espresse dagli oltre 500 intervistati emerge netta la preferenza per le banche del territorio, radicate nelle comunità di appartenenza, e caratterizzate dalla prossimità e da legami con la clientela sempre molto forti, come peraltro è emerso chiaramente nel corso della crisi attuale.

Il Presidente di Assopopolari Ettore Caselli, nell’apprendere la notizia, ha così commentato: “Ci fa molto piacere ricevere in questo momento un ulteriore apprezzamento, questa volta formulato da un autorevole Istituto newyorchese”. “In particolare – ha proseguito il Presidente Caselli – mi preme sottolineare l’attestato di stima verso il Credito Popolare espresso da un campione rappresentativo della clientela per l’attenzione costante mostrata dalle nostre banche rispetto alle esigenze e ai bisogni di famiglie e di piccole e medie imprese.

Un riconoscimento, questo, anche alla nostra forma cooperativa, che si mostra ancora oggi la più adeguata per mantenere e rafforzare quel ruolo di banca dei territori che ritengo sia un fattore determinante di successo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.