BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con i nuovi rilevatori previsto boom di multe nei prossimi mesi

Tutti i tutor autostradali, varchi Ztl, telepass distribuiti sulle strade italiane potranno essere usati per fare le multe. Non più quindi solo lo spauracchi dell’auotovelox

Brutte notizie per tutti gli automobilisti: dal prossimo autunno, prendere multe sarà estremamente più facile e probabile. Tutti i tutor autostradali, varchi Ztl, telepass distribuiti sulle strade italiane potranno essere usati per fare le multe. Non più quindi solo lo spauracchi dell’auotovelox: presto il ‘Grande fratello stradale ‘ sarà realtà e ogni minima infrazione, da chi guida senza casco a chi viaggia senza assicurazione, da chi va contromano a chi guida con un faro rotto, sarà tradotta con una multa. Il procedimento sarà semplice: fotografia, e il giorno successivo parte la multa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    questi rilevatori faranno decine di milioni di fotografie al giorno,che poi milioni di fotografie dovranno essere verificate da personale,perchè voglio vedere chi dice ad un rilevatore che il faro non funziona..la cosa più assurda,degna del governo che la fa entrare in vigore,è che se a uno si brucia la lampadina al mattino e durante il giorno viene immortalato da 10 rilevatori in paesi o città diverse,in teoria gli arrivano 10 sanzioni…dovrà vendersi la casa?..farlocchi

    1. Scritto da Vito

      Veramente e’ il Parlamento che emana le leggi, ma è’ un dettaglio… Questo genere di norme, prive di dibattito politico, vengono emanate da alte maggioranze e trasversali.

  2. Scritto da baz

    io aspetto sempre che si inizi banalmente a far rispettare il concetto che le strade sono fatte per percorrerle: in via Locatelli, Corridoni, ecc. ieri, come sempre, non era materialmente possibile transitare a causa delle file di veicoli parcheggiati sulla corsia.
    Sarebbero così più rilassanti e sicure le città se questo banale principio venisse fatto rispettare, a costo zero, e invece….

  3. Scritto da Piero

    Sarebbe bello multare quelli che buttano alle ortiche i soldi pubblici, come ad Albino: 4 cartelli retroilluminati + semaforo + display con testi che scorrono ad ogni ingresso del centro storico per segnalare la ZTL che inizia e che perennemente il “varco non è attivo”. Praticamente varie migliaia di euro per segnalarci che è una normalissima strada percorribile e transitabile ad ogni ora. Pazzesco che non si facciano pagare i danni a questi amministratori pubblici!

  4. Scritto da Dino

    … Siamo controllati in ogni circostanza…. Ma chi controlla dove vanno i nostri soldi ???…

  5. Scritto da paolot

    Per favore correggete il testo dell’articolo: non si tratta di “multe” (che sono una sanzione penale prevista per i delitti), si tratta di “sanzioni amministrative”.

  6. Scritto da Paci no grazie

    Bgnews : Questa notizia è commentabile e quella sui pakistani che picchiano i vigili no ?! Perché ?! Poca voglia di lavorare ?! Censura su certi argomenti ?! Sul clericale l’eco online hanno raggiunto 80 commenti … Vabbè dai oramai sappiamo che la libera informazione non alberga su questo sito .

    1. Scritto da Piero

      L’articolo potrebbe essere dedicato al bosone di Higgs che lei parlerebbe comunque di pakistani o simili . Che vita infelice la sua !! Si svaghi un po’ !

  7. Scritto da angelo m

    Come far cassa senza troppi probblemi ,a spese di chi usa la macchina

  8. Scritto da il polemico

    quindi se si brucia una lampadina mentre si sta viaggiando e nessuna spia sul cruscotto lo indica,se si passa davanti ad una telecamera,è multa assicurata…..ma chi le inventa ste trovate?ricorda la cassazione che ha stabilito che 3 secondi di giallo sono sufficenti per fermarsi al semaforo,ma togleindo 1 secondo di tempo di reazione,a un guidatore di camion rimangono 2 secondi per arrestarsi da 50 kmh a 0 in meno di 20 metri,altrimenti è multa certa.e la privacy?..assurdo

    1. Scritto da mirio

      che ci vuol fare polemico.dobbiamo pagare i disastri fatti da lega e pdl e l unica soluzione è stoccarci quattrini.imu tasi tares multe ticket ecc ecc….lei li ha votati per anni?????adesso ne paghi le conseguenze.godo di brutto

      1. Scritto da il polemico

        senza dirmi chi voti,dico senza ombra di dubbio che sei un votante farlocco del pd,il pd continua ad affermare che non ci sono soldi,poi si danno 4 miliardi ad una banca amica,e ora si danno 1000 euro al mese ai profughi clandestini,e si lasciano gli invalidi civili con 280 euro mensili…un governo più assurdo dei suoi votanti vedo,comunque c’è da sperare che allora darai un bel contributo alla causa italia…che gente

  9. Scritto da Giacomo Testa

    Spero che questo zelo sia mantenuto tale anche nella manutenzione delle strade e nello stabilire particolari divieti e limiti di velocità consoni ai mezzi e all’epoca nella quale viviamo e che purtroppo molte volte sembrano decisi da personaggi (a proposito non si è mai saputo un nome …) che di codice della strada e di logica capiscono poco o nulla…

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Guardi che i limiti di velocità sono basati sui tempi di reazione del nostro cervello (non so il suo, ma per un uomo giovane sveglio e sobrio in condizioni di perfetta visibilità è di 1 secondo) e sulla resistenza di ossa e tessuti, che è la stessa da alcune centinaia di migliaia di anni (ma forse lei è già fatto di gomma, cervello compreso).

      1. Scritto da La verità fa male

        Non tiriamo fuori i tempi di reazione del cervello e la resistenza di ossa e tessuti per giustificare provvedimenti che hanno un unico scopo reale: FARE CASSA con i “soliti noti”. Infatti se un autovelox o un qualsiasi strumento del Grande Fratello Stradale mi sorprenderà a 57 km/h sarò multato e pagherò. Se lo stesso autovelox sorprenderà un nullatenente o un prestanome o un clandestino a 80 km/h sarà multato, non pagherà e nessuno potrà fare niente per incassare la multa

        1. Scritto da Luigi

          Mi domando se lei legga mai gli articoli. L’articolo si riferisce a strumentazioni in grado di, non solo calcolare la velocità, ma anche stabilire altre infrazioni (assicurazione scaduta o faro rotto). Ora so che lei ha sto pallino per gli stranieri, ma qui che diavolo centra?

        2. Scritto da Narno Pinotti

          Siamo alle solite. Io fornisco dati. Lei inventa fantasie che non è in grado di dimostrare. Mai. Un preilluminista, cerebralmente.

          1. Scritto da La verità fa male

            Eh già, “fantasie” di un preilluminista celebrale. Peccato che io tocco con mano tutti i giorni la differenza tra “sanzioni emesse” (cartelle esattoriali, multe, preavvisi telematici) e “sanzioni effettivamente pagate”. Almeno il 25-30% delle sanzioni emesse e delle multe che vedo passare sotto i miei occhi sono praticamente carta straccia, visto che questi “clienti” sono nullatenenti strapieni di debiti, e solo il N.P. di turno pensa che sono “fantasie”. Auguri!

          2. Scritto da Asdrubale

            Ha proprio ragione, ieri c’era uno straniero che respirava a pochi metri da me e mi rubava l’aria ma la polizia non fa niente , neanche una contravvenzione . Ah , era uno dell’immigrazione quasi triplicata in italia quando c’er al governo la lega , quasi quasi le chiedo i danni ……

  10. Scritto da Claudio

    Il vero problema sarà capire chi mai le pagherà queste multe, visto che statisticamente il maggior numero di coloro che circolano senza assicurazione, revisione scaduta casco e altro sono extracomunitari senza fissa dimora, spesso con un catalogo di “alias” e le auto sono intestate a qualche testa di legno con domicilio in qualche campo rom dove nemmeno l’esercito osa avventurarsi…